Agosto 7, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Dettagli del disegno di legge quadro sul sistema sanitario nazionale (documento)

La riforma del sistema sanitario nazionale è oggetto di un disegno di legge quadro adottato il 13 luglio 2022 dal Consiglio dei ministri, di cui Media 24 ha potuto ottenere copia. In essa vengono indicati i principali obiettivi dell’intervento statale in materia sanitaria e gli strumenti fondamentali per il loro raggiungimento, in linea con gli impegni assunti in materia di protezione sociale, in particolare per quanto riguarda l’universalizzazione dell’assicurazione sanitaria obbligatoria.

Pertanto, questo progetto di riforma è considerato settore pubblico e privatoEntrambi sono parte integrante del sistema sanitario nazionale. Si basa in larga misura sull’integrazione e sulla creazione di sinergie per soddisfare le esigenze che dovrebbero sorgere dalla realizzazione del progetto dell’universalizzazione dell’assicurazione sanitaria obbligatoria.

attribuisce grande importanza al lato giudizio, Ristrutturando la gestione del settore sanitario attraverso l’istituzione di nuove istituzioni e istituzioni pubbliche. Questa riforma dà priorità anche al regionalismo, poiché gran parte della pianificazione, del coordinamento e dell’attuazione avverrà a livello regionale, nelle regioni.

Rivalutazione risorse umane È l’altro grande progetto. Sarà subordinato all’introduzione di incentivi salariali, a una revisione dello stato della funzione pubblica nel settore sanitario ea una riforma del sistema formativo. Infine, il Digitalizzazione Il quarto e ultimo pilastro di questa riforma.

I principali assi di riparazione

Pertanto, il protocollo di introduzione del disegno di legge quadro n. 22-06 sintetizza il contenuto della riforma attraverso i seguenti assi:

– Il sviluppo delle risorse umane nel settore sanitario. Ciò include il ripensamento dello status del servizio pubblico nel settore sanitario, attraverso l’adozione di un sistema di incentivi premianti basato in parte sui risultati professionali. Anche il miglioramento dei sistemi di formazione sanitaria fa parte di questo asse.

– IstituzionalizzazioneImpegno al rispetto del circolo assistenzialecon primo passaggio presso strutture di assistenza primaria o un medico di medicina generale.

READ  Questo è il momento perfetto per fare uno spuntino senza ingrassare

– Il Sviluppo continuo delle infrastrutture sanitariecomprese le strutture di assistenza primaria che dovrebbero essere il primo punto di contatto e di riferimento per il paziente.

– Creare un Sistema di accreditamento delle strutture sanitarie Al fine di garantire il miglioramento continuo della qualità e della sicurezza delle cure.

– Riconsidera Il rapporto tra pubblico e privato E stabilire una partnership tra questi due settori, tenendo conto e garantendo le peculiarità del settore sanitario Integrazione e sinergia nell’uso delle capacità e delle infrastrutture disponibili.

– Il Digitalizzare il sistema sanitarioIstituendo un sistema informativo integrato e approvando la cartella clinica unificata.

Nel campo della governance e della gestione, l’istituzione di organismi specializzati:

  • Il Autorità Suprema SanitariaPer garantire la continuità del lavoro dello Stato in campo sanitario. Sarà responsabile della supervisione tecnica dell’assicurazione sanitaria obbligatoria e della valutazione della qualità dei servizi sanitari nel settore pubblico e privato.
  • Il Gruppi sanitari regionaliche sarà responsabile dell’attuazione della politica sanitaria dello Stato a livello regionale.
  • un Organizzazione generale dei medicinali e dei prodotti sanitaricosì come un altro Ente pubblico specializzato nella fornitura di sangue e suoi derivati.

Miglioramento della presentazione farmacologica

Nell’ambito della politica sulla fornitura di medicinali, il disegno di legge quadro obbliga lo Stato a:

  • Promuovere lo sviluppo dell’industria farmaceutica nazionale e incoraggiare lo sviluppo di farmaci generici;
  • Determinazione delle regole di sicurezza e qualità nel campo della produzione, importazione, esportazione, distribuzione e smaltimento di farmaci;
  • Determinazione dei requisiti di sicurezza per prodotti farmaceutici diversi da medicinali e dispositivi medici;
  • Incoraggiare e sviluppare la ricerca scientifica nei settori della farmacia, della medicina e delle scienze della salute.

