Agosto 3, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Euro 2020: l’atteggiamento dei tifosi a Wembley è ‘ingiusto’ nei confronti di Italia e Spagna, afferma Mancini

È probabile che la stragrande maggioranza dei fan alla partita di martedì sera sia neutrale a causa delle restrizioni di viaggio di Covid-19

Roberto Mancini ha affermato che è “un po’ ingiusto” che i tifosi di Italia e Spagna non siano stati in grado di recarsi alle semifinali di Euro 2020 a Wembley martedì.

Le restrizioni ai viaggi di Covid-19 significano che i tifosi di entrambi i paesi non possono recarsi in Inghilterra per la partita, nonostante l’aumento della capacità a Wembley a 60.000.

Ciò significa che gli unici sostenitori di entrambe le parti saranno quelli già nel Regno Unito e la maggioranza sarà probabilmente neutrale.

Cosa ha detto Mancini?

Parlando della situazione dei biglietti, il tecnico azzurro Mancini ha detto ai giornalisti: “Penso che sia ingiusto se sono completamente onesto.

“E’ meglio giocare davanti a qualsiasi pubblico che a poche persone; questa è la cosa bella del calcio e dello spettacolo in generale. Ma penso che sia molto ingiusto non avere metà stadio pieno di tifosi italiani e metà lo stadio pieno di spagnoli”.

Mancini avvisato del favorito

L’Italia è entrata nella partita come favorita dopo essere stata imbattuta nelle ultime 32 partite, battendo così il record nazionale dell’82enne.

Questo record includeva 13 vittorie consecutive, l’ultima delle quali è stata un’impressionante vittoria per 2-1 sul Belgio numero uno del mondo nei quarti di finale.

Nonostante un livello così buono, Mancini è cauto sulle possibilità della sua squadra a Wembley.

“Spero che sia vero [that Italy will win] Ma sappiamo che non sarà così facile”.

“Sappiamo che dobbiamo fare una grande prestazione perché la Spagna è una squadra avanzata. Nonostante abbia portato alcuni giovani, ha ancora un’ottima squadra e un allenatore molto capace, quindi sarà una partita difficile”.

READ  La società italiana di radiodiffusione pubblica ha chiesto di cessare la promozione di contenuti "intollerabili" Italia

lettura approfondita