Luglio 28, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Crisi sanitarie: rafforzare la capacità dell’UE di anticipare e adattarsi | notizia

Martedì, la commissione per l’ambiente, la sanità pubblica e la sicurezza alimentare ha adottato, con 67 voti favorevoli, 10 contrari e 1 astensione, il progetto di posizione negoziale su un nuovo regolamento volto ad affrontare le gravi minacce sanitarie transfrontaliere. Il testo sarà posto ai voti in plenaria durante la sessione di settembre.

Migliorare la cooperazione e la trasparenza negli appalti congiunti

La crisi del COVID-19 ha dimostrato che è ancora necessario agire a livello europeo per sostenere la cooperazione tra gli Stati membri, in particolare tra le aree transfrontaliere, affermano i deputati. Inoltre, chiedono procedure chiare e maggiore trasparenza riguardo alle attività di appalto congiunto e ai relativi accordi di acquisto. Gli appalti congiunti dovrebbero essere utilizzati per rafforzare la posizione negoziale dei paesi partecipanti, migliorare la sicurezza dell’approvvigionamento e garantire un accesso equo ai prodotti medici, affermano i deputati.

Una visione trasversale della salute

Per affrontare le future minacce alla salute pubblica, i deputati sostengono un approccio multisettoriale “One Health” che riconosca che la salute umana è legata alla salute degli animali e all’ambiente. Inoltre, vogliono garantire che, oltre al controllo delle malattie infettive, il monitoraggio del loro impatto sulle malattie non trasmissibili come le malattie cardiovascolari e respiratorie, il cancro, il diabete e la salute mentale sia integrato nella politica sanitaria.

Una migliore rappresentanza delle parti interessate e un ruolo più forte per il parlamento

Il nuovo comitato per la sicurezza sanitaria, composto da rappresentanti nazionali che discutono questioni politiche e tecniche, dovrebbe includere anche le agenzie dell’UE competenti, come l’Agenzia europea per i medicinali e il Centro europeo per il controllo e la prevenzione delle malattie. I rappresentanti delle agenzie e il Parlamento europeo partecipano alle riunioni del comitato in qualità di osservatori. Dovrebbe inoltre essere assicurata una più ampia consultazione degli esperti di sanità pubblica, delle organizzazioni internazionali e degli operatori sanitari.

READ  Donare un corpo: The Core Reform - Editing

la citazione

La relatrice Véronique Trillet-Lenoir (Renew Europe, FR) ha dichiarato: “Con questa relazione rafforziamo la proposta della Commissione consentendo all’UE di prevenire e rispondere a qualsiasi tipo di minaccia futura per la salute pubblica. Oltre alle malattie infettive, l’Unione europea oggi non è immune da alcuna minaccia ambientale, alimentare, biologica, chimica o di altro tipo. La nostra priorità deve essere quella di garantire la solidarietà sanitaria riducendo le disparità sanitarie all’interno degli Stati membri e al di fuori dell’Europa. ”

Contesto

Come parte dell’edificio a Unione Europea della SanitàL’11 novembre 2020 la Commissione ha proposto un nuovo quadro per la sicurezza sanitaria adeguato alle sfide future, basato su Lezioni apprese dalla lotta al coronavirus. include un Suggerimento Mirato a rafforzare il mandato dell’Agenzia europea per i medicinali.