Luglio 5, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Critérium du Dauphiné – Rolland: “Il ciclismo è una scienza casuale”

Pierre Roland (B&B Hotels-KTM) non ha potuto fare a meno di rilanciare la gara, in questa prima fase di Standard del Delfinato. Il 35enne velocista ha seguito l’esempio, poi ha affrontato alcuni big quando è stato individuato al timone della gara, lasciandosi unire a lui. Massimo Pouillet (Arkea-Samsic) e Lorenz Howes (Materiali Intermarché-Wanty-Gobert). Se il trio viene catturato dal gruppo molto prima del punteggio, lo scalatore uomini in vetro Passato in testa ai vari sentieri di giornata per assicurarsi che fosse indossata la maglia da montagna. Come bonus, il miglior scalatore in Delfino Standard 2008 Ha ricevuto il Fighting Award, per il suo lavoro in testa alla gara di domenica. Poi si è preso il suo tempo per rispondere alle domande.

Video- Degustazione Wut Van Aert dopo aver vinto la prima tappa

“E’ il simbolo di una carriera lunga e regolare”

“L’obiettivo era quello di ottenere una fuga un po’ più consistente, ma ho visto bravi corridori in testa come Postelburger, Kevin Geneitz e Kavanaugh sulla prima salita, quindi ho scortato e ad un certo punto ho affrontato un po’ tutti. Sapevo che stava per tornare da me ma mi aspettavo di più. dai corridori… Una volta che se n’è andato, se ne è andato”menzionato Pierre RolandAttacco dello spirito.

“Quando ho preso il comando in Categoria 2 mi sono detto che se avessi superato gli altri in testa, avrei preso la maglia a pois e ho riflettuto sul fatto che ho vinto questa classifica 14 anni fa. È simbolico per me averlo stasera , e sto cercando di mantenerlo il più a lungo possibile”.aspira a Ginnois. “È il simbolo di una carriera lunga e regolare quindi sì, sono soddisfatto della mia giornata”Campione aggiunto Alberghi B&B – KTM.

“La squadra sta facendo bene da alcune settimane ormai”.

“È il mio ciclo, Delfinato, il Tour, giugno e luglio, sono sempre stati i mesi più importanti della mia stagione, e sono nei bei tempi. È stata una bella giornata, domani cercheremo di recuperare e lo faremo ricominciare lunedì”È per spiegare. “La squadra sta andando bene credo qualche settimana fa, Luca (Mazzato) è arrivato secondo due volte, sta girando. Comunque stiamo dando il meglio di noi stessi, dopo i risultati ci sono i pro e i contro di quello che facciamo ‘t master, what we master È allenarsi, dare il massimo ogni giorno, e dopo il ciclismo è ancora una scienza un po’ casuale in termini di progressione”poi sviluppato.

READ  Come Doctolib sta rivoluzionando il settore della sanità digitale

Domani? “Penso che sia più o meno lo stesso profilo di oggi, quindi correre con il gruppo è un po’ meno come oggi, ci sono squadre che cercheranno di eliminare i corridori più grandi come Groenewegen, ecc.” In tutti i casi, Pierre Roland Domani (lunedì) indosserà la sua nuova maglia, qualunque cosa accada.