Settembre 25, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Federer si sottoporrà a un altro intervento al ginocchio. Gioca il futuro in dubbio

Il mondo del tennis ha aspettato 14 mesi che Roger Federer tornasse al Tour. Ho aspettato ma non mi sono fermato. La settimana in cui è tornato, nel marzo di quest’anno – dopo due interventi al ginocchio – Novak Djokovic ha esteso la sua presa sul numero uno del mondo a 311 settimane, battendo il record svizzero per la maggior parte del tempo trascorso nell’ambita posizione.

Federer ha guardato da bordo campo mentre i giocatori più giovani diventavano più forti, mentre i più anziani Djokovic (34) e Nadal (35) hanno continuato a vincere importanti Slam mentre lottava per rimettersi in forma. Colleghi e fan hanno salutato con gioia il suo ritorno. Ma il ritorno dello start and stop tremava in un altro crollo.

Nelle prime ore di lunedì mattina, il 40enne ha annunciato sui social che si sarebbe sottoposto ad un altro intervento al ginocchio. Poche ore dopo, il numero due del mondo Daniil Medvedev ha battuto il numero due del mondo Daniil Medvedev nel suo quarto weekend dell’ATP 1000 Masters (Canada Open) che ha visto Stefanos Tsitsipas superare Nadal per diventare il nuovo numero tre del mondo.

Le ruote del Nuovo Ordine Mondiale nel tennis si muovono da molto tempo. Il conteggio un tempo insostituibile di Federer di 20 titoli del Grande Slam è stato eguagliato sia da Djokovic che da Nadal. Non è più lo stalker. E una volta tornato, sarà lui a recuperare il ritardo.

Non la fine

Certamente per uno che ha ottenuto tutto quello che ha ottenuto, con un gioco così facile alla vista che una foto di lui che gioca un rovescio è stata paragonata all’arrivederci di una ballerina, quell’arrivederci non può venire da un letto d’ospedale.

READ  TIM riceverà la sponsorizzazione della Serie A dopo i 25 anni

Anche lui è tornato con successo una volta. Federer è tornato nel 2017 dopo un lungo divario per vincere l’Australian Open, poi ha difeso quella corona un anno dopo con il titolo di Wimbledon 2017 tra di loro. Torna all’età di 36 anni anche se è molto meno faticoso di 40.

Ma soprattutto, vuole tornare.

“Ho fatto molti controlli con i medici in ginocchio, ottenendo tutte le informazioni perché mi sono fatto più male durante la stagione sull’erba e Wimbledon”, ha detto Federer in un video caricato su Instagram.

“Questo non è solo un modo per andare avanti, quindi, purtroppo, mi hanno detto che nel medio-lungo termine per stare meglio, avrei avuto bisogno di un intervento chirurgico. Ho deciso di farlo… Sarò con le stampelle per diverse settimane e anche fuori del gioco per diversi mesi, quindi sarà dura ovviamente in qualche modo, ma allo stesso tempo so che è la cosa giusta da fare perché voglio essere sano, voglio correre più tardi anche di nuovo e voglio dare me stesso un barlume di speranza di tornare al Tour in qualche forma o forma”.

Il modo in cui Djokovic sta giocando quest’anno – ha raccolto i suoi primi tre Slam Slam della stagione portando il suo bottino a 20 – è anche il favorito per vincere il prossimo US Open. Se ciò dovesse accadere, per la prima volta dall’Open di Francia del 2009, Federer non avrebbe il record per la maggior parte dei titoli del Grande Slam vinti.

Giusto

Federer sapeva che il suo record sarebbe stato battuto. All’Open di Ginevra di maggio, ha detto: “Rafa e Novak vinceranno più titoli di me perché sono così bravi. Dopo quell’infortunio al ginocchio nel 2016, avrei avuto un altro grande e sono stato in grado di avere tre grandi giocatori Ho avuto il mio momento e ho sempre detto che tutto ciò che viene dopo 15 anni è stato un bonus.

READ  La Maserati GranTurismo EV sfida la Tesla Roadster

Per la prima volta nella sua carriera, rimarrà indietro rispetto ai suoi più grandi concorrenti, entrambi molto più piccoli.

L’ultima partita della stagione di Federer è stata il quarto di finale di Wimbledon, dove ha sentito tutta la potenza del giovane portiere. Il polacco Hubert Hurkacz, campione del Miami Masters e numero 11 al mondo, ha perso Federer per due set con solo il secondo svizzero “pane” (6-0) del ventunesimo secolo a soffrire – l’altro contro Nadal in la finale del Roland Garros 2008.

Se Federer sembrava a disagio nel match, il 24enne ce l’ha fatta. Sorprendentemente, dopo la vittoria, il polacco ha perso contro l’italiano Matteo Berrettini, che Federer ha imparato nel quarto round di Wimbledon nel 2019. Ma l’italiano è cresciuto rapidamente dopo aver perso contro Federer e ha raggiunto la sua prima finale del Grande Slam a Londra quest’anno. .

Poi ci sono personaggi del calibro (per citarne alcuni) di Alexander Zverev, Andrey Rublev, Denis Shapovalov, Tsitsipas e i 25enni, Medvedev e Berrettini, che hanno trovato un punto d’appoggio nel Tour e non rispettano la reputazione di Federer.

Il maestro svizzero, vincitore di 103 titoli nel singolare maschile – secondo solo a 109 Jimmy Connors – è attualmente al nono posto nel mondo. Ma questo è principalmente dovuto al congelamento degli ascolti a causa della pandemia. Ha otto giocatori davanti a sé, ma quando torna, più torna, la scala verso la vetta sarà più lunga e molto più difficile da scalare.