Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Giorgia Meloni e la Confraternita di estrema destra in Italia guidano il voto

Leader politico dei Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni.

Marco Cantell | Razzo leggero | Getty Images

Gli italiani stanno per eleggere la prima donna premier del Paese e il primo governo di estrema destra dalla fine della seconda guerra mondiale.

Secondo un sondaggio di domenica, il partito Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia) riceverà dal 22,5% al ​​26,5% dei voti. Il partito è in un’ampia alleanza di destra con la Lega, guidata da Matteo Salvini, Forza Italia guidata da Silvio Berlusconi e un partner secondario della coalizione, Noi Modrati.

La coalizione dovrebbe ottenere dal 41% al 45% dei voti, secondo gli exit poll, che è sufficiente per ottenere una maggioranza parlamentare, mentre il blocco di centrosinistra riceverà dal 22,5% al ​​26,5% dei voti. Le prime aspettative sui risultati effettivi sono previste lunedì mattina.

Raggiungere il consenso politico e consolidare qualsiasi alleanza potrebbe richiedere settimane e un nuovo governo potrebbe salire al potere solo in ottobre.

Il Partito dei Fratelli d’Italia di Melonii è stato creato nel 2012, ma le sue radici risalgono al movimento neofascista in Italia nel 20° secolo emerso dopo la morte del leader fascista Benito Mussolini nel 1945. Il discorso di Melonii del 2019 l’ha aiutata a diventare un nome familiare quando lei era DJ è ignaro. Ha remixato i suoi testi (“Sono Georgia, sono donna, sono madre, sono italiana, sono cristiana”) in un brano di musica dance, che è diventato virale.

Dopo aver ottenuto il 4% dei voti alle elezioni del 2018, i fratelli italiani e Meloni hanno sfruttato la loro posizione di opposizione per lanciarsi nel mainstream. Meloni ha adottato misure importanti per fare appello a una maggioranza di centrodestra più moderata nella società italiana e affermare di aver liberato il suo partito dagli elementi fascisti.

READ  Le artiste donne dominano per la prima volta la Biennale di Venezia

L’incumbent, Mario Draghi, un tecnocrate molto amato che è stato costretto a dimettersi a causa di lotte politiche interne a luglio, rimane al potere e svolge un ruolo temporaneo. Le elezioni anticipate di domenica nella terza economia più grande dell’Unione Europea arrivano con sei mesi di anticipo rispetto al previsto.

Le elezioni sono seguite da vicino a Bruxelles mentre la regione europea è alle prese con la guerra in Ucraina, una crisi energetica e una spirale di inflazione. I fratelli in Italia hanno ribaltato la loro opposizione all’euro, ma sono favorevoli alla riforma dell’Unione Europea per renderla meno burocratica e meno influente sulla politica interna.

Sul piano economico, ha rinviato alla posizione della coalizione di centrodestra secondo cui il prossimo governo dovrebbe tagliare le tasse sulla vendita di alcuni beni per alleviare la crisi del costo della vita, e ha affermato che l’Italia dovrebbe rinegoziare i fondi per la ripresa del Covid-19 con l’Unione Europea.

Il partito era filo-NATO, filo-ucraino e sosteneva le sanzioni anti-russe.

– Holly Eliat della CNBC ha contribuito a questo articolo.

Questa è una notizia dell’ultima ora, per favore ricontrolla più tardi per ulteriori informazioni.