Maggio 15, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

DAZN, “Sports Netflix”, sta valutando una fluttuazione del mercato azionario

Il co-CEO di DAZN, l’emittente sportiva online che quest’anno ha strappato a Sky i diritti per mostrare il campionato italiano di calcio di serie A, ha detto che sta valutando se renderlo pubblico mentre insegue un’ulteriore crescita.

Di proprietà del miliardario Len Blavatnik’s Access Industries, DAZN, soprannominato Sports Netflix, ha debuttato in Germania e Giappone nel 2016 ea dicembre ha annunciato il lancio del suo servizio di streaming sportivo live e on-demand in 200 paesi.

Le offerte di gruppo a prezzo fisso per mostrare gli sport premium tramite smart TV abilitate a Internet hanno minato i pacchetti di pay-TV offerti da emittenti famose. Tuttavia, le sue perdite iniziali sono state significative in quanto sono state spese per i diritti di trasmissione ed è stata duramente colpita dalla pandemia di Coronavirus, che ha portato alla cancellazione di molti eventi sportivi in ​​diretta.

“Se le condizioni sono giuste, posso vedere che stiamo beneficiando dei mercati dei capitali pubblici o dei mercati dei capitali privati ​​nei prossimi anni”, ha detto James Rushton, co-CEO di Reuters, in un’intervista alla domanda sulla possibilità di un IPO.

Mentre Bloomberg ha riferito l’anno scorso che la società stava prendendo in considerazione un’offerta pubblica iniziale come parte di un finanziamento fino a $ 1 miliardo, citando fonti, i dirigenti di DAZN non avevano precedentemente commentato pubblicamente la possibilità.

Il galleggiante renderà DAZN la prima società di trasmissione sportiva globale ad essere quotata.

Rashton ha affermato che il rapporto dell’azienda con Access significa che l’ingresso nei mercati pubblici non è una necessità.

Tuttavia, “Ritieni che Access desideri più supporto da qualcun altro? Sì, certo che puoi – sarebbe normale”.

READ  Helbiz, il pioniere della mobilità di precisione, ha annunciato il lancio degli e-scooter a Cesena, in Italia

Rushton, che è stato promosso alla sua posizione a gennaio, afferma che nonostante le perdite passate, la società si sta avvicinando a un punto di svolta poiché i clienti crescono e una piattaforma tecnologica efficiente lavora a suo favore.

Diritti della Lega Italiana

Il gruppo, entrato nel mercato italiano nel 2018, a marzo, si è assicurato i diritti per vedere tutte le partite di Serie A nelle prossime tre stagioni con un’offerta di 2,52 miliardi di euro, battendo la pay-tv Sky, di proprietà di Comcast.

I diritti nazionali in Premier League potrebbero essere il prossimo obiettivo.

“Una volta che l’offerta è stata lanciata, la esamineremo”, ha detto Rushton.

“La piattaforma globale … ci dà l’opportunità di essere più snelli e di lanciarci o espanderci in nuovi mercati molto rapidamente”, ha aggiunto, sottolineando che DAZN valuterà le opportunità in Gran Bretagna, Francia, Spagna e Asia non appena emergeranno.

La pandemia di coronavirus ha messo in discussione il modello operativo di DAZN, che offre agli utenti la libertà di annullare i propri abbonamenti con breve preavviso, poiché le leghe sportive hanno dovuto sospendere temporaneamente i tornei. Rashton ha detto che l’azienda ha resistito allo shock.

Ora, DAZN sta diversificando la sua base di entrate e prevede di generare oltre $ 100 milioni di entrate pubblicitarie quest’anno, ha affermato. Prevede inoltre di aggiungere un’opzione pay-per-view.

Rashton ha detto che DAZN non ha bisogno di un cambiamento importante nel numero di abbonati al calcio in Italia per rendere il suo investimento in Serie A. Fonti del settore stimano la base totale di abbonati di calcio per Sky e DAZN in Italia tra 3,5 e 4 milioni.

READ  I legislatori italiani stanno prendendo in considerazione il divieto del gelato sottile con iniezione di aria: i venditori potrebbero essere multati fino a $ 12.000

Reuters