Luglio 31, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Danimarca, Italia e Spagna collaborano a uno spettacolo eolico offshore scozzese

L’ultimo consorzio per le energie rinnovabili ad annunciare l’intenzione di presentare un’offerta per una tranche di un parco eolico offshore scozzese è composto da società danesi, italiane e spagnole.

Le tre società mirano a liberare il potenziale della tecnologia eolica galleggiante in futuro Scottwind giro di noleggio.

La danese Ørsted, l’italiana Falck Renewables e la spagnola Blue Flute Energy – per coincidenza tre dei quattro paesi che hanno raggiunto le semifinali di Euro 2020 – hanno gettato i loro cappelli sul ring mentre Crown Estate Scotland si prepara Tagliare parti del Mare del Nord sviluppare parchi eolici.

© AP
Chi sarà il vincitore del Licensing Round di ScotWind?

Una portavoce della partnership ha affermato che il consorzio sta prendendo di mira i contratti di locazione dei fondali marini per i siti che possono utilizzare ampiamente la tecnologia del vento galleggiante.

Falck Renewables opera nel Regno Unito dal 2002. Dispone di 10 parchi eolici in tutta la Scozia, da Kilbrower, a Sutherland, all’Asel Valley, nel South Ayrshire, e la sede operativa a Inverness.

Il Azienda con sede a Milano Ha aperto la strada a un approccio di comproprietà allo sviluppo di parchi eolici presso il sito di Boyndie, vicino a Banff. Le cooperative ora possiedono partecipazioni in sette dei loro parchi eolici.

© Fornito da Falck Renewables
Parco eolico Boyndie.

Richard Dipley, amministratore delegato di Falck Renewables UK, ha dichiarato: “Falck Renewables si impegna a svolgere un ruolo attivo nello sviluppo di progetti eolici offshore, poiché siamo convinti che la tecnologia svolgerà un ruolo fondamentale nel contribuire al raggiungimento degli obiettivi netti della Scozia.

“L’approccio pratico di Orsted al lavoro con le comunità locali è perfetto per i nostri 15 anni di esperienza lavorativa in Scozia per sviluppare progetti che condividono i loro benefici economici il più ampiamente possibile con la popolazione locale.

READ  L'Italia accetta un piano di ripresa economica con i fondi dell'Unione Europea per combattere il COVID-19

“Siamo entusiasti delle opportunità che questa partnership fornirà alle comunità scozzesi e alla catena di approvvigionamento”.

ØrstedCon sede a Fredericia, nella penisola danese dello Jutland, afferma di aver sviluppato e costruito più progetti di energia eolica offshore di qualsiasi altra società al mondo.

“Nuova tecnologia entusiasmante e in rapido sviluppo”

Martin Neubert, chief commercial officer di Orsted, ha dichiarato: “Abbiamo recentemente annunciato la nostra decisione strategica di perseguire opportunità di eolico galleggiante e guidare la commercializzazione di questa tecnologia.

“L’annuncio di oggi riafferma l’impegno di Orsted per questa nuova tecnologia entusiasmante e in rapida evoluzione.

“La combinazione delle nostre forti capacità di sviluppo interno, EPC (Engineering, Procurement and Construction) e O&M (Operations and Maintenance) con partner che hanno un’esperienza pratica unica in progetti eolici galleggianti e una forte presenza locale in Scozia, ci consentirà di offrire una nuova entusiasmante offerta per la Scozia”.

© Fornito da JMC Communications Scotland
Base britannica di Ørsted a Grimsby, Lincolnshire.

Duncan Clark, capo di Oersted, Regno Unito, ha aggiunto: “Abbiamo visto l’impatto positivo e trasformativo dei parchi eolici offshore a Oersted nel fornire energia pulita ed economica alle case e alle imprese, investendo nella nostra catena di approvvigionamento e aprendo l’accesso alle opportunità in tutto il mondo – e la creazione di nuovi posti di lavoro e competenze.Lascia un’eredità duratura.Questo successo è qualcosa che desideriamo replicare in Scozia.

“Il round di locazione di ScotWind è un passo fondamentale nel piano del governo scozzese di fornire fino a 11 gigawatt (GW) di capacità eolica offshore entro il 2030 e sarà fondamentale per una ripresa veramente verde dalla pandemia di Covid-19”.

Consorzio “Vincitore”

Carlos Martin, CEO di BlueFloat con sede a Madrid, ha dichiarato: “L’annuncio della nostra partnership con Orsted rafforza la posizione di BlueFloat Energy nel mercato dell’eolico galleggiante, in quanto sostiene la nostra proposta di valore come esperto tecnicamente neutrale con un decennio di esperienza e conoscenza unica in il settore energetico Sviluppo di progetti eolici galleggianti.

READ  L'economia della zona euro sta mostrando segni di adeguamento ai blocchi

“Migliora le nostre capacità e crea un campionato vincente per il tour di noleggio ScotWind altamente competitivo”.


Che cos’è esattamente la tecnologia dell’energia eolica galleggiante?

In contrasto con la tradizionale tecnologia eolica offshore a fondo fisso, in cui le turbine sono installate sopra una struttura ancorata al fondo marino, i progetti eolici galleggianti utilizzano principalmente un pontone ancorato al fondo marino mediante cime di ormeggio, consentendo ai progetti di essere in profondità acque lontane dalla costa.

La corda gli impedisce di andare alla deriva sulla spiaggia o sulla corsia di navigazione.

Hywind Scotland, lo sviluppo pionieristico di Equinor a circa 18 miglia al largo della costa di Peterhead, è stato il primo parco eolico commerciale al mondo a utilizzare turbine eoliche galleggianti.

© Stampa e riviste
Parco eolico offshore Hywind, da Peterhead.

BlueFloat vanta alcune delle conoscenze lavorative e dell’esperienza più complete nell’implementazione di schemi eolici offshore galleggianti per qualsiasi sviluppatore di progetti al mondo.

Fondata da un team di esperti di eolico offshore galleggiante e ora sostenuta da 547 Energy, la piattaforma di investimento in energie rinnovabili per società di private equity con sede negli Stati Uniti focalizzata sull’energia pulita Quantum Energy Partners, Progetti aziendali Includi EDP Vento Atlantico Parco eolico, al largo della costa portoghese.

Si ritiene che WindFloat sia il primo schema eolico offshore galleggiante al mondo a garantire il finanziamento del progetto.


John Pearson – Una nuova alba per l’industria energetica in Scozia

Nuovo centro globale di eccellenza per le forme di energia verde a Cromarty Firth