Febbraio 4, 2023

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Dieci persone sono morte in un incendio in un edificio residenziale nella regione dello Xinjiang, nel nord-ovest della Cina

Le autorità affermano che un incendio in un edificio residenziale nella regione cinese nord-occidentale dello Xinjiang ha ucciso 10 persone e ne ha ferite nove.

L’incendio è scoppiato giovedì notte nel capoluogo di provincia, Urumqi, dove le temperature sono scese sotto lo zero dopo il tramonto.

Le fiamme si sono propagate verso l’alto dal 15° al 17° piano, con il fumo che si è diffuso fino al 21° piano, secondo diversi resoconti dei media statali. L’incendio ha impiegato tre ore per spegnersi.

I rapporti affermavano che i decessi e i feriti erano stati causati dall’inalazione di fumi tossici e che coloro che erano stati portati in ospedale avrebbero dovuto sopravvivere.

Aggiunsero che dall’istruttoria sarebbe emerso che l’incendio era divampato da un settore elettrico in una camera da letto di uno degli appartamenti del quindicesimo piano.

L’invecchiamento delle infrastrutture, la scarsa consapevolezza della sicurezza e, in alcuni casi, la corruzione del governo hanno portato a una serie di recenti incendi, esplosioni e crolli di edifici in tutta la Cina, che è ancora alle prese con la nuova epidemia di coronavirus, provocando blocchi e severe restrizioni di viaggio che hanno colpito milioni di persone Della popolazione. Le persone.

I video che circolano sui social media mostrano un arco d’acqua proveniente da un lontano camion dei pompieri che non raggiunge il livello delle fiamme, suscitando commenti rabbiosi online.

Domande sulla risposta al fuoco

Alcuni hanno affermato che i camion dei pompieri sono stati fermati da barriere antiepidemiche o auto bloccate dopo che i loro proprietari sono stati messi in quarantena, ma non è chiaro perché il camion fosse così lontano.

READ  25 morti nell'incidente dell'autobus di nozze sulla strada di montagna indiana

Molti residenti dello Xinjiang sono frustrati dai severi controlli cinesi sul COVID-19, inclusi test frequenti, restrizioni di viaggio e blocchi in corso. Alcuni di loro sono chiusi da più di tre mesi.