Settembre 25, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Dalla prigione alla frana: incontra il primo leader eletto della capitale dal carcere

A poche miglia dai luccicanti corridoi di arenaria e dalle colonne della Casa Bianca, il più probabile funzionario eletto di Washington ha il suo ufficio esecutivo: una cella al Columbia District Jail.

Joel Caston – condannato per omicidio da adolescente un quarto di secolo fa – trova la redenzione attraverso la politica dopo essere diventato il primo detenuto della capitale statunitense ad essere eletto a una carica pubblica.

In qualità di membro del Comitato consultivo del vicinato locale (ANC), il 45enne si trova al piano terra del pantheon politico bizantino della capitale degli Stati Uniti, ma ha una reale influenza nel plasmare la politica pubblica per migliorare la vita delle persone.

“Se ci viene data l’opportunità, possiamo partecipare al processo politico. Possiamo essere una risorsa, non una responsabilità per la nostra comunità”.

Dice che da allora ha lavorato duramente per cambiare il corso della sua vita, sviluppando una rigida routine di studi biblici, economia, yoga e tutoraggio.

In estate, con Washington che ha recentemente ampliato i diritti di voto ai criminali imprigionati, Caston ha aggiunto un’altra serie positiva alla sua fascia, sconfiggendo quattro dei suoi colleghi di un terzo dei voti per diventare un commissario dell’ANC nel quartiere 7 di Washington.

“Ho chiamato la mia regina. Era tipo, ‘Baby, hai vinto!'”, ha detto Caston. Ricordando che le guardie li hanno svegliati alle cinque del mattino di un giorno di giugno per riferire che aveva vinto le elezioni.

I commissari dell’ANC, il consiglio direttivo eletto a livello locale creato negli anni ’70, fungono da mediatori per i residenti, il governo locale e le agenzie federali.

READ  Repubblicani "attacchi" alle corporazioni contro le leggi sui diritti di voto Ipocrisia | Repubblicani

“Ho iniziato a modellare il comportamento di Mandela. Non ha mai ceduto al suo ambiente”, ha detto Caston, che è stato dietro le sbarre per lo stesso periodo e ha trascorso del tempo in 16 strutture diverse prima di tornare a Washington nel 2016.

Nel 2018 ha fondato il Young Men Emerging Program, un’iniziativa di tutoraggio che riunisce giovani uomini appena incarcerati con detenuti più anziani per fornire consulenza e rafforzamento della comunità.

“Li ho spesi per prepararmi a non tornare mai più in prigione.”

La corsa di Caston alla carica elettiva è iniziata nel luglio dello scorso anno quando i legislatori locali hanno votato per dare ai criminali il diritto di voto dal carcere.

Ciò ha attirato la sua attenzione sull’ANC e sulle sue imminenti elezioni.

Caston ha fatto una campagna tramite YouTube e ha promosso una dichiarazione online agli elettori fuori dal carcere, compresi i residenti di un rifugio per senzatetto e di un condominio.

Ma ha usato i gruppi di difesa ei sostenitori sul campo per essere i suoi occhi, le sue orecchie e la sua tromba.

E mentre dicono che il tempo è il tuo unico lusso mentre stai scontando la tua pena, Caston spesso scopre che non ci sono abbastanza ore durante la giornata.

L’incarico di due anni di Caston potrebbe terminare presto poiché stava cercando il rilascio anticipato in base a una legge che consente ai detenuti condannati come adolescenti di presentare una petizione per una riduzione della pena dopo 15 anni.

“Se il mio posto… serve solo allo scopo di ispirare gli altri a impegnarsi in questioni di impegno civico, allora è servito al mio scopo”, dice.

READ  I talebani impediscono agli sfollati di lasciare gli aerei