Maggio 23, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Discutendo le prospettive del Passo Zancazor a Napoli, Italia

29 marzo 2022 15:16 (UTC+04:00)

292

di Aya Mohamed

Le prospettive per il Passo Zancazor nella regione sono state discusse a Napoli, in Italia.

La discussione si è svolta nell’ambito di una discussione in una riunione del gruppo di studio del Consorzio Partnership for Peace, a cui hanno partecipato anche Ayaz Mosipov, Direttore del Centro di Analisi delle Riforme Economiche e del Dipartimento per la Pianificazione Strategica e le Comunicazioni per lo Sviluppo.

Durante l’evento, Mosipov è stato informato sul “ruolo crescente del Passo Zangazur nell’integrazione economica regionale e nella pace”.

Ha sottolineato che il Corridoio Zangazor è l’opzione più realistica e ottimale per l’integrazione economica regionale e la pace nella realtà attuale. Inoltre, ha sottolineato che questo corridoio contribuisce all’efficacia del commercio mondiale e dei corridoi energetici, come Baku-Tbilisi-Ceyhan, Baku-Tbilisi-Kars, Southern Gas Corridor, ecc.

Economisti della regione, nonché di Polonia, Grecia, Stati Uniti, Turchia, Austria, Slovenia e altri paesi, hanno tenuto discussioni accademiche sulla cooperazione economica e sulle opportunità di integrazione nel Caucaso meridionale.

Le due parti si sono scambiate opinioni sulle potenziali prospettive del passo Zangazur nello sviluppo economico e nell’integrazione regionale.

Le nuove opportunità apparse sulla mappa geoeconomica dell’Eurasia dopo la gloriosa vittoria dell’Azerbaigian hanno creato la realtà di una completa riorganizzazione del sistema dei trasporti internazionali. L’articolo 9 dell’accordo tripartito concluso il 10 novembre 2020 prevede la revoca del divieto di “tutti i collegamenti economici e di trasporto della regione”.

Il 26 ottobre, il presidente dell’Azerbaigian Ilham Aliyev e il suo omologo turco Recep Tayyip Erdogan hanno gettato le basi per l’autostrada Zangazur-Huradiz-Gabriel-Zangilan-Agband.

Il Passo Zengazur collegherà la Repubblica Autonoma di Nakhchivan con il resto dell’Azerbaigian e amplierà l’integrazione dei trasporti nel Caucaso meridionale. Allo stesso tempo, il corridoio sarà il percorso più breve tra l’Azerbaigian e la Turchia, che diventerà automaticamente un’alternativa redditizia al traffico merci dall’Asia centrale alla Turchia e all’Europa, e viceversa. Questa sarà la seconda direzione dopo la ferrovia Baku-Tbilisi-Kars che collegherà i due paesi.

READ  Tendenze di viaggio in Toscana: nuovi hotel ed esperienze

Il passo Zangazur diventerà anche un collegamento importante nei corridoi di trasporto est-ovest, nord-sud, il che aumenterà notevolmente l’importanza dell’Azerbaigian come snodo dei trasporti.

In precedenza, il primo ministro azerbaigiano Ali Asadov ha affermato che le misure pratiche sono state adottate in Azerbaigian nel 2021 e che vengono adottate oggi per attuare il progetto del Corridoio Zangazur.

Aya Lamhamed è una giornalista di Azer News, seguila su Twitter: Incorpora il tweet

Seguici su Twitter Incorpora il tweet