Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Galago. Azone Festival: la scienza è in vacanza

primario
21-24 agosto, conferenze e attività esplorano l’astronomia, le api e l’ambiente.

Catherine e Pierre, gli organizzatori, spiegano.Le conferenze sono aperte a tutti, è davvero una cultura scientifica, una promozione da parte di esperti per tutti, qualunque sia il loro livello. E il posto è comodo per uno scambio con gli studiosi: l’atmosfera è rilassata, il dialogo favorisce, i relatori sono un piacere scoprire la Val d’Azun, è un po’ una vacanza! “

Nato dall’incontro, a Gaillagos, di Sylvie Vaucler, un’astrofisica, e Hervé Le Treut, uno scienziato del clima, questo festival ha continuato a crescere dal 2017: più conferenze, apertura ai temi ambientali, mostre e laboratori per bambini e artigiani . Giunto alla sua sesta edizione, il Festival di Azzoun si apre con un concerto domenica, prima di tre giornate tematiche: Astronomia e Astrofisica lunedì 21 agosto, con conferenze, un film e osservazione delle stelle; Martedì le api, con due escursioni intorno alla biodiversità e alla foresta (previa registrazione tramite sito web) e tre conferenze, di cui una di Pascal Jacquier, apicoltore di Bonn; Ambiente e Clima mercoledì con tre conferenze. “Per affrontare questo argomento, volevamo iniziare con la geopolitica, la vita civile e i modi per attuare le trasformazioni necessarie per ridurre e adattarsi ai cambiamenti climatici”, spiega Pierre. “L’anno scorso, un centinaio di persone hanno partecipato alle conferenze. C’erano così tante domande che ora ci concediamo due ore per avere il tempo di rispondere”.

Gaston, il camioncino

Martedì e mercoledì, dalle 10:30 alle 18, Les Petits Débrouillards, in tour con Gaston, il camion, presenta attività scientifiche, sfide, esperimenti, discussioni e mostre su acqua, pascolo, biodiversità, cambiamenti climatici, ecc.

READ  La politica sanitaria di Macron/Ferran è pericolosa per la salute di tutti!

In periferia e nel municipio ci sono due gallerie, una doppia esposizione di api e una di immagini di fiori dei Pirenei, accompagnate da poesie di bambini del paese dei balocchi. Durante il festival, artigiani (legno, ceramica, gioielli, lana, tessitura, ecc.), la biblioteca di Le Kairn e il restauro di Cynthia.