Agosto 17, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Dopotutto, le mutazioni del DNA nell’evoluzione delle specie non sono del tutto casuali

Le erbe possono far progredire la scienza? I ricercatori dell’Università della California e del Max Planck Institute hanno inserito questa ipotesi nella loro ricerca, riporta il sito Eurek Alert. L’idea è capire la mutazione del DNA, presumibilmente casuale, e ottenere una migliore comprensione della sua evoluzione. Queste mutazioni si verificano quando il DNA è danneggiato, con conseguenti variazioni.

“Abbiamo sempre pensato che la mutazione fosse fondamentalmente casuale nel genoma. Si scopre che non è in un modo che avvantaggia la pianta. È un modo completamente nuovo di pensare alla mutazione”, ha analizzato Gray Munro, professore. Questa erba, Arabidopsis thaliana, spesso chiamata in francese Arabette, è stata sequenziata nel corso di diversi anni. EurekAlert spiega che questa pianta è paragonata a un “topo da laboratorio”, perché il suo genoma è piccolo e contiene solo 120 milioni di paia di basi, contro i tre miliardi per l’uomo.

Una svolta nella lotta contro il cancro?

Il professore risponde: “Si tratta di un organismo modello della genetica”. Le piante sono state ospitate in un laboratorio protetto, consentendo loro di sopravvivere più facilmente rispetto all’ambiente selvaggio. Sono state osservate più di un milione di mutazioni con un pattern non casuale. Alcuni frammenti hanno tassi di mutazione molto bassi.

Indonesia: l’integrità del DNA di una donna di 7.200 anni rivela un ceppo umano sconosciuto

“Le aree biologicamente più importanti sono quelle protette dalle mutazioni”, afferma Gray Munro. Il modo in cui il DNA avvolge determinate proteine ​​è di grande interesse per gli scienziati. “Ciò significa che possiamo prevedere quali geni hanno maggiori probabilità di cambiare rispetto ad altri”, spiega Detlev Weigl, direttore scientifico del Max Planck Institute.

READ  Extension ciglia: pericoli da non trascurare

La teoria dell’evoluzione di Charles Darwin può essere messa in discussione. Con grande motivo di speranza per l’umanità. “La pianta ha sviluppato un modo per proteggere i suoi luoghi più importanti dalle mutazioni. È interessante, perché possiamo persino usare questi risultati per pensare a come proteggere i geni umani dalle mutazioni”, afferma il ricercatore. Con possibili indicazioni per il trattamento del cancro causato da mutazione.

Ruanda: lo studio evidenzia le alterazioni del DNA nelle vittime del genocidio e nella loro prole

Il DNA disperso nell'aria viene utilizzato per identificare le specie di insetti

Il DNA disperso nell’aria viene utilizzato per identificare le specie di insetti

I pidocchi possono aiutare gli scienziati a trovare il DNA dei nostri antenati

I pidocchi possono aiutare gli scienziati a trovare il DNA dei nostri antenati