Dicembre 7, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Forum Eurasiatico a Verona per discutere opportunità di sinergia tra Oriente e Occidente

VERONA, 27 ottobre (BELTA) – Belta ha appreso dagli organizzatori che il 14° Forum economico eurasiatico riunirà politici di spicco, uomini d’affari e personaggi pubblici di molti paesi europei e asiatici a Verona, in Italia, dal 28 al 29 ottobre.

I relatori principali parleranno di: l’ex Primo Ministro italiano ed ex Presidente della Commissione Europea Romano Prodi, ex Cancelliere della Germania, ora Presidente del Consiglio di Amministrazione di Rosneft Gerhard Schroeder, ex Capo del Governo Russo, ora Presidente del Consiglio dei Direttori di Gazprom Viktor Zubkov, Membro del Consiglio di Amministrazione (Ministro) per il Commercio della Commissione Economica Eurasiatica Andrey Slepnev, Ministro degli Affari Esteri del Qatar Mohammed bin Abdulrahman Al Thani, Ministro del Petrolio e del Gas Naturale dell’India Hardeep Singh Puri e altri politici. Rappresentanti delle autorità di diversi paesi. Le grandi aziende saranno rappresentate dal CEO di Rosneft, Igor Sechin, CEO di Novatek Leonid Mikhelson, Presidente del Consiglio di fondazione dello Skolkovo Institute of Science and Technology Victor Vekselberg, CEO di BP Bernard Looney, Senior Vice President di ExxonMobil Neil Chapman, Vicepresidente della Fondazione Rothschild Paolo Scaroni.

“L’evento si svolgerà di persona e solo pochi oratori si collegheranno tramite collegamento video”, hanno affermato gli organizzatori. I partecipanti discuteranno un’ampia gamma di questioni pratiche sostanziali di economia, finanza, sanità, ambiente, energia e innovazioni tecnologiche nel grande spazio dell’Eurasia, accomunate quest’anno dal tema: “L’Eurasia verso un nuovo assetto geopolitico, sociale ed economico : la transizione verso una nuova economia centrata sull’uomo”.

Il forum si aprirà con una sessione speciale intitolata “Cambiamenti strutturali nell’economia e futuro dell’energia”. La prima giornata del programma sarà dedicata alla transizione energetica, all’economia circolare e alla green economy. La seconda giornata includerà discussioni sull’impatto della pandemia sul settore bancario e finanziario, sull’innovazione tecnologica e sulla trasformazione digitale, nonché sul ruolo dell’industria farmaceutica nell’economia moderna e discussioni sul superamento del paradigma neoliberista.

READ  Banche italiane: le sofferenze sono un buon affare per gli investitori professionali

Il Forum economico eurasiatico sottolinea la necessità di subordinare la crescita economica ai bisogni della società, per raggiungere una maggiore uguaglianza sociale e un modello di sviluppo che metta le persone al centro dell’attenzione. È necessario superare il modello economico neoliberista e puntare su un’economia che tenga conto delle limitate risorse del pianeta. Abbiamo imparato negli ultimi due anni che lo sviluppo economico e il benessere sociale e ambientale devono andare di pari passo. Nel corso di due giorni a Verona, personaggi di grande potenza internazionale si confrontano su come Oriente e Occidente possono lavorare insieme per superare l’attuale situazione geopolitica ed economica”, ha affermato il presidente di Conoscere Eurasia e il presidente di Banca Intesa Antonio Fallico.

Il Forum Economico Eurasiatico di Verona è organizzato dall’Associazione Conoscere Eurasia, dalla Fondazione Roscongress e dal Forum Economico Internazionale di San Pietroburgo.