Ottobre 6, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Decine di persone sono state contagiate dal nuovo virus Lagia | Salute

Decine di persone in Cina sono state infettate da un nuovo virus, chiamato Lagia, di origine animale, secondo gli scienziati, che a questo punto escludono il rischio di trasmissione da uomo a uomo. Il virus Langea hanniba (LayV) provoca sintomi nell’uomo come febbre, affaticamento, tosse, nausea e mal di testa.

Gli scienziati ritengono che il toporagno, un piccolo mammifero dal naso appuntito, potrebbe essere l’animale che ne ha permesso la trasmissione all’uomo. Le ferite sono state osservate nelle province cinesi di Shandong (est) e Henan (centrale).

infezione “sporadica”.

Trentacinque persone sono state infettate in Cina, secondo un rapporto pubblicato all’inizio di agosto dal New England Journal of Medicine (NEJM), una delle principali riviste mediche degli Stati Uniti.

Lo studio, che presuppone l’esistenza di infezioni “sporadiche” nell’uomo, conferma che i pazienti, per lo più agricoltori, non avevano né “stretto contatto” né “co-esposizione” ai patogeni. Alcuni hanno sviluppato anomalie nelle cellule del sangue. Altri soffrivano di funzionalità epatica e renale compromessa, afferma il rapporto.

Trasmissione da uomo a uomo

Langia è stata rilevata per la prima volta nel 2018. Ma questa volta il virus può essere identificato ufficialmente, grazie a un sistema che rileva febbri gravi e storie di esposizione degli animali.

A questo punto, gli scienziati considerano troppo presto per commentare la possibilità di trasmissione da uomo a uomo della malattia, dato il numero ridotto di casi.

Secondo i ricercatori provenienti da Cina, Singapore e Australia che hanno contribuito a scrivere il rapporto, sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere meglio le malattie associate al virus.

La virologa Linfa Wang del Duke-NUS Medical College di Singapore, uno degli autori del rapporto, ha dichiarato al Global Times che finora non sono stati identificati casi gravi o mortali di Lagia.

READ  Anche i dati sanitari dovrebbero essere "curati"

Leggi anche

La scoperta di Lanjia, un nuovo virus Heniba in Cina: dobbiamo preoccuparci?