Luglio 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Emmanuel Farnetti esce da Vogue Italia – WWD

arrivederci: Emanuele Farnetti, entrato a far parte dell’edizione italiana di Vogue come caporedattore nel gennaio 2017, si dimette dal suo incarico.

Lo ha annunciato l’editore milanese attraverso un post pubblicato giovedì pomeriggio sul suo account Instagram personale.

“Vogue sta entrando in un nuovo capitolo: sta diventando globale. E poiché l’inizio di ogni nuovo capitolo deve coincidere con la fine dell’ultimo capitolo, ho deciso di dimettermi da EIC da Vogue Italia quando il numero di settembre sarà completo”, Varnetti ha scritto. “Sono stato onorato di continuare la tradizione dell’innovazione, rompendo i confini e creando immagini attraverso una prospettiva unicamente italiana fondata dal mio grande predecessore Franca”.

Farnetti, succeduto a Franca Sozzani alla guida della rivista di moda più influente d’Italia, è un veterano di Condé Nast. Dopo aver iniziato la sua carriera in televisione, nel 1999 entra a far parte della casa editrice come parte del team che ha lanciato la versione italiana del titolo maschile GQ. Dopo aver lavorato per altre testate italiane, è tornato in Condé Nast nel 2014 come caporedattore della rivista di interior design AD. Nel dicembre 2015 è stato nominato caporedattore di GQ e poi di Vogue Italia nel 2017.

Nella sua posizione, Farnetti, che è stato anche caporedattore de L’Uomo Vogue e AD Italia, non ha rivelato la sua prossima mossa professionale. “Ci sarà tempo per raccontarvi la mia prossima avventura”, ha scritto. “Oggi è l’addio e grazie. Devo la mia sincera gratitudine a chi mi ha dato l’opportunità di dirigere questa rivista. A tutti i miei compagni di viaggio: sono sicuro che manterrete lo spirito di Vogue Italia anche in un contesto diverso”.

READ  Highlights di Euro 2020: l'Italia batte 2-1 il Belgio e raggiunge le semifinali

La partenza di Farnetti non è arrivata inaspettata. Nel settore stanno già circolando voci sul futuro della pubblicazione italiana, soprattutto dopo i recenti cambiamenti a Condé Nast in tutta Europa.

Quest’anno, diverse persone importanti hanno lasciato o si dice che lasceranno la casa editrice, tra cui Dylan Jones, caporedattore britannico di GQ. Il caporedattore Emmanuel Alt di Vogue Paris, Olivier Lalanne, dell’edizione francese di GQ e Joseph Ghosn, caporedattore di Vanity Fair France. Alla fine del 2020, Christian Arp, caporedattore di Vogue Germania, ed Eugenia de la Torrente, caporedattore di Vogue Germania, hanno lasciato i loro ruoli, così come Fidel Usay, CEO di Condé Nast Italia, recentemente incaricato da Dolce & Gabbana di dirigere le proprie attività di marketing e comunicazione.

Guarda anche:

UK Arms of Condé Nast, il piano di Hearst per i licenziamenti nella ristrutturazione dopo il COVID-19

Il proprietario di Condé Nast ha quasi 10 milioni di dollari di affitto, sostiene l’Autorità Portuale

Si riducono da quattro a una le riconvenzionali del titolare di Condé Nast nei confronti di Stefano Tonci