Settembre 23, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli hacker bloccano il sistema di prenotazione delle vaccinazioni contro il Covid-19 in Italia

Cecilia Fabiano / La Presse / AP

Nicola Zingaretti, presidente della Regione Lazio, ha rivolto domande sull’attacco informatico durante una conferenza stampa a Roma lunedì.


Roma
CNN

Una fonte della polizia italiana anti-cybercrimine ha detto alla CNN lunedì che gli hacker hanno attaccato e bloccato il sistema italiano di prenotazione delle vaccinazioni contro il Covid-19, nel peggior attacco informatico che il servizio sanitario del paese abbia mai visto.

Aperta un’inchiesta sull’attacco “gravissimo” al sistema informatico del ministero della Salute nel Lazio, una delle regioni più popolose d’Italia e sede della capitale, Roma, secondo una fonte delle Poste e delle Comunicazioni Polizia, che indaga sulla criminalità informatica.

L’attacco, compiuto da ignoti, è iniziato nelle prime ore di domenica mattina, in un comunicato diffuso dal ministero della Sanità regionale. L’attacco, secondo gli inquirenti, è probabilmente ancora in corso.

Lunedì l’assessore regionale alla Sanità del Lazio, Alessio D’Amato, ha confermato che oltre 500.000 cittadini che hanno già prenotato i vaccini Covid-19 fino al 13 agosto potranno ancora vaccinarsi.

“I tecnici stanno lavorando per riattivare in sicurezza le nuove prenotazioni e nessun dato è stato rubato”, ha detto D’Amato in un post sulla pagina Facebook ufficiale del distretto.

Parlando in conferenza stampa lunedì, D’Amato ha aggiunto, descrivendo l’attacco come “l’attacco informatico più pericoloso di sempre contro una pubblica amministrazione italiana”.

Le autorità locali hanno affermato di aver ricevuto una richiesta di riscatto generale, ma nessuna ulteriore richiesta.

La fonte del crimine informatico ha affermato che l’attacco malware ha utilizzato un “crypto locker” per crittografare i file e bloccare tutte le attività del sistema, incluso il centro di prenotazione dei vaccini Covid-19.

READ  I paesi dell'Unione Europea concordano dodici piani di ripresa epidemica

La fonte investigativa ha detto alla CNN che, a causa del tipo di attacco, i file crittografati potrebbero rimanere corrotti mentre il malware continua a diffondersi nel sistema.

Questo perché le “parti infette” sono state isolate; Ma la fonte ha affermato che la “porta d’ingresso” per il virus non è stata ancora determinata, il che significa che l’attacco potrebbe essere rilanciato.

Gli investigatori, che non sono stati in grado di identificare gli aggressori, affermano che i dati sanitari sensibili, tra cui quello del presidente Sergio Mattarella e del primo ministro Mario Draghi, non sono stati compromessi dagli hacker.

La Procura di Roma ha definito i reati “accesso non autorizzato” e “gravi danni al sistema informatico”.

Intervenuto in conferenza stampa, il presidente della Lazio Nicola Zingaretti ha affermato che i colpevoli, pur non essendo stati identificati, provenivano “da un paese straniero”.

Zingaretti ha affermato che i servizi di emergenza continuano a funzionare come al solito e si è scusato con i cittadini per i ritardi in altri servizi poiché gli operatori tecnologici hanno continuato a prevenire la diffusione di ulteriori attacchi.