Novembre 30, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli ex leader europei si dimettono dai consigli aziendali russi

Gli ex primi ministri di Italia e Finlandia e l’ex cancelliere austriaco hanno rassegnato le dimissioni dai consigli di amministrazione delle società russe giovedì dopo l’invasione militare a tutto campo dell’Ucraina da parte di Vladimir Putin.

Matteo Renzi, l’ex primo ministro italiano e senatore del partito centrista Viva, si è ritirato da Delimmobile, il più grande servizio di car sharing della Russia, fondato dall’uomo d’affari italiano Vincenzo Trani, in risposta all’azione militare russa.

Renzi ha dichiarato al Financial Times di aver inviato un’e-mail al consiglio di amministrazione di DeleMobile giovedì mattina informando le sue dimissioni con effetto immediato.

Esko Aho, l’ex primo ministro finlandese, ha lasciato il consiglio di amministrazione di Sberbank, la più grande banca russa, dove ha lavorato per sei anni come amministratore indipendente e membro del consiglio di sorveglianza. Aho ha detto che la sua scelta personale non ha nulla a che fare con la banca.

“È una mia decisione personale, la mia conclusione personale”, ha detto. “Ho visto le sfide nel mio ruolo a causa delle sanzioni, ovviamente sarà difficile partecipare attivamente al processo”.

Sberbank ha rifiutato di commentare la sua decisione.

Christian Kern, un ex cancelliere austriaco, ha dichiarato di essersi dimesso giovedì mattina dal consiglio di amministrazione delle ferrovie russe (RZD) con effetto immediato.

“L’RZD ora fa parte della logistica di guerra russa”, ha detto Kern al quotidiano austriaco Der Standard, aggiungendo: “Sono profondamente dispiaciuto per questo… i miei pensieri sono con le vittime di questa sciocca aggressione”.

Karin Kneissl, ex ministro degli Affari esteri dell’Austria; e l’ex cancelliere Gerhard Schroeder sono entrambi membri del consiglio di amministrazione di Rosneft. Christian Kern, ex cancelliere austriaco, ha rassegnato le dimissioni dal consiglio di amministrazione delle ferrovie russe © AP/AFP/Getty Images/EPA

Anche Nadia Kristina Wells e Natalie Alexandra Braginsky-Monnier hanno rassegnato le dimissioni dal consiglio di Sberbank giovedì. “[The board members] Sono considerati pensionati dal consiglio di sorveglianza [on] La banca ha dichiarato in una dichiarazione il 24 febbraio 2022, sulla base di richieste personali.

Ernesto Ferlingi, capo di Eni in Russia, ha rassegnato le dimissioni giovedì dalla carica di membro del consiglio di amministrazione di Federal Grid, operatore e direttore del sistema di trasmissione unificato dell’energia elettrica della Russia, ha detto al Financial Times un portavoce della compagnia petrolifera italiana .

Le dimissioni sottolineano la pressione sui membri dell’élite politica e imprenditoriale occidentale seduti nei consigli di amministrazione dei conglomerati russi mentre il presidente Vladimir Putin ha lanciato quella che potrebbe essere la più grande operazione militare in Europa dalla seconda guerra mondiale.

Gli ex politici europei e altri funzionari governativi associati ai consigli aziendali russi includono l’ex cancelliere tedesco Gerhard Schroeder, membro del consiglio della compagnia petrolifera russa di proprietà statale Rosneft ed è stato nominato per entrare a far parte del consiglio di Gazprom, il fornitore russo di gas.

Schroeder ha detto su LinkedIn che la guerra dovrebbe finire il più rapidamente possibile. “Questa è responsabilità del governo russo”, ha detto.

L’ex cancelliere tedesco ha affermato che sono stati commessi “molti errori” nelle relazioni tra Russia e Occidente “da entrambe le parti”, ma ha aggiunto: “Nemmeno gli interessi di sicurezza russi giustificano l’uso di mezzi militari”.

Ha detto che le sanzioni sono necessarie, ma “i restanti legami politici, economici e della società civile tra Europa e Russia” non dovrebbero essere interrotti. “Nonostante la tragica situazione in cui ci troviamo oggi, questi legami sono alla base della speranza che tutti abbiamo: che il dialogo sulla pace e la sicurezza nel nostro continente sia nuovamente possibile”, ha affermato.

François Fillon, ex primo ministro francese, è membro del consiglio di amministrazione del gruppo petrolchimico Sibur e del gruppo petrolifero statale Zarubezhneft. Fillon ha dichiarato giovedì in una dichiarazione di aver condannato l’uso della forza in Ucraina, ma ha anche aggiunto di aver anche avvertito per anni che l’Occidente non stava prendendo abbastanza sul serio le preoccupazioni russe sull’espansione della NATO.

“Questa situazione di oggi ci ha portato a un confronto pericoloso che avrebbe potuto essere evitato”, ha detto Fillon. Ha elogiato i recenti sforzi diplomatici francesi sulla Russia e ha affermato che dovrebbero continuare.

François Fillon, a sinistra, siede bicameralmente, mentre il CEO di BP Bernard Looney, al centro, e il suo predecessore Bob Dudley sono entrambi direttori di Rosneft © EPA/Bloomberg

Karin Kneissl, ex ministro degli Affari esteri austriaco, è membro del consiglio di amministrazione di Rosneft. E Trani, fondatore di Delimobil, è anche presidente della Camera di Commercio Italo-Russa, il gruppo che il mese scorso ha promosso un incontro tra Putin e gli imprenditori italiani. La società di car sharing avrebbe dovuto diventare pubblica alla fine dello scorso anno, ma la quotazione è stata posticipata a causa delle accresciute tensioni geopolitiche.

Gli amministratori delegati occidentali, tra cui Bernard Looney, amministratore delegato di BP, e Matthias Warnig, presidente di Nord Stream 2, sono anche membri dei consigli di amministrazione di società russe.

Looney è il preside di Rosneft, così come Bob Dudley, l’ex CEO di BP.

Warnig è Presidente del Consiglio di Amministrazione di Transneft, operatore di gasdotti, ed è membro del Consiglio di Sorveglianza di VTB Bank.

Lord Parker of Battle, ministro del clima sotto l’ex primo ministro britannico David Cameron, gestisce la società madre di Rosal En+En+.

Rapporti aggiuntivi di Neil Hume a Londra, Richard Milne a Oslo, Erika Solomon e J. Chazan a Berlino

Video: la Russia inizia la sua invasione dell’Ucraina

READ  4 persone muoiono dopo che il ghiacciaio alpino colpisce gli escursionisti