Agosto 9, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Drenville e il terzo collegamento

Per Bernard Drenville, candidato del CAQ a Levis, chiedere studi sul terzo anello in Quebec porterebbe a una “leadership di gang” contro il progetto “piuttosto che illuminare il dibattito”.

L’ex conduttore radiofonico ha indossato il terzo link captain su Twitter questa settimana, andando lì con una serie di argomenti errati nel tentativo di difendere questo progetto insostenibile.

“Ah sì, gli studi famosi.. perché proprio ne hai bisogno?” Per determinare se i ponti sono adesivi? Se i ponti si deteriorano? Se c’è un collo di bottiglia in cima ai ponti? Se un percorso riservato sarebbe meglio che per niente? chiese il candidato.

incerto

Non è rassicurante notare che Bernard Drenville, che è stato ministro in un altro governo, sminuisce gli studi che tuttavia erano contenuti nelle direttive per i grandi progetti del Treasury Board. Studi che non hanno nulla a che vedere con le domande che fa, che conosce molto bene.

E il signor Drinville, a sua volta, si dedica a un esercizio il cui rigore intellettuale lascerà senza parole: solleva il dibattito sul significato del tunnel da 6,5 ​​miliardi di dollari per un presunto piano di guerra Quebec-Montreal.

Assedio nel gioco

Il candidato beneficerà di un interesse per la scienza e la teoria del traffico indotto.

È stato dimostrato che l’aggiunta di collegamenti stradali nelle città aumenta il traffico.

Quindi il tunnel non vuole essere una soluzione ai problemi di congestione, anzi.

Ancora più preoccupante è la posizione del candidato rispetto agli studi, in quanto ha ricoperto a lungo la carica di giornalista e conduttore. In quanto tale, ha voluto essere un osservatore dell’efficienza e della trasparenza dei servizi pubblici.

READ  COVID-19: La salute pubblica non dispone di dati sulla trasmissione esterna | Corona virus

È pazzesco come alcune persone abbandonino i principi a cui tenevano quando passano dall’altra parte del recinto.