Giugno 20, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Ecco cosa sappiamo dell’accordo infrastrutturale bipartisan

“Il nostro gruppo – composto da 10 senatori, 5 per parte – ha agito in buona fede e ha raggiunto un accordo bipartisan su un quadro di compromesso realistico per modernizzare le infrastrutture e le tecnologie energetiche del nostro Paese. Questo investimento sarà interamente pagato e non includerà aumenti fiscali “, hanno detto i membri del Senato in una dichiarazione congiunta.

L’accoglienza iniziale da parte della Casa Bianca è stata positiva.

Personale senior della Casa Bianca e Presidente Joe Biden Il Jobs Treasury lavorerà con il gruppo bipartisan del Senato per supportare una nuova proposta infrastrutturale, secondo il portavoce della Casa Bianca Andrew Bates. Tuttavia, ha avvertito, “le domande devono essere affrontate, in particolare sui dettagli sia della politica che dei pagamenti, tra le altre cose”.

Cosa c’è nell’accordo?

Sebbene il gruppo non abbia divulgato pubblicamente i dettagli dell’accordo, diverse fonti hanno dichiarato alla CNN di aver redatto un pacchetto che include:

  • $1,2 trilioni da spendere in otto anni
  • $974 miliardi spesi nei primi cinque anni
  • Il piano prevede 579 miliardi di dollari in nuove spese.
  • La spesa si concentrerà sulle infrastrutture di base e fisiche.
  • Il piano sarà pagato senza aumenti d’imposta.
  • Molti dettagli specifici devono ancora essere risolti.

Ostacoli

Sebbene questo accordo sia un primo passo importante, i negoziati hanno ancora molta strada da fare prima che diventino realtà. I liberaldemocratici del Senato, in particolare, hanno trascorso gli ultimi giorni a sollecitare i colleghi centristi a proseguire nel tentativo di ottenere il sostegno repubblicano, e invece spingere per un piano di partito che possa passare attraverso la riconciliazione.

La riconciliazione richiede solo 50 senatori per far avanzare il piano, a differenza della maggior parte delle altre leggi, che richiedono 60 voti. Mentre il gruppo bipartisan dei negoziatori ha cinque repubblicani, ciò non raggiunge ancora i cinque voti del GOP, cioè se tutti i 50 membri del caucus democratico votano durante l’anno. I senatori liberali si sono lamentati dei negoziati del gruppo bipartisan questa settimana, esortando i democratici a farlo da soli.

“Ammettiamolo. È ora di andare avanti”, la senatrice Elizabeth Warren, democratica del Massachusetts, Ha detto alla CNN di Trattative di gruppo bipartisan. “I repubblicani ci hanno trattenuto abbastanza a lungo.”

Questo non significa nulla per la Camera dei Rappresentanti, dove anche i Democratici hanno una maggioranza molto ristretta.

READ  Sette gatti spagnoli hanno mangiato metà del loro corpo dopo la loro morte per il virus Corona e si sono decomposti nel loro appartamento per diversi mesi

La reazione della Casa Bianca

I nuovi soldi nell’accordo potrebbero rappresentare poco più della metà della proposta iniziale di Biden per l’infrastruttura fisica e un alto funzionario dell’amministrazione ha detto alla CNN che vale la pena esplorarlo. Il funzionario ha aggiunto che la mancanza di aumenti delle tasse non lo rende inutile, affermando che i potenziali pagamenti accettabili che la Casa Bianca considera ancora in vigore sono “tasse di utenza” sulle imprese, non sugli individui, e un’applicazione più rigorosa dell’IRS.

Gli sforzi del gruppo, composto da membri moderati di entrambi i partiti, hanno acquisito un nuovo significato Dopo che Biden ha interrotto i colloqui con la senatrice Shelley Moore Capito del West Virginia, un repubblicano autorizzato dalla dirigenza del Partito Repubblicano a negoziare con la Casa Bianca per conto della convenzione. I senatori avevano negoziato a porte chiuse per diverse settimane prima di annunciare di aver raggiunto un accordo.

Sarà importante ottenere l’approvazione della Casa Bianca. Mentre molti democratici hanno espresso preoccupazione per il fatto che i negoziatori del loro partito stanno concedendo troppo nei colloqui, se il presidente approva il piano potrebbe costringere molti a piegarsi ad esso. Ma navigare nei sottili margini sia al Senato che alla Camera dei Rappresentanti può essere sospetto. I progressisti in entrambe le case insistono sull’aumento delle tasse sulle società benestanti e sull’inclusione della spesa per le iniziative sul cambiamento climatico nel pacchetto finale. Se si ritirano dall’accordo, ci vorranno più repubblicani per votare sull’accordo.

“Oggi il personale della Casa Bianca è stato informato dai senatori democratici che lavorano sull’accordo bipartisan sulle infrastrutture”, ha detto un portavoce della Casa Bianca nelle sue osservazioni. dichiarazione. “Il presidente apprezza il lavoro dei senatori per portare avanti gli importanti investimenti di cui abbiamo bisogno per creare buoni posti di lavoro, prepararci per il nostro futuro di energia pulita e competere nell’economia globale”.

READ  Una cameriera britannica è sbalordita dopo che la sposa le dà $ 100 per GRAVY per sprecare il vestito di sua suocera

Chi c’è nel gruppo?

L’annuncio di giovedì è arrivato da un gruppo di 10 senatori che sono diventati i principali negoziatori dopo il fallimento dei colloqui tra Capito e Biden. Include:

Democratici:

  • Il senatore Joe Manchin del West Virginia
  • La senatrice Jane Shaheen del New Hampshire
  • esso. Kirsten Sinema dall’Arizona
  • Senatore. John Tester del Montana
  • Il senatore Mark Warner della Virginia

repubblicani:

  • Il senatore Bill Cassidy della Louisiana
  • La senatrice Susan Collins del Maine
  • esso. Lisa Murkowski dall’Alaska
  • Il senatore Rob Portman dell’Ohio
  • Senatore. Mitt Romney dallo Utah

Qual è il prossimo?

Ci aspettiamo che questo gruppo continui a elaborare dettagli nei prossimi giorni in particolare Mentre Biden è in viaggio all’estero. Ci si aspetta che i contributi della Casa Bianca provengano principalmente da aiutanti che non viaggiano con Biden, come il capo di stato maggiore della Casa Bianca Ron Klein e il direttore degli affari legislativi Louisa Terrell.
Esclusivo: le società statunitensi avvertono che le infrastrutture fatiscenti danneggiano l'economia

I legislatori hanno considerato la festività del 4 luglio come un periodo di tempo chiave per fare progressi sull’accordo, ma non è stata fissata una scadenza specifica perché i negoziatori di Hill e la Casa Bianca volevano concedere abbastanza tempo per l’emergere di un accordo. Avevano del lavoro da fare, ma si sono impegnati a lavorare per convincere i loro colleghi che questa proposta offriva la loro migliore speranza di ottenere qualcosa.

“Stiamo discutendo il nostro approccio con i nostri colleghi e la Casa Bianca e rimaniamo ottimisti sul fatto che questo possa gettare le basi per mobilitare un ampio sostegno da entrambe le parti e affrontare le esigenze infrastrutturali dell’America”, ha affermato il gruppo.

John Harwood, Phil Mattingley, Manu Raju, Lauren Fox e Ali Zaslav della CNN hanno contribuito a questo rapporto.