Luglio 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Giorgio Chiellini “voleva davvero rimettere a posto le cose” dopo il disastro dell’Italia del 2018 – Sport News, Firstpost

Nonostante abbia giocato più di 100 partite e condiviso più vittorie che sconfitte, la carriera di Giorgio Chiellini in Italia è stata segnata dalla delusione quando ha più significato.

L’italiano Giorgio Chiellini durante una sessione di allenamento per la squadra nazionale allo Stadio Olimpico di Roma. AP

Roma: Eliminazione dal primo turno dei Mondiali 2010. Sconfitta sbilanciata contro la Spagna nella finale degli Europei 2012. Vittima del morso di Luis Suarez ai Mondiali 2014, conclusasi con un’altra eliminazione dal primo turno. Una sconfitta ai rigori contro la Germania a Euro 2016.

Nonostante abbia giocato più di 100 partite e condiviso più vittorie che sconfitte, la carriera di Giorgio Chiellini in Italia è stata segnata dalla delusione quando ha più significato.

Niente è più grande di un’imbarazzante mancata qualificazione per la Coppa del Mondo 2018.

La devastante sconfitta contro la Svezia ai playoff di quasi quattro anni fa ha segnato la fine di un’era per giocatori come Gianluigi Buffon, Andrea Barzagli e Daniele De Rossi.

Chiellini ha preso seriamente in considerazione anche il ritiro dalla nazionale dopo quella sconfitta allo stadio San Siro di Milano.

Invece, il 36enne difensore centrale ha subito una serie di infortuni al capitano dell’Italia durante un perfetto girone di qualificazione all’Europeo – 10 vittorie in 10 partite – e ora guida gli Azzurri alla gara d’esordio di Euro 2020 contro la Turchia venerdì. 27 partite consecutive senza sconfitte e nuovo ottimismo.

“Vogliamo davvero fare le cose per bene e rendere l’Italia di nuovo un contendente per un grande torneo internazionale”, ha detto Chiellini giovedì. Perché quella sconfitta di Milano con la Svezia è qualcosa che ci resta dentro e non si cancella.

READ  Scacchi musicali (StoreyBoard Entertainment)

“Ma penso che negli ultimi anni abbiamo fatto un buon lavoro nel trasformare quella delusione in tanto entusiasmo e voglia di fare bene. … Sono passati cinque anni da quando l’Italia ha sperimentato questo. Lo sappiamo e possiamo davvero non vedo l’ora di uscire e condividere questi sentimenti insieme. “.

Anche se sembrava improbabile dopo aver saltato la Coppa del Mondo in Russia, l’Italia entra in questo torneo con grandi aspettative.

Gli Azzurri hanno vinto otto partite consecutive senza subire gol e hanno segnato 20 reti inviolate in 32 partite da quando Roberto Mancini è subentrato a Gian Piero Ventura dopo aver sconfitto la Svezia.

“E’ bello che i tifosi abbiano quel tipo di entusiasmo”, ha detto Mancini. “Sappiamo cosa dovremo affrontare. Sarà una partita di calcio ed è importante divertirsi e offrire intrattenimento”.

Lo Stadio Olimpico sarà pieno per il 25 per cento della partita, rappresentando per un anno e mezzo il pubblico più numeroso d’Italia.

“È un peccato che non abbiamo uno stadio pieno, ma avremo 16.000 persone lì, anche se molti di loro sono tifosi della Turchia”, ha detto Mancini. “Un completo Olympique sarebbe come avere un 12esimo uomo. Ma è sicuramente un passo nella giusta direzione”.

Mentre Mancini non ha rivelato alcun dettaglio sulla sua squadra, ha suggerito che non fa differenza se Ciro Immobile o Andrea Belotti sono in posizione offensiva. La coppia ha ruotato al centro di recente, anche se Immobile dovrebbe ottenere il cenno del capo per l’apertura.

“Alla fine, se entrambi fanno quello che sanno fare – segnare, giocare per la squadra e combattere – questa è la chiave”, ha detto Mancini.

READ  Ultime notizie su Euro 2021: Turchia e Italia danno il via al torneo rinviato

Mancini però si aspettava una lunga notte prima della partita.

Disse: “Spero di dormire”. “Sarà sicuramente una notte come nessun’altra. Spero che possiamo continuare ad arrivare al punto in cui non dormo fino al 9 o 10 luglio”.

La finale è in programma l’11 luglio al Wembley Stadium di Londra, che farà da cornice alla finale di Chiellini con la Nazionale.

Anche Chiellini ha faticato a vincere una Coppa dei Campioni con il suo club, avendo perso due volte la finale di Champions League con la Juventus.

Gli è stato chiesto se fosse un buon momento per portare a casa gli elettrodomestici.

“Parliamone, se arriviamo alla finale di Wembley”, ha detto Chiellini.