Agosto 9, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Francois Brown per la salute, Christophe Picchu per la trasformazione ambientale e Damien Abad hanno ringraziato

Atteso dalla battuta d’arresto subita da Emmanuel Macron e dalla sua famiglia nelle ultime elezioni legislative, la mattina di lunedì 4 luglio è stato annunciato il nuovo governo di Elizabeth Borne. Partenza dei ministri sotto il fuoco della giustizia, rafforzamento del ministero dell’Interno e delle prospettive, rinnovamento dei titoli: Revisione della manodopera del nuovo esecutivo.

Damianabad è atterrato

Un’indagine aperta dalla Procura di Parigi ha preso di mira il tentato stupro di Damienabad, che non ha mai potuto investire tranquillamente nel Ministero della Solidarietà e delle Persone con Disabilità. Il disertore di LR, l’ex capo dei deputati di destra, lascia il governo dopo un mese. Viene sostituito da Jean-Christophe Combe, Direttore Generale della Croce Rossa francese.

È stata anche oggetto di tre denunce, di cui due per stupro, nel corso del suo lavoro di ginecologa, il segretario di Stato Crisola Zacharopoulou, responsabile per lo sviluppo, la Francofonia e le partnership internazionali, ha mantenuto la sua posizione.

Sostituzione dei ministri sconfitti

Come concordato prima delle elezioni, i tre ministri che hanno perso alle ultime elezioni legislative hanno restituito i loro portafogli. Il ministro ad interim della Salute, Brigitte Bourguignon, cede il posto al dottor Francois Brown, capo del pronto soccorso dell’ospedale di Metz-Thionville e recentemente responsabile di una “missione urgente” per le emergenze.

Il sindaco di Angers Christophe Picchu è succeduto ad Amelie de Montchalin nella transizione ecologica e nella coesione regionale. Sarà accompagnato dal Segretario di Stato per gli Enti Locali: Caroline Caillou. Il segretario di Stato per il mare Justin Benin è stato sostituito dal vice rinascimentale Herve Perville.

READ  33 morti e 3.880 nuovi contagi in una settimana,

► Cambiare l’altoparlante

Il principale ministero dopo la maggioranza relativa dei deputati Macron, il portafoglio dei rapporti con il Parlamento sta già cambiando. Frank Riester succede a Olivier Veran.

L’ex ministro della Salute eredita il portavoce, fino ad allora affidato a Olivier Gregoire, ministro plenipotenziario a Percy incaricato delle piccole e medie imprese, dell’artigianato, del turismo e del commercio.

Ministero della Difesa e prospettive a sostegno

Servono equilibri parlamentari e il nuovo governo rafforza la posizione dei partner del Ministero della Democrazia e delle Prospettive. Accanto ai centristi entrano nel governo Genevieve Dariusc (Ministro Delegato al Ministro della Salute e della Solidarietà), Sarah El-Hairy (Gioventù e Servizio Nazionale Universale) e Jean-Noel Barrot (Ministro Plenipotenziario per gli Affari Digitali).

Dal partito dell’ex premier Edouard Philippe è entrata, come altri deputati di Insieme!, Agnès Fermin Le Bodo (Organizzazione regionale e professioni sanitarie). : Roland Lescure (industria), Olivier Becht (commercio estero), Bérangère Couillard (ecologia) e Patricia Mirallès (veterani).

L’ex comunista e poi socialista, che divenne un sostenitore di Emmanuel Macron, il sindaco di Clichy-Sous-Bois, Olivier Klein, divenne ministro plenipotenziario per l’edilizia abitativa e la città. Durante il primo mandato di cinque anni di Macron, Marilyn Schiappa torna al governo. Seguirà Matignon, responsabile dell’economia sociale e solidale e della vita comunitaria. Ministro delegato per l’Europa, eletto deputato a Parigi al forcipe contro Nupes, Clement Bonn è stato promosso ai trasporti. È stato sostituito da Lawrence Boone, capo economista presso l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico.

► Gabinetto da lunedì

Le principali classifiche del governo Bourne First mantengono le loro posizioni. Bruno Le Maire in Percy, Catherine Colonna in Affari esteri, Sebastien Licornu in Armies, Eric Dupond Moretti in Giustizia o Bab Ndiaye in Educazione nazionale.

READ  Standard di nichel: National Public Health mantiene il suo supporto per CAQ

Gerald Darmanin, ancora ministro dell’Interno, riacquista il portafoglio d’oltremare, che Yael Brown-Bevit ha abbandonato da quando ha assunto l’Assemblea nazionale. Sarà accompagnato dal ministro plenipotenziario per l’estero, il governatore Jean-François Karenco, attuale capo della Commissione di regolamentazione dell’energia.

Crisi di emergenza: Elizabeth Bourne rivela la sua “cassetta degli attrezzi” per l’estate

E poco investito, il nuovo governo si riunirà lunedì pomeriggio in Consiglio dei ministri. Il disegno di legge sulla salute dovrebbe essere presentato lì, per arrivare in commissione martedì all’assemblea.