Dicembre 3, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Dennis B. Salerno 1950-2022 | Notizie, sport, lavoro

Warren-Dennis Paul Salerno, 71 anni, di Bron de Valpolicella, Italia e Napoli, Florida, è morto sabato 24 settembre 2022 al Trumbull Regional Medical Center di Warren, dopo un devastante inizio improvviso e una feroce battaglia contro il cancro al seno.

Dennis è nato il 18 novembre 1950 a Youngstown, figlio di Frank e Loretta de Mathews Salerno, che aveva vissuto tutta la sua vita nel Nilo. Si è diplomato nel 1968 alla Niles McKinley High School, dove ha scritto nel calcio.

Ha frequentato la Ohio State University, dove dopo aver conseguito una laurea in spagnolo nel 1972 ha conseguito un master in letteratura italiana nel 1974, insegnando italiano all’università mentre studiava per questa laurea.

Nel 1975 si è arruolato nell’esercito degli Stati Uniti e ha concluso la sua carriera di 25 anni, ritirandosi nel 2000. Durante questo periodo è stato di stanza in numerose località degli Stati Uniti, oltre a tre missioni in Italia e una in Turchia, dove ha ha partecipato a tre guerre, nonché a molteplici operazioni di mantenimento della pace/applicazione della pace. I più notevoli sono stati Desert Storm nel 1991, la Bosnia nel 1995 e il Kosovo nel 1998.

In Desert Storm, è stato l’ufficiale delle operazioni di comunicazione per la 101a divisione aviotrasportata, pianificando, eseguendo e partecipando al sistema di comunicazione che ha spinto l’attacco aereo e terrestre della divisione in Iraq, ed è stato insignito della medaglia della stella di bronzo per il servizio eccezionalmente meritorio mentre era impegnato in operazioni di combattimento contro un nemico degli Stati Uniti. In Bosnia è stato capo delle operazioni e dei piani di comunicazione della NATO, progettando, fornendo e implementando tutte le comunicazioni per la NATO nei Balcani, ripetendo la missione del Kosovo.

READ  Investcorp ed Elliott completano i colloqui di acquisizione con il Milan

Dopo essersi ritirato dall’esercito nel 2000, Dennis ha scelto di accettare un lavoro civile presso la NATO come capo degli ingegneri delle comunicazioni satellitari a Verona, in Italia, invece di essere promosso colonnello. Lì, ha supervisionato un progetto da 74 milioni di dollari per espandere il sito e rafforzare le comunicazioni della NATO in tutta l’alleanza.

Lui e sua moglie acquistarono case nella regione vinicola della Valpolicella, sulle colline a nord di Verona. Si è ritirato di nuovo nel 2016 e con la moglie e diversi amici ha continuato tutti i suoi hobby: viaggiare, esplorare culture straniere, cantine, cibo, musei e costumi locali. Nessuno conosceva la storia, il cibo, le bevande o la cultura d’Italia come Denis. Spesso guidava gruppi a visitare cantine, ristoranti e musei. Se dai un nome alla città, ti dirà dove mangiare, cosa mangiare, cosa vedere e dove alloggiare. Era un vero gourmand, o “buongustaio” in italiano, e ha insegnato a molti italiani e americani le cose migliori del cibo e del vino italiano.

Inoltre, Dennis era un grande cacciatore di selvaggina. Ha ricevuto molti premi dall’Europa, così come dal Sud Africa, dove ha anche segnato un bufalo del Capo. Ha sempre seguito i principi etici della caccia, non accogliendo mai animali in pericolo o stressati.

Mancherà davvero alla moglie di 47 anni, Patricia “Patty” Holmes Salerno, la vera moglie dell’esercito, che lo ha seguito fedelmente in ogni missione e, mentre era lì, ha dato un contributo significativo al morale e al benessere di la comunità militare attraverso il coinvolgimento della comunità e la specializzazione nell’insegnamento nel sistema scolastico del Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti, dove è stata nominata Insegnante dell’anno nel 2006. Erano una coppia straordinaria e condividevano la loro passione per la vita e un profondo amore reciproco.

READ  I veterani riempiono l'anno sportivo 2021 di momenti indimenticabili

Mancherà anche alla sorella Celeste Walter e al marito Randy; i loro figli Kristi Vitelli, suo marito Eric e Matthew Walter e sua moglie Kim; genero di Robert Holmes e della moglie Miriam; i loro figli Melissa Christiansen, il marito Ryan e Sarah Wonderlich, e il marito Wes e David Holmes; nipoti e nipoti, Cameron e Kaelen Vitelli, Kira e Soren Christensen, Oscar Wendlich, Becca e Rachel Calvin; i cugini, David e Michael DeMatthews, e Bobby Salerno e sua moglie Kathleen; sia Venettis, Frank Cannell e sua moglie, Patty; Rich Correa e sua moglie Linda; E molti altri cugini.

Inoltre, mancherà a migliaia di persone in tutto il mondo, molte delle quali in Italia, nell’Est Europa e in ogni stato degli USA. Credeva nei valori fondamentali americani di libertà, rigoroso individualismo e libertà, ma ha anche chiarito l’importanza dell’impegno multinazionale e del rafforzamento delle relazioni in tutto il mondo.

Un servizio funebre cristiano avrà luogo sabato alle 10 presso la chiesa cattolica di Nostra Signora del Monte Carmelo nel Nilo, dove Dennis sarà onorato per il servizio militare dalla Guardia d’Onore degli Stati Uniti nella contea di Trumbull.

La sepoltura sarà al Cimitero Nazionale di Arlington.

I contributi finanziari possono essere inviati a The Wounded Warrior Project, 600 River Ave. Suite 400, Pittsburgh. Pa.15212.

Gli accordi sono gestiti dall’impresa di pompe funebri di Joseph Rossi & Sons a El Niles. La famiglia e gli amici possono visitare www.josephrossifuneralhome.com per visualizzare questo necrologio e inviare le condoglianze alla famiglia di Denise.

(avviso speciale)