Ottobre 1, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

François Legault vuole creare un fondo per la salute dei corpi idrici

Il primo ministro François Legault ha promesso che se il suo partito sarà rieletto, creerà un fondo di 650 milioni di dollari per la salute dei vari specchi d’acqua del Quebec.

François Legault ha osservato che parte di questo finanziamento proverrà “dall’aumento delle royalties delle industrie che utilizzano la nostra acqua”, spiegando che dobbiamo “inviare un segnale” che l’acqua è importante e che dobbiamo ridurre gli sprechi. industria dell’acqua.

Dal 2011 le industrie che prelevano o utilizzano 75 metri cubi o più di acqua al giorno devono pagare una quota.

Il “fondo blu” consentirà il finanziamento di misure attuali, ma anche di nuove iniziative, perché “i nostri laghi, fiumi e fiumi mancano di amore”, come ha osservato martedì mattina il primo ministro ai margini di Saint-Fe-Trois-Rivieres.

Sarà utilizzato in particolare per combattere le piante invasive, introdurre un nuovo programma per portare a livello standard i singoli impianti sanitari, migliorare il finanziamento della rete di monitoraggio volontario dei laghi, creare un programma per pulire le spiagge, prevenire la carenza d’acqua, migliorare le proprietà della formazione degli scarichi comunali e sostenere gli agricoltori nella rivegetazione delle fasce fluviali e finanziamenti per la ricerca sull’acqua.

Il Primo Ministro ha osservato che con “decine di migliaia di fiumi e più di tre milioni di specchi d’acqua, il Quebec ha il 3% delle riserve di acqua dolce rinnovabile del pianeta”, ma “ci sono vari problemi che influiscono sull’accesso e sulla qualità.

Ad esempio, l’Alliance Avenir Québec (CAQ) osserva in un comunicato stampa che “la disponibilità di acque sotterranee varia a seconda delle regioni del Quebec e in base alle condizioni climatiche”, quindi i comuni stanno sperimentando sempre più carenze idriche.

READ  Corona virus in Francia: risultati per questo sabato 26 giugno

“Quando cammino per il Quebec, ci sono regioni o sottoregioni in cui abbiamo paura che l’acqua finisca, quindi dobbiamo fare ricerche per prevenirlo e agire”, ha detto François Legault.

Il CAQ giustifica la creazione di questo fondo anche per il fatto che il profilo degli inquinanti nelle acque reflue nelle principali città e municipalità del Quebec è incompleto, e quindi è necessario investire e finanziare la ricerca su questo argomento.

Laghi e fiumi devono anche fare i conti con “piante acquatiche aliene invasive, livelli eccessivi di fosforo e attacchi di alghe blu-verdi, per non parlare degli effetti crescenti del cambiamento climatico”, ma anche livelli elevati di pesticidi e degrado della biodiversità. Riassunto della “scatola blu”.

“Nel corso degli anni, potremmo aver dato troppo per scontata questa ricchezza. Dobbiamo stare più attenti alle nostre acque in Quebec. Quando vediamo siccità in Francia, Stati Uniti e Messico, ci rendiamo conto di quanto siano strategiche queste acque per il futuro”, ha affermato il Primo Ministro e Presidente del CAQ. .

François Legault ha fatto questa promessa elettorale accompagnato dal ministro dell’Ambiente, Benoit Charette, che ha sottolineato che “la protezione dell’acqua è una questione complessa che deve essere affrontata in molti modi”.

Il Primo Ministro era accompagnato anche dal Cancelliere dello Scacchiere Sonia Leibel, dal Ministro del Lavoro Jean Boulet e da altri candidati della regione.

Vediamo nel video