Maggio 21, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Due docenti continuano l’esperienza di studio all’estero in Italia

THON a Firenze

Il loro lavoro a Firenze, però, va oltre la sessione estiva. Ad esempio, a febbraio 2020, i Robin (scritto per semplificazione) si sono ritrovati a Firenze a programmare un programma THON con ISI-Firenze, loro partner lì da molti anni.

“Volevamo portare THON all’estero”, hanno spiegato.

L’evento è stato un successo. È durato un pomeriggio. Presenti il ​​sindaco, così come zia Caterina, tassista locale il cui lavoro nell’ambito della filantropia contro i tumori non ha eguali. All’evento hanno partecipato studenti della Penn State, anche se è stato invitato anche qualsiasi studente americano e molti sono venuti dall’Università del Connecticut, tra gli altri. L’evento è stato trasmesso in live streaming durante il THON nazionale, direttamente nel BJC.

I Robins celebrarono il loro successo e tornarono negli Stati Uniti. Sulla via del ritorno negli Stati Uniti, hanno ricevuto la notizia che l’Italia aveva istituito un blocco completo. Pochi giorni dopo, il team Education Abroad della Penn State avrebbe lavorato per riportare tutti gli studenti negli Stati Uniti dai loro programmi.

Ritorno al mondo

Il programma estivo dei Robins è stato cancellato per il 2020, così come tutti gli altri programmi. Tutti hanno trascorso mesi in lockdown e quarantena. Lentamente, i vaccini sono stati lanciati; i casi ei ricoveri hanno cominciato a diminuire; e le cose hanno cominciato a riaprirsi.

Per l’estate del 2021, i Robin hanno lavorato per elaborare due programmi di quattro settimane per incoraggiare gli studenti a studiare all’estero, ma in quel momento non erano abbastanza studenti disposti a provare a studiare all’estero. Sebbene una programmazione limitata sia stata approvata per l’estate 2021, la maggior parte è stata lasciata in attesa.

READ  Dimensioni, crescita e previsioni del mercato dei sistemi di dosaggio

“Quindi abbiamo pensato, potremmo progettare un corso con un elemento incorporato?” Chotiner ha ricordato. “Potremmo condensare un programma estivo di 7 settimane e 9 crediti in un corso da 3 crediti con un’esperienza all’estero di 10 giorni?”

Lavorando a stretto contatto con l’ufficio Education Abroad di Penn State Global, i Robin sono stati in grado di progettare in modo rapido ed efficiente un programma e farlo approvare. ISI Firenze ha messo a punto le disposizioni necessarie; i Robin hanno pubblicizzato la loro classe solo zoom, che ha iscritto 19 studenti.

“I nostri studenti questo semestre sono diversi da quelli che riceviamo di solito”, ha detto Yaure. “Stiamo vedendo più diversità e studenti di diverse major. Alcune major non possono permettersi di allontanarsi dalla clinica per sette settimane intere, ma in questa classe, con l’esperienza all’estero di soli dieci giorni, sono state in grado di farlo”.

Il corso, dal titolo “Capire la famiglia italiana: contesti storici e culturali”, è stato svolto interamente su Zoom, ad eccezione della componente all’estero.

Ritorno a Firenze

Il ritorno a Firenze era familiare ai Robin in molti modi: dopotutto, avevano visitato almeno una volta l’anno per la maggior parte di un decennio. Tuttavia, viaggiare a novembre è stata una sensazione diversa rispetto ad arrivare durante l’estate e anche il periodo di tempo più breve ha cambiato le cose.

“Era pieno zeppo”, ha detto Yaure, riferendosi al programma. “Ma l’atmosfera a Firenze durante questo periodo prima di Natale era spettacolare.”

“Era un periodo festivo dell’anno”, ha aggiunto Chotiner. “Ed è stato fantastico perché siamo stati in grado di incorporarlo nella classe e parlare della cultura italiana intorno alla celebrazione, di come celebravano le diverse famiglie e di vedere gruppi di persone impegnarsi nella celebrazione”.

READ  Green economy, bla, bla, bla: Greta Thunberg afferma che le promesse climatiche dei cosiddetti "leader" non mostrano alcuna azione

Il programma è durato 10 giorni e includeva viaggi in tutta Firenze. Gli studenti hanno fatto un giro della città, compreso il mercato centrale, seguito da un corso di cucina con ingredienti del mercato; hanno visitato scuole dell’infanzia e una scuola professionale fuori Firenze; e trascorso del tempo con un’organizzazione dedicata a fornire servizi agli adulti con bisogni speciali una volta che invecchiano fuori dal sistema. Sono state incluse anche le visite a un museo e un tour storico della città da parte di una facoltà dell’ISI.