Settembre 27, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Dentro la casa di Totoro Clinton Cole a Russell Lea, Sydney

Un importante architetto australiano ha trasformato una semplice casa di periferia in una casa unica nel suo genere che ricorda il set del film Il Signore degli Anelli, con enormi finestre a fessura e un giardino che cresce vicino a un muro.

Quando a Clinton Cole è stato chiesto di ristrutturare un mattone rosso degli anni ’20 a Russell Lea, otto chilometri a ovest del CBD di Sydney, ha usato l’antico concetto giapponese di shaki – “scenario preso in prestito” – per trasformare la proprietà in un paese delle meraviglie da giardino. e fuori.

Il risultato è Totoro House, un’esclusiva tre camere da letto piena di ampi spazi abitativi illuminati dal sole, bagni con piastrelle a mosaico e una cucina a pianta aperta e una zona pranzo impilate su due livelli.

Uno dei principali architetti australiani ha trasformato una semplice casa di periferia in questa casa unica nel suo genere

Clinton Cooley ha usato il vecchio concetto giapponese di shaki - una

Clinton Cooley ha usato il vecchio concetto giapponese di shaki – una “scena presa in prestito” – per trasformare la casa di Russell Leah in un giardino delle meraviglie, confondendo i confini tra interno ed esterno.

L'architetto ha illuminato il giardino facendo passare centinaia di lucine attraverso una griglia su una parete del patio progettata per sostenere una vite

L’architetto ha illuminato il giardino facendo passare centinaia di lucine attraverso una griglia su una parete del patio progettata per sostenere una vite

Nessuna spesa è stata risparmiata, a quanto pare, ma il fondatore di CplusC Architecture ha trovato almeno un modo per tagliare i costi, coprendo la panca dell’isola con impiallacciatura di bunnings che vende per solo $ 1 al metro.

Il signor Cole si è assicurato che la casa fosse inondata di luce naturale installando finestre in pietra, una tecnica architettonica risalente ai templi dell’antico Egitto che posiziona file di finestre strette sopra il livello degli occhi per far sembrare lo spazio più grande della dimensione effettiva del pavimento.

Ognuna delle tre camere da letto ha lucernari con posti a sedere vicino alla finestra con vista sul giardino, illuminato da centinaia di lucine interconnesse tramite una griglia sul muro del patio.

La casa dispone di bagni con piastrelle a mosaico

E ingressi lisci tra l'interno e il giardino

La casa presenta bagni rivestiti in mosaico (a sinistra) e un ingresso liscio tra l’interno e il giardino (a destra).

Ognuna delle tre camere da letto ha lucernari con sedili vicino al finestrino che offrono viste sul giardino

Ognuna delle tre camere da letto ha lucernari con sedili vicino al finestrino che offrono viste sul giardino

Cole si è assicurato che la casa fosse inondata di luce naturale installando finestre a lucernario (nella foto), una tecnica architettonica che posiziona file di finestre strette sopra il livello degli occhi per far sembrare lo spazio più grande delle dimensioni reali del pavimento.

Cole si è assicurato che la casa fosse inondata di luce naturale installando finestre a lucernario (nella foto), una tecnica architettonica che posiziona file di finestre strette sopra il livello degli occhi per far sembrare lo spazio più grande delle dimensioni reali del pavimento.

Architetto vincitore del Sydney Prize, Clinton Cole

Architetto vincitore del Sydney Prize, Clinton Cole

Mr. Cole è meglio conosciuto per aver dato nomi artistici ai suoi progetti, che includono “Iron Maiden”, “Cape Fear” e “Welcome to the Jungle”, e questo progetto non è diverso.

Simile ai nomi indicati da canzoni in vetta alle classifiche o gruppi heavy metal, l’architetto è stato ispirato da un design animato di Russell Leah.

Il mio vicino Totoro è un film giapponese dello Studio Ghibli che segue due ragazze che si trasferiscono in campagna per prendersi cura della madre malata, ma finiscono in un’avventura con gli spiriti della giungla che vivono nelle vicinanze.

Il signor Cole guarda spesso il film con i suoi tre figli e dice che c’è qualcosa nella disposizione della casa e nel suo giardino centrale che gli ricorda la storia.

Questa non è la prima volta che un architetto pluripremiato gioca a giardini “verticali” per creare spazio all’interno di lotti suburbani.

Totoro House prende il nome da Il mio vicino Totoro, un film giapponese dello Studio Ghibli che segue due ragazze che si trasferiscono in campagna per prendersi cura della madre malata, ma finiscono in un'avventura con gli spiriti della foresta che vivono nelle vicinanze.

