Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Ecco come le temperature dell’aria e dell’oceano influenzano il ghiaccio marino artico

L’Artico ha temperature più elevate che in qualsiasi altra parte del mondo. Il ghiaccio marino è sensibile a questo. Svolge anche un ruolo centrale quando si tratta di stabilire l’equilibrio termico del sistema atmosfera-ghiaccio-oceano della regione. I ricercatori propongono ora di identificare i processi coinvolti al fine di stimare meglio la sensibilità del ghiaccio marino ai cambiamenti climatici.

L’Artico si sta riscaldando più velocemente del resto del mondo. Questo, purtroppo, è oggi un dato di fatto. Ma i ricercatori stanno ancora lottando per comprendere le interazioni che esistono in questa regione tra le distese di ghiaccio, l’oceano e l’atmosfera. Forse perché la maggior parte degli studi, fino ad oggi, si è concentrata su ciò che accade in superficie dai dati limitati.

un squadra internazionale Oggi si propone di esplorare le differenze spaziali e temporali degli inizi fusionefusione Gelifica sia in superficie che su base della borsa del ghiaccio Comprendi il ghiaccio marino nella speranza di capire meglio come interagisce con esso Cambiamento climaticoCambiamento climatico.

I dati raccolti tra il 2001 e il 2018 mostrano ritardi tra il basale e lo scioglimento superficiale del ghiaccio marino, a seconda delle regioni considerate.oceano Artico. I ritardi, che i ricercatori attribuiscono a distinte differenze stagionali nel il caloreil calore Oceani disponibili per sciogliere il ghiaccio marino tra le regioni. al precedente riscaldamento degli oceani in alcune regioni.

Immagine del ciclo di gelo e disgelo

I ricercatori notano anche che il gel basalebasale La glassa pluriennale si verifica circa tre mesi dopo la comparsa del ghiaccio in superficie. Il motivo è probabilmente una combinazione della regolazione della capacità termica del ghiaccio marino stesso, dell’emissione di calore oceanico dallo strato misto – la parte superficiale dell’oceano, innescata dal contatto con l’atmosfera – e dallo strato inferiore dell’oceano e l’effetto tampone termico di La neve sopra il ghiaccio.

READ  A Fleurance, il primo centro sanitario regionale del Gers migliora l'offerta di cure e riempie

D’altra parte, lo spessore sottile del ghiaccio e il basso manto nevoso favoriscono l’inizio precoce del gelo basale. L’oceano sembra svolgere un ruolo tra le stagioni nel regolare la crescita e lo scioglimento del ghiaccio marino nell’Artico. Secondo i ricercatori, questo primo quadro completo del ciclo gelo-disgelo e della sua congiunzione, sia con l’oceano che con l’atmosfera, mostra che l’auto-organizzazione del sistema mare-ghiaccio-oceano alla fine ritarderà perdita di ghiaccio mare della zona. Tuttavia, sono ancora necessari studi più approfonditi per chiarirne i meccanismi.