Luglio 2, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Gabby Petito: Il taccuino di Brian Laundrie rivela che si è assunto la responsabilità della morte

Il taccuino di Brian Laundrie ha rivelato che si è assunto la responsabilità della morte del fidanzato Gabby Petito, secondo l’FBI.

Il taccuino di Brian Laundrie ha rivelato che si è assunto la responsabilità della morte di Gabby Petito prima di togliersi la vita, secondo l’FBI.

In un dichiarazione rilasciata venerdì, l’agenzia ha detto che nessun altro era coinvolto oltre al suo fidanzato Laundrie, 23 anni.

“Tutte le logiche fasi investigative sono state concluse in questo caso”, ha affermato l’agente speciale in carica Michael Schneider dell’FBI Denver nella dichiarazione condivisa su Twitter.

“L’indagine non ha identificato nessun altro individuo, oltre a Brian Laundrie, (che sarà) direttamente coinvolto nella tragica morte di Gabby Petito”.

Trasmetti in streaming più di 20 fonti di notizie globali e locali con Flash, il più grande servizio di streaming di notizie dell’Australia. Nuovo su Flash? Prova 14 giorni gratis >

all’FBI, nel taccuino di Laundrie sono state trovate dichiarazioni scritte – uno degli oggetti trovati vicino ai suoi resti – che rivelavano che rivendicava la responsabilità della morte di Petito, WFLA rapporti.

“Dopo ulteriori ricerche nell’area, gli investigatori hanno trovato resti umani successivamente confermati essere il signor Laundrie, insieme a uno zaino, un taccuino e un revolver. Una revisione del taccuino ha rivelato dichiarazioni scritte del signor Laundrie che rivendicavano la responsabilità della morte della signora Petito”, si legge nella dichiarazione.

Laundrie aveva inviato messaggi di testo tra il suo cellulare e quello della signora Petito nei giorni successivi al suo strangolamento la scorsa estate nel tentativo di far rispettare la legge “per ingannare la legge dando l’impressione che la signora Petito”. Petito era ancora vivo.

READ  GUARDA LIVE: la conferenza stampa di oggi di Stephen Marshall con l'aggiornamento COVID-19 in South Australia dopo la riunione di emergenza

Il 22enne è scomparso alla fine dell’anno scorso durante un viaggio attraverso il paese con Laundrie. Il suo corpo è stato trovato il 19 settembre in un campeggio del Wyoming, con un’autopsia che ha stabilito che era stata strangolata.

L’FBI ha dichiarato che il suo obiettivo principale durante l’indagine era rendere giustizia alla signora Petito e alla sua famiglia.

“Il ruolo del pubblico nell’aiutarci in questo sforzo è stato inestimabile, poiché l’indagine è stata coperta dai media di tutto il mondo”, si legge.

“A nome dell’FBI, voglio esprimere il mio più profondo apprezzamento al pubblico per le migliaia di suggerimenti che sono stati forniti durante l’indagine e far rispettare i nostri partner legali locali, statali e federali per il loro lavoro durante l’indagine”.

Anche la famiglia della signora Petito, che ha incontrato l’FBI a Tampa giovedì, ha rilasciato una dichiarazione tramite il proprio avvocato poco prima che la polizia annunciasse le sue scoperte.

Ha rivelato che “non avevano dubbi” sul fatto che Laundrie l’avesse uccisa.

“Apprezziamo davvero gli sforzi diligenti e scrupolosi dell’FBI in questo caso estremamente complicato. La qualità e la quantità dei fatti e delle informazioni raccolte dall’FBI non lasciano dubbi (che) Brian Laundrie abbia ucciso Gabby”, si legge nella dichiarazione.

L’FBI ora lavorerà per chiudere le indagini.

La signora Petito è stata dichiarata scomparsa dai suoi genitori l’11 settembre dopo che il suo fidanzato, Brian Laundrie, è tornato dal loro viaggio attraverso il paese a casa sua a North Port senza di lei.

È stata organizzata una ricerca in un’area remota all’interno del Grand Teton National Park e della Bridger-Teton National Forest.

READ  Il ceppo sudafricano dichiarato 'allarmante', chiamato Omicron

Laundrie, 23 anni, era tornata a casa dei suoi genitori a Flordia da sola, dove si era rifiutato di parlare l’ultima volta che l’aveva vista.

Divenne rapidamente l’unica persona interessata al caso prima di scomparire anche lui.

Invece, il 14 settembre, il signor Laundrie ha rilasciato una dichiarazione tramite un avvocato in cui affermava che mentre la ricerca della signora Petito era in corso nel Wyoming, lui ei suoi genitori sarebbero rimasti “in secondo piano” delle indagini.

In risposta, anche i genitori della signora Petito – Nichole Schmidt e Joe Petito – rilasciano una dichiarazione in cui accusa Laundrie di essersi rifiutata di dire loro quando e dove ha visto la loro figlia per l’ultima volta.

Il 17 settembre, i genitori del signor Laundrie hanno informato la polizia che il figlio era scomparso da tre giorni dopo aver detto che stava andando a fare un’escursione nella Carlton Reserve, a nord della loro casa a North Port.

Il 19 settembre 2021, dopo due giorni di caccia all’uomo per Laundrie, una squadra di ricerca ha individuato i resti della signora Petito nell’area del campeggio disperso di Spread Creek, vicino a dove lei e Laundrie erano state viste insieme.

La signora Petito, 22 anni, è stata trovata circa tre settimane dopo la sua ultima comunicazione nota, ha affermato l’FBI in una nota.

I resti di Laundrie sono stati poi trovati in una vicina riserva naturale il 20 ottobre. Un medico legale ha successivamente stabilito che è morto per una ferita da arma da fuoco autoinflitta.