Lo Stato deve anche garantire l’approvvigionamento di sangue e dei suoi derivati ​​con tutti i mezzi disponibili.

READ  Johnson & Johnson, AstraZeneca: quale vaccino è in questione? - Salute

gestione dell’epidemia

Lo Stato adotta le misure necessarie per prevenire i rischi che minacciano la salute, nel quadro di una politica comune, completa e integrata tra i vari dipartimenti e in coordinamento con tutte le autorità interessate.

Ogni volta che la vita e l’incolumità delle persone è minacciata dalla diffusione di malattie infettive o epidemiche, lo Stato adotta le misure di emergenza necessarie per prevenire queste malattie e limitarne la diffusione al fine di evitare i rischi che possono derivarne.

Ciascuno deve tenere conto delle regole e delle misure per il mantenimento della salute stabilite dai servizi pubblici.

Nel caso in cui una persona contragga una malattia infettiva che presenti un rischio epidemico, i servizi sanitari pubblici devono fornirgli le cure e le misure preventive necessarie per mantenere la sua salute. È possibile intraprendere le stesse azioni, se necessario, per l’entourage del paziente.

Migliorare l’offerta di assistenza

L’offerta assistenziale comprende, oltre alle risorse umane, tutte le infrastrutture relative settore pubblico e privatoTutte le apparecchiature sanitarie fisse e mobili, nonché i mezzi che consentono la fornitura di assistenza sanitaria e servizi.

I settori pubblico e privato (a scopo di lucro o meno) sono chiamati ad organizzarsi in modo coerente per rispondere efficacemente ai bisogni di salute, fornendo cure e servizi complementari, integrati e coerenti.

L’erogazione delle cure è organizzata a livello regionale, secondo un piano sanitario regionale, nel rispetto dell’ambito assistenziale. Questo dovrebbe iniziare nelle istituzioni di assistenza sanitaria primaria del settore pubblico o con un medico di medicina generale del settore privato.

Per sviluppare l’offerta di sponsorizzazione, lo Stato adotta le misure necessarie per attrarla Le abilità dei marocchini che vivono all’estero e stranieri, così come per attrarre investimenti stranieriAl fine di contribuire al trasferimento e alla condivisione delle competenze e al miglioramento della qualità dei servizi sanitari.

READ  Un centro sanitario a Orleans apre aree specifiche per adolescenti teenager

piani sanitari

Il Dipartimento elabora un Piano sanitario nazionale che definisca le linee guida generali per la distribuzione dell’offerta sanitaria, alla luce di un’analisi completa dell’offerta sanitaria disponibile e su base geografica, demografica ed epidemiologica a livello nazionale.

Sulla base di questo piano nazionale, ogni gruppo sanitario regionale è tenuto a sviluppare un piano sanitario regionale per fornire assistenza, per un periodo specifico. Questo piano definisce in modo completo l’offerta sanitaria nei settori pubblico e privato e definisce per il settore pubblico misure che garantiscano:

  • Rispondere ai bisogni della popolazione nel campo dell’assistenza sanitaria e dei servizi a livello regionale, definendo le aspettative in termini di strutture sanitarie, famiglie, luoghi, specialità, attrezzature fisse e mobili e attrezzature pesanti.
  • Coerenza ed uguaglianza nella distribuzione geografica delle risorse umane e materiali a livello regionale.
  • Ridurre le disparità di cura all’interno della regione.

Partenariato pubblico-privato

Lo Stato adotta le misure necessarie per stabilire un partenariato tra il settore pubblico e quello privato che tenga conto delle peculiarità del settore sanitario, che richiede integrazione e sinergia nell’uso delle capacità, delle attrezzature e delle infrastrutture disponibili, pubbliche o private.

Dovrebbero essere messi in atto meccanismi per garantire il coordinamento dei servizi di assistenza tra strutture pubbliche e private.

Pertanto, le istituzioni sanitarie del settore pubblico possono beneficiare dei servizi di operatori sanitari del settore privato per compiti specifici, ogniqualvolta se ne presenti la necessità e secondo le condizioni e le procedure specificate nel testo quadro.