Agosto 15, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Da agosto gli afgani attraversano il corridoio umanitario in Italia

Un ente di beneficenza cattolico in Italia ha annunciato l’arrivo del primo gruppo di afgani attraverso il ‘Corridoio Umanitario’, la comunità di Sant’Egidio. I corridoi sono stati annunciati all’inizio di novembre.

Marco Impagliazzo, leader della comunità di Sant’Egidio, ha annunciato giovedì 9 dicembre che i primi afgani sono arrivati ​​in Italia attraverso un corridoio umanitario. Alcuni dei 12 sono sbarcati, mentre altri stanno arrivando, secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa cattolica tedesca. KNA.

Inoltre, 93 persone sono arrivate direttamente dai campi di detenzione in Libia attraverso un corridoio. Impagliazzo ha detto che è “una notizia meravigliosa, soprattutto per i più angosciati. Sappiamo tutti delle condizioni catastrofiche e della disumanità dei campi libici”.

I corridoi sono stati riaperti il ​​4 novembre in collaborazione con la Chiesa protestante e la Conferenza episcopale italiana, il ministero degli Esteri italiano, il ministero dell’Interno e un gruppo di organizzazioni umanitarie e religiose, tra cui l’agenzia delle Nazioni Unite per i rifugiati UNHCR.

Supporto di più agenzie

Il Ministero dell’Interno ha provveduto alle spese di viaggio degli ammessi sulla rotta umanitaria. Il Ministero degli Affari Esteri rilascerà un visto per l’Italia.

Una volta in Italia, 400 di coloro che hanno riconosciuto lo status di rifugiato potranno partecipare a un programma di coordinamento gestito dal Ministero dell’Interno. Gli altri 800 saranno supportati da varie associazioni umanitarie e religiose e coadiuveranno nel coordinamento della preparazione dei documenti di asilo.

“E’ un regalo di Natale per gli afgani che attraversano i confini del loro paese in Iran o Pakistan e sono accolti oggi in Italia”, ha detto Impagliasso.

Secondo il portale online regionale italiano, sono stati attivati ​​gli ultimi corridoi umanitari Dolomiti, Ad accogliere le famiglie provenienti dalla Siria e dall’Afghanistan, consentirà province come Trento nelle montagne settentrionali intorno alle Dolomiti.

READ  Il primo ministro indiano Narendra Modi dovrebbe visitare l'Italia e il Regno Unito la prossima settimana, secondo Indian News

Semaforo verde in Trentino

Mauricio Fugatti, dirigente della regione Trento e membro del Partito della Lega (La Lega), ha dato il via libera al progetto il 6 dicembre. Dolomiti Segnalato. L’area si appresta a fornire circa 20 posti per le famiglie entro la fine di gennaio 2022 e dicembre 2023.

È stato riferito che la maggior parte dei siriani arriverà dal Libano attraverso il corridoio umanitario, che è stato implementato per la prima volta nel 2016. Dolomiti. Finora la regione ha accolto una famiglia di sei membri provenienti dalla Siria.

Più di recente, sono arrivati ​​otto siriani di tre famiglie imparentate. È stato riferito che sono attualmente in isolamento obbligatorio Dolomiti Di lunedi. Per i cittadini afghani il Trentino è una priorità per donne e bambini. Nei prossimi due anni si prevede che 1.200 persone visiteranno l’Italia.

I corridoi devono essere in funzione per almeno due anni

Il Trentino ha già accolto circa 100 cittadini afgani deportati durante l’estate nell’ambito dell’Operazione Aquila Omnia. Sono stati sottoposti a isolamento COVID-19 in Trentino prima di essere trasferiti in varie parti d’Italia.

Secondo l’annuncio dei Corridoi Umanitari del 4 novembre, la maggior parte degli afgani che si erano qualificati per il corridoio era già andata in Iran, Pakistan o altri paesi di trasporto e aveva ottenuto asilo temporaneo prima di essere trasferita in Italia.

Questi particolari corridoi dovrebbero essere aperti per due anni, ma potrebbero essere estesi per un altro anno per accogliere più rifugiati, se necessario. KNA La comunità di Sant’Egidio avrebbe anche espresso sostegno alle 50 persone selezionate come gruppo durante la visita del papa a Cipro la scorsa settimana.

READ  La speranza di primavera parla della tradizione per il Rinascimento dei ristoranti italiani | Notizie Calcutta