Giugno 14, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Eurovision riporta Covid-lite nei Paesi Bassi, Entertainment News & Top Stories

Rotterdam, Paesi Bassi (AFP) – Il maestoso glamour dell’Eurovision è tornato di nuovo, poiché gli olandesi hanno ospitato una versione sicura e in miniatura del Coronavirus questa settimana dopo che il concorso musicale è stato annullato lo scorso anno.

Circa 3.500 fan testati da Covid potranno assistere alla finale del 22 maggio a Rotterdam, poiché il ritorno della competizione darà un po ‘di brillantezza alla cauta riapertura in Europa.

La cantante francese Barbara Bravie, oggi chiamata Edith Piaf, è una delle preferite dai bookmaker per porre fine alla siccità dell’Eurovisione di 44 anni nel suo paese, seguita da Italia e Malta.

Gli artisti si troveranno in una speciale “bolla” in base a rigide regole imposte dal governo olandese per consentire la competizione all’Ahoy Arena nella città costiera.

“Non siamo responsabili di ospitare l’Eurovision Song Contest in questo momento difficile”, ha affermato Martin Oosterdahl, supervisore esecutivo di Eurovision.

Conosciuto per i suoi costumi appariscenti e le canzoni allegre, l’Eurovision è visto da oltre 180 milioni di persone in oltre quaranta paesi fino all’Australia.

Ma la competizione televisiva è stata annullata per la prima volta nella sua storia di sei decenni lo scorso anno, quando la pandemia di Coronavirus ha iniziato a travolgere il mondo.

Sabato (15 maggio), gli organizzatori hanno annunciato che un membro della delegazione polacca era risultato positivo al Covid-19 e che l’intera delegazione – incluso il cantante Rafal Brzuzowski – era entrata in quarantena.

Ciò significa che non potranno esibirsi dal vivo nella seconda semifinale giovedì, quando verrà mostrata la registrazione della prova finale.

“Ridimensionamento significativo”

La cancellazione dello scorso anno è stata un’amara delusione per i Paesi Bassi, che hanno ottenuto il diritto di ospitare la competizione dopo che il cantante olandese Duncan Lawrence ha vinto in Israele nel 2019.

READ  La Scala annuncia la stagione 2021-21, sperando in meno

Al culmine dell’epidemia, la sede di Rotterdam è stata ridisegnata per ospitare 88 posti letto per i pazienti affetti da coronavirus.

Ma ora ospiterà i fan in diretta non solo per la partita finale ma anche per le semifinali di martedì e giovedì.

Nell’ambito del programma di eventi pilota Fieldlab del governo olandese, ogni spettacolo consentirà a un pubblico di 3.500 persone, circa il 20 percento della capacità di Ahoy Arena.

Per gli spettatori abituati a un mare di bandiere e artisti glamour, celebrati e abbracciabili, l’Eurovision Song Contest 2021 sarà diverso.


Gendrick dalla Germania durante la seconda prova per l’Eurovision Song Contest alla Rotterdam Ahoy Arena di Rotterdam, il 15 maggio 2021. Foto: EPA-EFE

Artisti provenienti dalla maggior parte dei 39 paesi partecipanti si recano nei Paesi Bassi, ma alcuni, come l’Australia, parteciperanno tramite il video preregistrato.

Le delegazioni nazionali sono tenute a seguire un protocollo rigoroso, rimanere separate dal pubblico e testare ogni 48 ore.

“I numeri sono stati drasticamente ridotti. Le delegazioni sono molto più piccole”, ha detto il produttore esecutivo Cetse Packer.

E gli “organizzatori” hanno ricordato ai partecipanti le regole la scorsa settimana dopo che foto e video mostravano artisti che abbracciavano giornalisti, mentre l’espatriato ucraino è risultato negativo dopo un panico.

Hanno anche detto che si aspettavano che “pochissimi” fan viaggiassero dall’estero a causa delle restrizioni di viaggio olandesi, tra cui una quarantena di 10 giorni e requisiti di test PCR.

“Vogliamo mantenere il coronavirus il più lontano possibile”, ha detto il signor Packer.

Sebbene alcune restrizioni siano state recentemente allentate, il governo olandese sta ancora lottando con il lento lancio del vaccino, in un paese di 17 milioni di persone, dove 17.000 persone sono morte e 1,57 milioni sono state infettate.

READ  La rock band Maneskin vince l'Eurovision Song Contest per l'Italia

Adorazione del diavolo

Ma il mix unico di Eurovision di kitsch e tensioni nazionali ribollenti rimane lo stesso nonostante la pandemia.

French Brave porta le speranze del suo paese con il suo numero d’umore, Voilà.

“Non è una pressione che sento, è impazienza e gioia”, ha detto Bravi, 28 anni.

La Francia aspetta il campione dell’Eurovision dal 1977, quando Marie Miriam vinse la competizione.

La cantante maltese Destiny Choconier, 18 anni, che canta Je Me Casse (in francese I’m Outta Here), ha attirato l’attenzione – così come i troll che fanno vergognare il corpo – per le sue audaci opzioni di guardaroba, tra cui un numero frangiato rosa brillante.

“Questo è un sogno che si avvera e una testimonianza che sono sulla strada giusta e che il duro lavoro sta dando i suoi frutti”, ha detto il cantante, che ha vinto la seconda edizione di X Factor Malta, quando è stato annunciato l’accordo.


Manisha dalla Russia si esibisce durante le prove per l’Eurovision Song Contest alla Rotterdam Ahoy Arena di Rotterdam, il 12 maggio 2021. Foto: EPA-EFE

Le strane e meravigliose storie dell’Eurovision sono apparse come in nessun altro anno.

Entrando in Russia, la canzone della donna russa eseguita da Manizha, ha fatto arrabbiare i conservatori a casa con le sue canzoni anti-sessiste.

Nel frattempo, Cipro ha mantenuto la sua controversa entrata dopo che la Chiesa ortodossa l’ha accusata di sostenere un “culto del diavolo”.

E sebbene la pandemia di Coronavirus abbia portato a una visione dell’Eurovisione completamente diversa quest’anno, non è la prima volta che l’evento si scontra con la realtà.

L’edizione del 2017 tenutasi nell’Ucraina colpita dal conflitto è stata segnata dalle tensioni con la Russia, mentre lo spettacolo finale in Israele nel 2019 ha scatenato le proteste di attivisti e artisti filo-palestinesi.

READ  Una delle isole più belle d'Italia è 'Covid-free'