Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Douaihi ha sparato mentre i kiwi affrontano il Libano, l’Italia supera la Scozia, Geary troppo bravo per la Giamaica

LEEDS – Adam Douihy è stato espulso quando la Nuova Zelanda ha calciato una meta di Josh Mansour nel primo minuto per aprire la Coppa del Mondo con una vittoria per 34-12 sul Libano.

I Cedars sembravano essere caduti in un’imboscata con pochi secondi di anticipo, ma alla fine furono trascinati via dai Kiwi. Joey Manu mostra tutte le sue qualità per ribaltare il gioco.

Douhi è stato espulso a metà del secondo tempo in circostanze strane. L’arbitro Grant Atkins ha interrotto il gioco e l’uomo dei Wests Tigers poteva essere visto barcollare in disparte mentre i commentatori lottavano per dare un senso a quello che era successo.

Non è ancora noto cosa abbia detto Doueihi, ma un’espulsione lo escluderebbe dalle prossime due partite del Libano, incluso lo scontro cruciale dell’Irlanda a Leigh domenica prossima.

È stata una conclusione deludente per uno sforzo solido, con la Nuova Zelanda scossa da una forte squadra di Cedars che era più che in grado di causare shock.

Dopo l’apertura di Mansour, Kenny Bromwich – da un superbo scarico di Manu – e Nelson Asofa-Solomona, da distanza ravvicinata, sono stati costretti a lavorare sodo per stabilire il potere per ribaltare lo svantaggio iniziale.

Peta Hiku ne ha preso un altro dalla metà fitta prima che Abbas Miski si ritirasse per aprire la seconda metà. Con il punteggio di 18-12 e l’esito in dubbio, Manu si inietta ancora e trova Dylan Brown dentro con la palla in una mano per fare un break. Se ciò non bastasse, si è dato la caccia per afferrare le patatine e un altro.

Dowiehi è stato poi scagionato e Jordan Rabana ha segnato su calcio d’angolo – un altro assist di Manu – per suggellare una vittoria combattuta per i kiwi.

Luke, che è irlandese, è troppo bravo per la Giamaica

Luke Geary si è allenato mentre l’Irlanda ha superato la Giamaica vincendo 48-2 all’Headingley Stadium.

La metà di Rooster era troppo buona per la squadra giamaicana per lo più part-time, creando diversi spazi vuoti e seducendoli a correre a 134 m dal quinto otto. Ogni volta che si toccava il piede, la Giamaica era spaventata.

L’Irlanda non è mai stata davvero sfidata, le ali Ram, la coppia Innes e Lewis Senior, hanno creato la piattaforma su cui Keary può lavorare, con la stella in grado di ritirarsi dopo 60 minuti del suo lavoro.

Lewis ha segnato una doppietta, Innes una, Ed Chamberlain è atterrato dopo un classico assist di Gary, e ci sono state anche mete per il tallonatore Brendan O’Hagan e i fratelli King Toby e George, oltre a mete nel finale per James McDonnell, James Bentley e Frankie Halton. .

L’elica del Wigan Liam Bryn, l’attaccante dei Titans Jaime Jolliffe e l’ex backrower dei Raiders Harry Rushton hanno dominato un grosso gruppo giamaicano che ha combattuto duramente ma non poteva competere con forza e resistenza.

La Giamaica, al suo debutto in Coppa del Mondo, è stata supportata a gran voce ma non è riuscita a minacciare seriamente la formazione. I loro unici punti sono arrivati ​​grazie a un rigore di Kieran Rush su un’infrazione dopo la sirena dell’intervallo.

È stato difficile giudicare il potenziale della squadra irlandese, hanno sempre gli ingranaggi per andare contro questa avversaria. Il Libano, poi, rappresenterà una sfida molto più difficile.

La Giamaica affronterà poi i kiwi: qualsiasi punteggio possa essere.

Clicca qui Sette giorni di prova gratuita per visualizzare RLWC su KAYO

La maison vede l’Italia superare la Scozia con una tripletta

Jake Mason, star dei Sunshine Coast Falcons, si è fatto un nome ai Mondiali segnando la sua prima tripletta del torneo nella vittoria scioccante dell’Italia sulla Scozia a Newcastle.

Mentre gli alti del secondo tempo per i Flyers sono stati l’indubbio momento clou per gli Azzurri, è stato il vero luminare della NRL, Nathan Brown, che ha tirato tutte le corde nella loro sconfitta dominante per 28-4 a Kingston Park domenica.

Al suo debutto in Italia, la Maison ha perso l’occasione per un glorioso inchino quando ha sprecato una grande occasione per andare nel primo tempo.

Ma ha compensato con un triplo sigillato dopo l’intervallo quando ha corso 80 metri per segnare al 77 ° minuto.

Maizen è stato raggiunto a referto dal suo compagno di squadra dei Falcons Luke Polselli e dal 31enne Sydneysider Dean Parata, una prostituta dei London Broncos.

Tuttavia, due settimane dopo aver partecipato alla sconfitta finale della NRL di Parramatta, Brown si è rivelato la figura dominante.

“È un privilegio essere capitano del mio paese e un momento di orgoglio per il rugby league italiano”, ha detto Brown, che ha origini italiane dalla parte di madre e ha giocato per gli Azzurri insieme al capitano dell’Australia James Tedesco nella scorsa edizione.

“Avevamo una buona preparazione e tutti i ragazzi credevano che ce l’avremmo fatta. Abbiamo detto per tutta la settimana che volevamo giocare per le nostre famiglie e gli uni per gli altri, e ce l’abbiamo fatta.

Tuttavia, è stato un pomeriggio disastroso per gli scozzesi Bravehearts, che non sono mai andati avanti e sono riusciti solo a fare una meta di un altro australiano, Lachlan Walmsley, in fase di estinzione.

Quarti di finale nel 2013, la Scozia è entrata in gioco come favorita, ma ora è stata beccata dopo un’esibizione senza vita davanti a una folla di 6.206 spettatori.

E la brutta notizia? La squadra di Nathan Graham giocherà in Australia a Coventry venerdì sera.

Non hanno risposta all’abilità di Brown nel gestire la palla, che ha fatto di più per evocare i ricordi della vittoria scioccante dell’Italia sul Galles nella gara di apertura della Coppa del Mondo 2013 a Cardiff.

Graham è stato in grado di convocare sei giocatori della Super League e Euan Aitken dei Dolphins, ma sono stati superati da una squadra che non aveva nemmeno giocato una partita di riscaldamento.

Baratta si è fatto strada nel secondo tempo a metà del primo tempo segnando la prima meta al nove minuti quando Polcelli ha battuto l’estrusore di Raydian Robinson a pochi centimetri di distanza.

La Scozia ha reso le cose ancora più difficili quando il capitano scozzese Dale Ferguson è stato punito per un fallo quattro minuti prima dell’intervallo, il che ha aiutato Mason a superare per la sua prima meta al 44 ° minuto.

READ  Jorgenho trova la stessa fame in Italia dei vincitori della Champions League Chelsea League