Totoro House prende il nome da Il mio vicino Totoro, un film giapponese dello Studio Ghibli che segue due ragazze che si trasferiscono in campagna per prendersi cura della madre malata, ma finiscono in un’avventura con gli spiriti della foresta che vivono nelle vicinanze.

Quando una famiglia ha chiesto al signor Cole di progettare una casa di lusso su un appezzamento di terreno largo appena nove metri a North Bondi, Sydney, nel 2016, sapeva che avrebbe dovuto utilizzare tecniche intelligenti per far apparire la proprietà più ampia e luminosa delle sue dimensioni.

Il risultato sono state quattro camere da letto suddivise su due piani con bagni di ispirazione balinese, una lunga piscina all’aperto, solarium, ampie terrazze davanti e dietro, riscaldamento a pavimento e persino un piccolo cinema.

Ognuna delle quattro camere da letto si affaccia su un giardino di fiori e arbusti piantumati con arbusti lungo le pareti esterne, conferendo un senso di natura all’interno e creando l’illusione che l’edificio morto sia “vivo”.

Living Screens Home: l'architetto di Sydney Clinton Cole ha creato questa splendida casa di famiglia su un terreno largo nove metri a North Bondi nel 2016.

Living Screens Home: l’architetto di Sydney Clinton Cole ha creato questa splendida casa di famiglia su un terreno largo nove metri a North Bondi nel 2016.

Il soggiorno corre parallelo alla piscina fuori terra (nella foto) che riflette la luce solare naturale nella casa

Il soggiorno corre parallelo alla piscina fuori terra (nella foto) che riflette la luce solare naturale nella casa

“Abbiamo utilizzato lo “schermo live” per fornire luce e l’aspetto esterno degli spazi verdi, ma soprattutto per schermare le finestre vicine per evitare che i problemi vengano trascurati”, ha detto Cole al Daily Mail Australia l’anno scorso.

Le case vicine sono state costruite sopra il sito su entrambi i lati, riducendone le dimensioni e bloccando la luce naturale che altrimenti illuminerebbe l’interno.

Il signor Cole ha risolto questo problema costruendo la piscina rialzata direttamente di fronte alla finestra dal pavimento al soffitto del soggiorno, che attira il riflesso della luce solare dall’acqua.

“Il risultato è assolutamente sbalorditivo in termini di luci e ombre che giocano durante il giorno”, ha detto.

Il riflesso della piscina riflette ciò che il signor Coles chiama luce e ombra

Il riflesso della piscina riflette ciò che il signor Coles chiama la “sorprendente” luce e ombra in cucina e zona pranzo

Il soggiorno è collegato ad una spaziosa cucina, zona pranzo e patio esterno, fornendo ampio spazio per l’intrattenimento che è la principale richiesta dei clienti di Mr. Cole.

Ha sviluppato il concetto di giardino “verticale” quando non era possibile soddisfare la seconda richiesta dei suoi clienti per lo spazio “verde lussureggiante” all’interno dei confini dello stretto sito di nove metri.

Avevano un forte desiderio di avere una vista verde lussureggiante dagli spazi abitativi, quindi abbiamo usato [screens] per risolvere questa esigenza.

La casa è dotata di assi di legno e cemento, con colonne in acciaio che si estendono tra schermi esterni lasciati intenzionalmente a vista per “celebrare” la complessa struttura del giardino.

La camera da letto principale ha un bagno privato con vista sul giardino

La camera padronale con bagno en-suite si affaccia direttamente sul giardino “verticale” piantumato nelle pareti divisorie esterne

La porta d'ingresso si apre in un piccolo cortile

Le scale sono posizionate direttamente sopra l'isola della cucina per sfruttare al meglio la larghezza di nove metri

La porta d’ingresso si apre su un piccolo patio (a sinistra) che conduce alla zona giorno principale dove la scala (a destra) è posta direttamente sopra l’isola della cucina per sfruttare al meglio i nove metri di larghezza

Vista serale della piscina sorretta da una parete in acrilico e vetro rinforzato

Vista serale della piscina sorretta da una parete in acrilico e vetro rinforzato

La casa è dotata del più recente “sistema domotico” sincronizzato con un’app su telefoni e tablet, che consente ai residenti di programmare luci, temperatura dell’acqua, riscaldamento a pavimento e portasciugamani per adattarsi al cambiamento climatico durante tutto l’anno.

La proprietà ha vinto il Good Design Award 2018 ed è stata nominata per il World Architectural Festival e il Desirable Homes Award.

La famiglia, che ha commissionato la casa e ci abita dal 2016, afferma che ha superato di gran lunga le loro aspettative.

Cole non ha rivelato il costo del progetto e il suo valore non è stato valutato agli attuali prezzi di mercato.