Giugno 16, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

definizione | Ross – la stazione spaziale orbitale russa – Ross محطة station

La Russia che intende ritirarsi da Stazione Spaziale Internazionale Dal 2025, l’ISS ha deciso di costruire la propria stazione spaziale. Ross fu battezzato temporaneamente (Stazione spaziale orbitale russa), questo progetto di stazione russa è stato presentato ad aprile da Dmitry Rogozin, capo dell’Agenzia spaziale russa (Roscosmos). Questa decisione è stata presa dopo che i funzionari di Roscosmos hanno stabilito che la Stazione Spaziale Internazionale era alla fine della sua vita e che le unità fatiscenti, in particolare quelle russe, potevano rappresentare un rischio per la sicurezza dei loro equipaggi. Il deterioramento della Stazione Spaziale Internazionale che Controversie Thales Alenia Spaceche ha spiegato a Futura.

Ovviamente questa spiegazione non convince gli esperti occidentali che vedono nell’attuale stato delle relazioni russo-americane, simile alla nuova Guerra Fredda, l’origine di questa decisione che, se confermata, finirà decisamente bene. periodo di collaborazione con NASA e gli Stati Uniti. Una situazione che dovrebbe portare a una maggiore cooperazione con la Cina nell’esplorazione e nel volo spaziale umano.

Questa futura stazione sarà installata in un’orbita diversa da quella della ISS con un’inclinazione di 97 gradi invece di 51,6 gradi, che consentirà una copertura completa del territorio russo per solo il 20% da parte della ISS. La prima unità sarà lanciata nel 2028 da a lanciatore Angara dal cosmodromo di Vostochny. Questa è l’unità NEM (unità scientifica ed energetica) include una parte zippata e una no. Questa unità è stata inizialmente progettata per espandere la parte russa della Stazione Spaziale Internazionale. Per adattarlo al suo nuovo lavoro, si prevede che durerà da un anno e mezzo a due anni di lavori di conversione. Avrebbe dovuto essere in grado di controllare e aggiustare la situazione di Ross.

READ  La scienza ha finalmente dimostrato l'origine dell'aurora boreale

Una stazione che non sarà occupata in modo permanente

Inizialmente, la stazione di Ross sarà composta da quattro moduli con porte di attracco e una camera d’aria fuori dallo spazio. L’espansione della stazione è prevista per il 2030 con un porto di attracco dedicato a un velivolo lunare e una piattaforma esterna.

A differenza della Stazione Spaziale Internazionale, Ross non sarà occupata in modo permanente, ma un equipaggio da due a quattro astronauti visiterà frequentemente. La prima missione con equipaggio potrebbe aver luogo già nel 2026 per mettere in servizio il modulo NEM. L’occupazione parziale limiterà le possibilità di utilizzo, in particolare per la preparazione di voli con equipaggio nello spazio profondo e per la ricerca biomedica, ad esempio.

Sarai interessato anche a te

Ti interessa quello che hai appena letto?