Maggio 21, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Eddie Dunbar si è preparato per la vittoria assoluta nel prestigioso Gran Premio d’Italia

Eddie Dunbar è solo a una tappa dalla vittoria della prima gara professionistica della sua carriera e ha mantenuto il suo vantaggio assoluto alla prestigiosa Setitana Internacional Cope e Bartali in Italia venerdì.

Dunbar è corso a casa come parte di un gruppo principale di 46 giocatori guidato dall’olandese Matthew van der Poel (Alpecin-Phoenix), che ha battuto Ethan Hayter (Ineos Grenadiers), Remy Mertz (Pingual Bowls Sauce WB) e gli altri per una serie di vittorie consecutive.

Dunbar è rotolato verso la testa del gruppo al tredicesimo posto.

Mantiene il suo vantaggio di nove secondi sul secondo posto assoluto, il compagno Ineos Grenadiers Ben Tolet. Mark Hershey (UAE Team Emirates) resta indietro di 24 secondi, mettendo Dunbar in una posizione molto forte mentre l’ultimo giorno di gare si avvicina sabato.

Alla domanda sulle sue possibilità di ottenere la classifica generale, ha detto che era molto difficile prevedere come sarebbero andate le cose. Usa il metodo del trionfo di van der Poel per mostrare come possono accadere cose inaspettate all’interno di questo sport. L’olandese è stato libero tutto il giorno in una rottura, è andato da solo a 11 km dalla fine, è stato catturato poco dopo ma aveva ancora la forza per vincere la gara.

“Vedremo come andrà la gara”, ha detto Dunbar. “Come ho detto ieri, nessuno sa quale sia il modo di correre di questi tempi. Se dovessi dire oggi che Van der Poel era in una rottura, poi è stato beccato e poi ha comunque vinto la tappa, diresti di no [to the chances of that]. Ma non lo sappiamo, puoi solo decidere [things] Sulla strada ora.

READ  Aggiornamenti USA Live alle Olimpiadi di Tokyo 2021: Ledecky reclamerà oro, numero di medaglie, risultati, oggi 28 luglio

“Puoi solo prevedere cosa accadrà. Spesso ora ciò che pensi accadrà non accade mai realmente. Quindi devi solo essere preparato per tutti gli scenari. “

Dunbar è un corridore di talento, come dimostrano la sua vittoria amatoriale al Giro delle Fiandre U-23 nel 2017, la sua terza su una tappa del Giro d’Italia due anni dopo e il suo dodicesimo posto assoluto al Tour de Suisse lo scorso anno mentre lavorava per un collega della squadra.

Quando gli è stato chiesto di sentire la responsabilità di diventare il leader della squadra in gara, Corkman ha scrollato di dosso la pressione. “[It’s] Bene. Sono sempre stato un uomo rilassato. Do a ogni gara il 100 percento. Se devo esserlo [team] Leader, sarò al 100 percento, o se ho intenzione di aiutare uno dei miei compagni di squadra, darò sempre il 100 percento.

“Ho una possibilità questa settimana di essere un leader, quindi do il 100% e spero che questo ripaghi domani. È l’ultimo giorno, quindi spero che riusciremo a resistere”.

La corsa si conclude con una tappa in montagna di 160 chilometri da Castalguidi a Cantagrilo. Comprende diverse salite, comprese tre salite da Mungerino verso la fine. Salvo un colpo di scena inaspettato, Dunbar sembra buono per una vittoria assoluta.

È all’ultimo anno del suo attuale contratto con gli Ineos Grenadiers e dopo anni passati a correre con i suoi compagni di squadra, sta dimostrando all’età di 25 anni di avere il potenziale per segnare alcune grandi vittorie in questo sport.

Setimana Internacional Cope e Bartali Italia (2.1)

4a tappa da Montecatini a Montecatini: 1 Mathieu van der Poel (Alpecin-Fenix) 158.7 km in 3 ore 59’49”, 2 E Hayter (Ineos Grenadiers), 3 R Mertz (Bingoal Pauwels Sauces WB), 4 D Smith (BikeExchange-Jayco), 5 M Van Dijke (Jumbo-Visma) allo stesso tempo

READ  Supercoppa Europea: Jorginho balla fuori Windsor la notte in cui NI è salito sul palco del club mondiale

Irlandesi: 13 E Dunbar (Ineos Grenadiers) stessa ora

Classifica generale dopo la quarta tappa: 1 Eddie Dunbar (Ineos Grenadiers) 16h 37m, 2 B Tulett (Ineos Grenadiers) a 9 pollici, 3M Hirschi (UAE Team Emirates) a 24 pollici, 4 S Carr (EF Education-EasyPost) a 30 pollici, 5 A Tiberi (Trek Segafredo) a 45 pollici

Punteggio: 1 Ethan Hayter (Ineos Grenadiers) 24, 2 B Tulett (Ineos Grenadiers) 16, 3 E Dunbar (Ineos Grenadiers) 16

Classificazione di montagna: 1 Andrea Garosio (Biesse-Carrera) 42, 2M Cattaneo (Fast Step Alpha Vinyl Team) 20, 3 E Zardini (Drone Hopper-Androni Giocattoli) 18

Irlandesi: 4 E Dunbar (Ineos Granatieri) 11

Valutazione dei giovani corridori: 1 Ben Tulett (Ineos Grenadiers) 16h 37’09”, 2M Hirschi (UAE Team Emirates) at 15″, 3 S Carr (EF Education-EasyPost) at 21″

Valutazione della squadra: 1 INEOS Grenadiers 49′ 53’07”, 2 UAE Team a 32″, 3 Drones – Androni Giocattoli a 6’23”