Maggio 28, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Crisi ucraina: Putin e Macron “parlano al telefono”; L’America afferma che il 40% delle forze russe è in posizione offensiva – Mubasher | notizie dal mondo

russo Sabato mattina, i funzionari hanno detto che più di 1.600 persone erano arrivate in Russia Rostov regione da DonbassNell’ambito dell’evacuazione di massa dei cittadini annunciata dai leader dei paesi filo-russi nell’est del paese Ucraina Il venerdì sera.

I separatisti delle due repubbliche filo-russe hanno chiesto venerdì notte l’evacuazione di donne e bambini nell’area, adducendo i timori di un’imminente invasione militare ucraina, mentre i funzionari occidentali hanno avvertito Mosca Stava cercando di creare una scusa in Oriente Ucraina invadere il suo vicino.

Poco dopo l’annuncio dell’evacuazione, le foto di Donetsk pubblicate dai media statali russi mostravano autobus in fila per l’evacuazione.

Il vice della Duma di Stato Viktor Vodolatsky ha detto all’agenzia di stampa statale russa TASS che si aspetta che “circa 25.000 civili evacuati dal Donbass” arrivino nella regione di Rostov entro sabato mezzogiorno. I leader dei due paesi separatisti filo-russi hanno affermato che intendono evacuare più di 700.000 persone in totale.

Venerdì, i media statali russi hanno pubblicato una serie di video che mostrano rifugi temporanei allestiti per i cittadini del Donbass nella regione di Rostov. Durante la notte nel paese sono stati segnalati anche lunghi ingorghi ai posti di frontiera.

Mentre la maggior parte dei cittadini del Donbass sarà collocata nella regione meridionale di Rostov, un certo numero di altre regioni del paese hanno dichiarato di essere pronte ad accogliere gli sfollati.

Il presidente russo Vladimir Putin Venerdì ha anche annunciato che il suo governo pagherà 10.000 rubli (£ 95) per ogni “rifugiato” che arriva nel paese.

Funzionari occidentali hanno avvertito che Mosca sta cercando di creare un pretesto nell'Ucraina orientale per invadere attraverso la campagna di evacuazione.

Funzionari occidentali hanno avvertito che Mosca sta cercando di creare un pretesto nell’Ucraina orientale per invadere attraverso la campagna di evacuazione. Fotografia: Eric Romanenko/TASS

Alcuni Donetsk I residenti si sono detti confusi dagli ordini di sfratto e non avevano intenzione di andarsene Russia.

“Resto. Il Donbass è la mia casa. Ho tre bambini piccoli e non sappiamo cosa ci aspetta a Rostov”, ha detto al Guardian sabato Ksenia Vasilieva, residente a Donetsk.

Altri hanno affermato di aver deciso di andarsene dopo una serie di esplosioni avvenute venerdì sera nei due stati delegati separatisti.

Kiev Ha negato qualsiasi azione ostile nel Donbass e l’intelligence ucraina aveva precedentemente affermato che le infrastrutture nelle regioni del Donbass erano state smantellate per fornire un pretesto per un’invasione russa.

“Ho paura per la mia famiglia, non ho altra scelta che partire”, ha detto Oksana Pulkova, che stava progettando di prendere un autobus per la Russia più tardi da Donetsk.

L’evacuazione arriva secondo gli osservatori dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa L’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa ha affermato che c’è stato un “aumento significativo” del numero di attacchi lungo la linea del fronte nell’Ucraina orientale.

Sabato mattina, le forze armate ucraine ei ribelli sostenuti da Mosca si sono nuovamente accusati a vicenda di aver violato il cessate il fuoco. L’Ucraina ha anche annunciato la morte di un soldato durante i combattimenti con i ribelli sostenuti da Mosca.

Le persone che lasciano Donetsk, controllata dalla Russia separatista, arrivano al checkpoint di confine di Matveyev Kurgan il 18 febbraio.

Le persone che lasciano Donetsk, controllata dalla Russia separatista, arrivano al checkpoint di confine di Matveyev Kurgan il 18 febbraio. Fotografia: Eric Romanenko/TASS
READ  Le scuole si preparano per una maggiore formazione a distanza, richiedono vaccinazioni per il personale