Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Donohue afferma che l’UE raggiungerà l’obiettivo della vaccinazione estiva

Il ministro delle finanze Paschal Donohue ha detto giovedì che l’Unione europea sfamerà la maggior parte dei suoi residenti entro l’estate.

“Ci arriveremo e lo salveremo”, ha detto il signor Donohue a un evento del FMI, riferendosi all’obiettivo del blocco di vaccinare il 70 per cento dei suoi cittadini entro l’estate.

Il ministro ha riconosciuto che l’Unione europea ha incontrato inizialmente difficoltà con il programma, poiché non aveva esperienza con la centralizzazione del piano di vaccinazione su questa scala.

“Mentre ci spostiamo all’anno prossimo, vedrai che l’Unione europea è in grado di fornire miliardi di vaccini”, ha detto Donohoe. “Stiamo facendo progressi e questo è motivo di ottimismo”.

Il ministro, capo dell’Eurogruppo – i paesi dell’Unione europea che usano l’euro – ha affermato che una combinazione del sostegno del blocco contro la pandemia e dei suoi programmi di vaccinazione vedrà l’economia muoversi nel prossimo anno.

Il sig. Donohue ha sottolineato che l’impatto delle restrizioni sul Covid-19 è stato enormemente sproporzionato in tutta l’Unione europea.

La disoccupazione legata alla pandemia è dello 0,5% nell’Unione europea, ma è del 6% per i giovani lavoratori e del 9% per le giovani donne. “Dobbiamo proteggere l’ingresso dei più vulnerabili”, ha detto.

Donohue ha avvertito che mentre l’Unione europea continua la sua transizione verso imprese verdi e digitali, l’impatto sui posti di lavoro non sarà necessariamente automatico.

Ha sottolineato il fatto che le epidemie hanno sempre moltiplicato la disuguaglianza in passato come un rischio maggiore.

Insieme ai programmi di vaccinazione, ha detto, le organizzazioni inclusa l’Unione Europea dovranno mantenere il sostegno al reddito per aiutare la ripresa.

READ  Il mercato globale delle condutture e delle operazioni dovrebbe raggiungere il dollaro USA

Donohue ha avvertito che questo dovrebbe concentrarsi in particolare sui giovani “che hanno dovuto pagare un prezzo elevato per le restrizioni che abbiamo dovuto mettere in atto”.

Sfide politiche

Il ministro ha riconosciuto che l’Unione europea deve affrontare importanti sfide politiche, attraverso le elezioni federali in Germania quest’anno e le elezioni presidenziali francesi nel 2022.

Tuttavia, Donohue ha affermato che i recenti cambiamenti nei Paesi Bassi e in Italia danno motivo di ottimismo.

Gli elettori olandesi hanno reintegrato il primo ministro Mark Rutte e il suo partito di centro-destra VVD per un quarto mandato, mentre in Italia il primo ministro Mario Draghi sembra pronto a formare un governo.

Ha detto che entrambi sono “molto impegnati nel progetto europeo e molto impegnati a promuoverlo”.

Ha anche osservato che la Commissione europea aveva fornito un sostegno economico che sarebbe stato inimmaginabile un anno fa.

Il signor Donoh ha fatto riferimento al sostegno dell’UNHCR per mitigare i rischi di disoccupazione nel programma di emergenza.

Ciò ha sostenuto programmi in 18 paesi dell’Unione europea, beneficiando circa 21,5 milioni di dipendenti e cinque milioni di lavoratori autonomi.