Agosto 9, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

È più costoso in Italia, Spagna e Croazia

Le vacanze estive del 2022 saranno molto difficili sotto molti aspetti: da un lato, le statistiche Corona sono attualmente in aumento in molte destinazioni turistiche popolari, e dall’altro, molte cose stanno diventando più costose anche all’estero. Quindi i vacanzieri dovrebbero essere preparati per aumenti di prezzo durante le loro vacanze.

Come riferiscono i corrispondenti esteri di ARD su tagesschau.de, i prezzi stanno aumentando anche nella popolare destinazione turistica italiana, ad esempio. Lì, il carburante in particolare è ora di nuovo costoso, nonostante i precedenti tagli alle tasse dello stato. Si dice che un litro di benzina in Italia costi circa due euro, con oscillazioni di prezzo di 20 o 30 centesimi e possibili.

Ma non è solo il rifornimento di carburante, molte aree che colpiscono i vacanzieri sono interessate da aumenti dei prezzi. Ad esempio, secondo l’associazione dei consumatori Codacons, i prezzi degli hotel sono aumentati di quasi il quindici per cento. I vacanzieri dovrebbero prepararsi a prezzi significativamente più alti per il trasporto e le visite ai ristoranti. Secondo tagesschau.de, chi vuole prenotare un lettino in spiaggia dovrà frugare in fondo alle proprie tasche: nei fine settimana, ad esempio, vengono addebitati circa 30 euro al giorno.

Soprattutto con l’aumento dei prezzi dovrebbe essere calcolato anche in vacanza in Spagna o Portogallo. In entrambi i paesi dovrebbe essere avvertita un’inflazione di circa l’8%, in particolare nei supermercati, oltre ai pasti fuori casa. Il turismo in Spagna, in particolare, è in forte espansione fino ad oggi, aiutando i prezzi del paese a salire oltre all’inflazione. Una zona altamente turistica, ad esempio, può comportare costi aggiuntivi per la gastronomia.

READ  Bellissimo villaggio "perla nascosta" con rovine romane e "il miglior cibo italiano fuori dall'Italia" a 4 ore da Londra

Come in Italia, i prezzi degli hotel e così via sono aumentati del quindici per cento. I turisti dovrebbero tenere d’occhio i festival imminenti o le date importanti in Spagna o Portogallo mentre pianificano la loro vacanza. Perché secondo il corrispondente estero Reinhard Spiegelhauer, cavalcare un toro a Pamplona rende un pernottamento cinque volte più costoso che altrimenti. Per chi viaggia, ma non vuole spendere molti soldi, altri paesi hanno l’opportunità di fare una vacanza molto favorevole.

Sia in Spagna che in Portogallo il prezzo del carburante è attualmente di circa 2,20 euro. Tuttavia, in Spagna, la gente del posto e i turisti beneficiano di sconti. Pertanto, durante il rifornimento vengono detratti dalla bolletta 20 centesimi al litro. Il Portogallo ha un regolamento, ma ne beneficia solo la gente del posto, non i turisti.

Coloro che speravano che la Croazia, una popolare destinazione per le vacanze, sarebbe stata immune dall’inflazione estrema, purtroppo sono rimasti delusi anche qui. Così una famiglia di quattro persone ad Adriaküste deve fare i conti con circa 100 euro cambiati a pranzo, anche di più a seconda della zona turistica.

Tuttavia, c’è un aspetto positivo in Croazia: i prezzi del carburante nelle stazioni di servizio fuori strada sono 1,70 per litro di diesel e 1,80 per litro di benzina grazie al governo. Coloro che desiderano trascorrere le vacanze all’estero dovrebbero anche monitorare le attuali normative corona nei paesi di vacanza.

Foto di Gerd Altman