Novembre 30, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Disciplina a sei terzini dopo la vittoria delle sei nazioni sull’Italia

Dopo la vittoria del Sei Nazioni in Italia sabato scorso, sei giocatori scozzesi sono stati esonerati per violazione dell’etica di squadra.

La BBC riferisce che i terzini scozzesi, Fin Russell, Stuart Hogg, Ali Price, Sione Tuipulotu, Darcy Graham e Sam Johnson, hanno tutti lasciato l’hotel della squadra e sono tornati in un bar della capitale scozzese, con grande dispiacere della direzione della squadra. Roma

Mentre a Edimburgo

La Scottish Rugby Union ha riconosciuto che era sorta una questione disciplinare, ma ha rifiutato di confermare l’identità dei giocatori.

Un rapporto dice: “Dopo la partita contro l’Italia lo scorso fine settimana, la dirigenza scozzese ha affrontato la questione post partita che ha coinvolto sei giocatori questa settimana.

“Parla individualmente con i giocatori coinvolti e quelle conversazioni e decisioni saranno personali.

“I preparativi per la partita contro l’Irlanda di questa settimana sono stati buoni e tutta la squadra è completamente concentrata sul raggiungimento di un risultato positivo sabato”.

Dei sei giocatori sospettati, il capitano Hawke, Graham, Johnson e Bryce, che ha vinto il loro 50esimo trofeo per l’Italia, sono nella XV partita di sabato contro l’Irlanda a Dublino, mentre Russell è stato sorprendentemente escluso dalla rosa di Gregor Downsent. L’amuleto inizia sulla panchina volante.

È stato rilasciato su cauzione per giocare per il Glasgow contro l’Edimburgo nello United Rugby Championship venerdì sera.

Per saperne di più: Inghilterra: Moro Idoje spera di porre fine alla sua campagna a sei nazioni contro la Francia al suo apice