Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

ESCLUSIVO: oltre 70 legislatori statunitensi e brasiliani condannano l’alleanza Trump-Bolsonaro | Jair Bolsonaro

Più di 70 legislatori progressisti negli Stati Uniti e in Brasile lo hanno condannato Collaborazione tra la famiglia Bolsonaro e i Trumpisti negli Stati Uniti Con l’obiettivo di ribaltare le elezioni in entrambi i paesi e chiedere che le persone coinvolte siano ritenute responsabili.

“Come legislatori in Brasile e negli Stati Uniti, siamo uniti contro gli sforzi degli attori di estrema destra autoritari e antidemocratici per ribaltare i risultati delle elezioni legittime e rovesciare le nostre democrazie”, si legge nella dichiarazione congiunta, guidata dalla deputata democratica. . Ilhan Omar.

Il comunicato, diffuso mercoledì sera, li citava entrambi Attacco domenicale Dai sostenitori dell’ex presidente Jair Bolsonaro sulle istituzioni governative a Brasilia e simili Tamarod 6 gennaio 2021 A Washington dai sostenitori di Donald Trump.

“Non è un segreto che ci siano degli agitatori di estrema destra Brasile I legislatori, tra cui 36 democratici statunitensi e 35 progressisti brasiliani, hanno affermato che gli Stati Uniti stanno coordinando lo sforzo.

Hanno sottolineato che dopo le elezioni brasiliane del 30 ottobre, vinte dal presidente Luiz Inacio Lula da Silva, il figlio del presidente sconfitto e membro del Congresso brasiliano, Eduardo Bolsonaro, si è recato in Florida e ha incontrato Trump e i suoi ex collaboratori, Jason Miller e Steve Bannon, che “ha incoraggiato Bolsonaro a correre per i risultati.” Elezioni in Brasile”.

“Subito dopo le riunioni, il partito di Bolsonaro ha cercato di invalidare migliaia di voti”, afferma la dichiarazione. “Tutti i soggetti coinvolti devono essere ritenuti responsabili”.

Anche i legislatori hanno richiamato l’attenzione su questo fatto Bannon è stato dichiarato colpevole di non aver rispettato un mandato di comparizione comparire davanti alle udienze del Congresso o fornire documenti rilevanti riguardo al suo ruolo nell’insurrezione del 6 gennaio di due anni prima.

Brasile: Come esattamente gli edifici governativi sono stati presi d’assalto: una sequenza temporale video

Jair Bolsonaro si è recato in Florida il 30 dicembre, il giorno prima della fine della sua presidenza. L’amministrazione Biden non ha commentato direttamente il suo status di immigrato, ma ha indicato che il visto A-1, destinato ai leader stranieri, scadrà 30 giorni dopo che il suo titolare cesserà di ricoprire una posizione elevata, il che significa che se Bolsonaro entra nel Paese su tale visto, Dovrà partire entro la fine di questo mese. Il dipartimento ha anche affermato che prenderà “seriamente” qualsiasi richiesta di estradizione del governo brasiliano.

L’ex ministro della giustizia di Bolsonaro Anderson Torres, che era responsabile della sicurezza a Brasilia, si è recato a Orlando, in Florida, dove si trova l’ex presidente brasiliano, nel fine settimana della rivolta, piuttosto che fare i preparativi per difendere gli edifici governativi dalle proteste. . Torres è stato licenziato, la sua casa è stata perquisita ed è stato emesso un mandato di arresto. Egli ha detto Era pronto per tornare indietro In Brasile per presentarsi alle autorità.

In Brasile è in corso un’indagine per determinare la portata e la completezza della pianificazione dietro i disordini di domenica e se fossero parte di un tentativo coordinato di colpo di stato.

“Le democrazie dipendono dal trasferimento pacifico del potere”, afferma la dichiarazione del parlamento. “Proprio come gli estremisti di estrema destra orchestrano i loro sforzi per minare la democrazia, dobbiamo essere uniti nei nostri sforzi per proteggerla”.

READ  Gabby Petito: Il taccuino di Brian Laundrie rivela che si è assunto la responsabilità della morte