Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gli animali provano emozioni e sentimenti paragonabili ai nostri?

Sarai anche interessato


[EN VIDÉO] Intelligenza animale: l’elefante sarà consapevole del suo corpo
Un elefante asiatico ha brillantemente superato un test di intelligenza che un bambino di due anni fallisce: non puoi tirare un tappeto se ci sei sopra. L’esperimento, condotto da Think Elephants International, ha mostrato che l’elefante è consapevole del proprio corpo, come evidenziato dal test dello specchio. Un’abilità rara nel mondo animale.

Sapevi che i sentimenti sono diversi dai sentimenti? Questo è ciò che ci dicono gli scienziati. Gioia, tristezza, rabbia e paura questo emozioni. Reazioni fisiologiche immediate, brevi e irrazionali a una situazione. noi abbiamo cervelloTutto accade a livello dell’amigdala. È quel piccolo elemento nascosto nel nostro cervello limbico – La parte più antica del nostro cervello, la sede delle nostre emozioni – che comanda il rilascio diormone risposta ad uno stimolo. Poi, è il nostro corpo che ci mette dentro un movimento. Di fronte a un ragno, ad esempio, indietreggia o piange.

I sentimenti sono unici per ognuno di noi. Si basa sulle nostre rappresentazioni mentali. Può continuare nel tempo. Corrisponde soprattutto a un processo complesso che si svolge nel Forfora. Il Cosa cenere. Questa è l’area del cervello in cui si svolgono funzioni come la memoria, il pensiero, il linguaggio o la consapevolezza. E poi è a questo livello che rabbiache è già un’emozione che, se repressa, può trasformarsi in odio, che è un sentimento.

Ma allora, gli animali sono in grado di testare le emozioni? qui grande domanda all’interno della comunità scientifica. C’è da dire che, per più di quarant’anni, i ricercatori hanno discusso per primi la questione delle emozioni. Oggi, gli scienziati comportamentali suggeriscono che l’emozione ha tre componenti. In primo luogo, ha una componente fisiologica che determina come il corpo reagisce a uno stimolo. Poi c’è la componente comportamentale che ti permette di esprimere i tuoi sentimenti. Infine, c’è ancora una componente cognitiva che porta a una scelta particolare. Su questa base, i ricercatori hanno dimostrato che molte specie animali provano emozioni. Le misurazioni fisiologiche – come la frequenza cardiaca – o le osservazioni comportamentali – posizione dell’orecchio o posizione della coda – possono dirlo agli scienziati. Ci sono prove, ad esempio, che gli elefanti si sentono tristi di fronte alla perdita di uno. I cani provano gioia quando il loro essere umano torna a casa dopo una giornata di lavoro.

READ  AP-HP vuole diventare il leader nell'e-health

La consapevolezza di sé e degli altri è al centro del problema

Quando si tratta di sentimenti, le cose si complicano. Perché, per definizione, sono in una certa misura l’interpretazione soggettiva delle emozioni. Nascono dal fatto che siamo in grado di identificare le cause e gli effetti delle emozioni. Per i ricercatori che studiano l’uomo, c’è la possibilità di porre domande – il tutto a rischio di ottenere risposte socialmente accettabili o semplicemente sbagliate, perché non sempre è chiaro identificare correttamente anche i suoi sentimenti. Ma gli animali stessi non sono in grado di rispondere.

E se il segreto dei sentimenti sta alla fine nella capacità di coglierli cosciente? Forse un po’ di più nella capacità di abbracciare il punto di vista degli altri? Questa è l’ipotesi sostenuta da alcuni scienziati comportamentali. Ma ci sono animali che ora sono noti per essere consapevoli dei loro corpi. È anche noto per copiare e interpretare i sentimenti degli altri, condividere i loro desideri e persino capire cosa pensano gli altri. Sì sì, avete letto bene. Esperimento eseguito grandi scimmie, i nostri cugini stretti, ovviamente, ma è stato fondamentale. Hanno dimostrato di essere in grado di capire bleive sbagliate. Quell’uomo sta cercando qualcosa nell’ultimo posto in cui l’ha visto. Anche se le scimmie hanno visto il movimento dell’oggetto in questione.

Per scoprire se e come gli animali interpretano soggettivamente le loro emozioni in sentimenti, i ricercatori dovranno ancora condurre ulteriori studi. Gli studi multi-metodo possono combinare osservazioni comportamentali e cognitive, dati neurofisiologici e ormonali, ad esempio. Nel frattempo, gli scienziati comportamentali suggeriscono l’ipotesi che gli animali siano davvero benedetti dai sentimenti, fino a prova contraria. Se non altro per poter soddisfare al meglio le loro esigenze. Suggerimento…non troppo stupido!