Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli investitori perdono milioni dopo il crollo di Union Standard. Ma la struttura offshore della società complica le indagini

阅读 中文 版

Un’appariscente società finanziaria australiana che sponsorizza la squadra di calcio inglese Sheffield United è sotto un attento esame da parte dei liquidatori per centinaia di milioni di dollari in denaro che gli investitori affermano di essere dovuti.

La prossima settimana, gli attori chiave del broker di cambio fallito Union Standard International Group saranno esaminati sotto giuramento presso il tribunale federale come parte della liquidazione.

Un’area in esame potrebbe essere l’identità del business manager australiano e principale beneficiario effettivo della società madre, un uomo misterioso del Myanmar che il personale della liquidazione ha affermato di non aver mai incontrato di persona.

Gli investitori affermano di dover l’incredibile cifra di 360 milioni di dollari e i liquidatori di BRI Ferrier stimano che la cifra potrebbe superare il mezzo miliardo di dollari.

Secondo gli investitori, gli agenti hanno sfruttato il fatto che Union Standard International Group fosse organizzato in Australia per presentare la propria attività a potenziali clienti in Cina e Taiwan.

Il suo crollo più di due anni fa è stato devastante per molti poiché alcuni hanno perso i risparmi di una vita.

L’autorità di regolamentazione aziendale ASIC ha revocato la sua licenza per i servizi finanziari nel settembre 2020 dopo essere entrata in amministrazione controllata, ma resta da vedere la vera portata dell’operazione.

Ora, 7.30 può rivelare nuovi dettagli su come Union Standard ha registrato una società di comodo nella capitale Apia di Samoa nel 2014 che alla fine possedeva e continua a gestire l’operazione australiana.

7.30 Ha ottenuto documenti trapelati dallo studio legale Mossack Fonseca Descrive in dettaglio l’elenco dei termini di riferimento in cui è stato offerto di costituire una società.

I paradisi fiscali offerti includono Panama, Seychelles, Bahamas, British Anguilla e Samoa.

Mossack Fonseca è stato al centro dell’indagine sui Panama Papers del 2016 dell’International Consortium of Investigative Journalists, che ha fatto luce su come è stato creato lo studio legale Shell. Aziende per nascondere la ricchezza di individui e aziende internazionali.

Uno dei documenti trapelati Dal 2014 è un certificato azionario di Union Standard Group International Holdings Limited che mostra l’intero capitale sociale della società di proprietà di un unico beneficiario di Taiwan.

Si ritiene che da allora il mecenate sia passato di mano.

I documenti trapelati provengono da un database di oltre 11 milioni di documenti dato al quotidiano tedesco Süddeutsche Zeitung.

Segretezza assoluta

Jason Ward, fondatore dell’International Center for Accountability and Corporate Tax Research, ha affermato che Samoa è solo uno dei sei paradisi fiscali offerti ai clienti di Mossack Fonseca.

“Samoa è, purtroppo, uno dei tanti paradisi fiscali… che serve chiaramente allo scopo di offrire assoluta segretezza”, ha detto alle 7:30.

“Quindi, una volta arrivato a Samoa, il percorso finisce in termini di dove la proprietà si sposta da lì.”

Un uomo in abito marrone con gli occhiali.
Jason Ward è il fondatore dell’International Center for Accountability and Corporate Tax Research.(hv notizie)

L’uomo del Myanmar Soe Hein Minn è un dirigente d’azienda australiano, tuttavia, secondo un rapporto del 2020, i liquidatori nutrono seri dubbi sulla sua vera identità.

I liquidatori hanno affermato che il signor Soe controlla anche la società offshore con sede a Samoa, che era l’azionista dell’operazione australiana e il principale beneficiario effettivo.

Nella loro relazione ai creditori, hanno affermato di essere così preoccupati di aver assunto una società di investigazioni private per rintracciare il signor Soe al suo indirizzo dichiarato.

7.30 ha ottenuto foto esclusive di ciò che l’investigatore ha trovato: un complesso fatiscente nella capitale, Yangon, di cui nessuno aveva sentito parlare.

Costruzione di appartamento del mattone del Myanmar con l'esterno del ute.
Edificio di indirizzi elencati per il signor Soe in Myanmar.(fornito)

Le foto sollevano ancora più sospetti che è improbabile che il proprietario di un’attività globale redditizia viva qui.

I liquidatori hanno anche riferito che l’investigatore esterno aveva sollevato dubbi sul fatto che i documenti di identificazione chiave del signor Su potessero non essere originali.

I liquidatori hanno affermato che né i direttori né il management australiani avevano confermato di aver incontrato il signor Soe di persona.

Hanno detto che il personale ha partecipato a riunioni virtuali con lui, ma non ricordano se è stato questo partito a partecipare alle riunioni, o se lo ha fatto, sembra che qualcuno che afferma di essere il signor Soe abbia partecipato solo tramite audio.

Sito rurale del Myanmar con capanne.
I liquidatori affermano che un investigatore esterno ha sollevato dubbi sul fatto che i documenti di identificazione chiave del signor Soo potrebbero non essere autentici.(fornito)

Il signor Ward ha affermato che il Myanmar sarebbe la giurisdizione ideale per creare una falsa identità.

