Ottobre 21, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Donna boliviana trova un dito mozzato in un hamburger

Una cliente di un fast food è rimasta scioccata dopo aver preso un boccone del suo hamburger solo per trovare i resti in decomposizione di una parte del corpo umano.

Una cliente di un fast food è rimasta inorridita dopo aver morso un hamburger e staccato i resti di un dito umano ammuffito.

Estefany Benitez, della Bolivia, ha fatto la scoperta in un Hot Burger a Santa Cruz de la Sierra, domenica scorsa.

Ha spiegato in un post su Facebook di essersi masticata il dito reciso mentre mangiava il suo primo boccone di hamburger.

Era accompagnato da foto del dito in decomposizione in questione, insieme a video di lei in attesa di parlare con un rappresentante dell’azienda, che in seguito l’ha implorata per il perdono.

Nel filmato, si sente l’impiegato che dice: “Per favore dimmi cosa vuoi e te lo daremo”.

Hanno anche affermato che gli hamburger sono arrivati ​​al negozio preconfezionati e che “niente di simile ci è mai successo prima”.

E in un altro video pubblicato online, che ora è stato visto più di 60.000 volte, Benitez ha aggiunto: “Eccoci in un ottimo ristorante di hamburger caldi dove un dito è finito nel mio hamburger. Pubblicherò una foto del dito al momento.”

Nella foto, la parte superiore di una figura ammuffita appare sul lato del piatto di una donna dopo aver presumibilmente mangiato un boccone di hamburger.

Ha detto che il rappresentante del negozio si è offerto di chiudere il ristorante mentre lei era ancora lì, ma poi “ha continuato a servire i clienti come se nulla fosse successo”.

READ  L'ambasciatore cinese nel Regno Unito ha vietato di partecipare a un evento nel parlamento britannico

Dopo aver condiviso la sua storia online, un portavoce dell’azienda lo ha definito uno “sfortunato incidente” e ha spiegato che un lavoratore ha perso parte del dito indice mentre preparava la carne.

Ciò è stato successivamente confermato da Edson Clore, direttore della forza anticrimine della polizia nazionale.

Lo sconvolgente corso degli eventi ha indotto il viceministro della Difesa per i diritti degli utenti e dei consumatori a chiudere temporaneamente la filiale e ad imporre una sanzione alla società.

Non è ancora noto se Benitez intraprenderà azioni legali.