“È molto difficile esaminare i registri pubblici, è molto difficile rintracciare le persone ed è molto facile falsificare i documenti”, ha affermato.

7.30 ha compiuto notevoli sforzi per contattare il signor Soe per offrirgli un’intervista o fornire una dichiarazione, incluso contattarlo tramite le operazioni di Union Standard nel Regno Unito e nelle Samoa, ma non abbiamo ricevuto risposta.

Sul sito Web dell’USG nel Regno Unito, dove opera in modo indipendente sotto un’altra società, un post afferma che il signor Soe è una persona reale e un individuo in buona fede.

Tieni traccia degli investimenti

I liquidatori Peter Krejci e Andrew Cummins di BRI Ferrier hanno affermato di aver ricevuto reclami da un gran numero di creditori in cui il loro presunto investimento non sembrava essere stato registrato con precisione.

In una dichiarazione, hanno affermato: “Molti clienti hanno effettuato i loro investimenti tramite gestori di denaro offshore o direttamente ad agenti. I registri australiani del governo degli Stati Uniti non sembrano rivelare accuratamente questi investimenti e i gestori di denaro all’estero si sono rifiutati di rispondere alle nostre richieste”.

Nei procedimenti giudiziari federali, l’ASIC ha affermato che USGFX ha fornito servizi finanziari, inclusa la negoziazione, a clienti in Cina, mettendoli presumibilmente a rischio di violazione della legge cinese.

Opal Yang, con sede a Londra, è in missione per cercare di rintracciare i soldi per conto dei creditori.

Donna cinese dai capelli castani che indossa una giacca nera.
Opal Yang consiglia gli investitori su come cercare di recuperare le ingenti somme che hanno perso.(hv notizie)

“Ho incontrato molti clienti, sono altamente istruiti e sono investitori molto esperti. In realtà hanno fatto molta due diligence su quell’investimento e quindi sul giornale sembra molto legittimo”, ha detto.

Ma ci sono stati segnali di allarme: nel 2017, i dipendenti dell’ufficio di Shanghai sono stati presi in ostaggio da investitori arrabbiati che hanno perso i loro soldi.

“Pensavamo che i nostri soldi fossero protetti”

Jan Fan, residente a Melbourne, non è stato coinvolto in quelle scene. Fa parte di un gruppo di quasi 500 investitori e sostenitori impegnati in una chat di gruppo privata sui social media su come seguire i siti Web del fondo.

“Tutti vogliono sapere dove sono finiti i soldi e perché sta accadendo; pensavamo che i nostri soldi fossero protetti”, ha detto.

Ha detto di aver presentato un reclamo per circa $ 800.000 persi dalla società australiana.

“È davvero stressante, specialmente nella prima metà dell’anno, non riuscivo a dormire affatto, dovevo fare consulenza… Era solo, ‘Sono un sacco di soldi’”, ha detto.

La signora Fan viveva a Shanghai quando un amico le si avvicinò per investire in un prodotto noto come U-Plus, che prometteva un interesse superiore al 9% ogni anno.

Donna asiatica che indossa una giacca viola con occhiali neri.
Jan Van ha perso quasi $ 800.000 con Union Standard.(ABC News: Andrew Altry Williams)

I materiali promozionali mostrano che la società è regolamentata dall’ASIC e che i fondi degli investitori saranno tenuti al sicuro nei conti della Commonwealth Bank.

Ma nella loro relazione ai creditori, i liquidatori hanno affermato che il denaro detenuto in custodia per gli investitori al momento della loro nomina ammontava a 6 milioni di dollari, una frazione di quanto gli investitori dichiaravano di dover.

“Hanno distrutto la fiducia di tutti nell’investire in Australia”, ha detto la signora Fan.

“L’unico motivo per cui inizialmente hanno investito in questo prodotto è per la reputazione che hanno nel settore e ora è completamente distrutto perché quando le cose vanno in pezzi, non c’è nessuno lì per noi.”

Zhou Decai, residente in Cina, ha perso mezzo milione di dollari di risparmi quando un ex compagno di classe gli ha fatto conoscere l’investimento.

“Ero devastato e non sono riuscito a superarlo per molto tempo”, ha detto, “ha avuto un enorme impatto sulla mia vita e su quella della mia famiglia. È più della metà del mio patrimonio totale”.

La signora Yang ha detto che molti investitori hanno dovuto ipotecare le loro case a causa delle perdite.

“Finora, non c’è molto aiuto. Quindi sono davvero disperati”, ha detto.

Sarah Court, vicepresidente di ASIC, ha affermato che ASIC ha revocato la licenza per i servizi finanziari concessa da USG.

Ha affermato che l’ASIC stava cercando ingiunzioni del tribunale affinché USG restituisse i depositi netti dei suoi clienti.

Guadare 7.30Dal lunedì al giovedì dalle 19:30 ABC vista e televisione ABC

Leggi la storia in cinese: 阅读 中文 版

Scarica il modulo…

READ  Il mostro di Wayne Cousins ​​in tribunale