Agosto 12, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Crimson: il regista Ron Jones chiede al governo gallese di aiutare a tornare a casa

Scarlett ha raggiunto le semifinali di Coppa dei Campioni nel 2018, perdendo contro il Leinster

Il manager degli Scarlets Ron Jones ha chiesto al governo gallese di aiutare i giocatori e il personale in quarantena nella regione a tornare in Galles.

Sono attualmente in quarantena in un hotel di Belfast dopo essere tornati dal Sudafrica nella lista rossa.

Cardiff rimane a Città del Capo Dopo i casi positivi al Covid-19, mentre i test di Scarlets erano chiarissimi.

“Penso che sia responsabilità del governo gallese riportarli in Galles”, ha detto Jones alla radio Cymru della BBC.

“Non possiamo spostarli senza il permesso del governo gallese”.

Il ministro della Salute gallese Elonid Morgan ha affermato che non ci sono hotel in Galles in grado di ospitare il gruppo di viaggio Scarletts e afferma che sarà necessario approvare una nuova legislazione per consentire comunque che ciò accada.

Le attuali regole in Galles gli atleti d’élite non sono esenti dall’isolamento al ritorno dai paesi della Lista Rossa e non sono autorizzati a lasciare il loro luogo di isolamento per l’allenamento.

Come Cardiff, Munster e la squadra italiana Zepre, gli Scarletts si trovavano nell’emisfero meridionale per giocare le partite della lega di rugby dello United quando è emersa la nuova alternativa Omicron Covid, spingendo i governi del Regno Unito e del Galles a implementare nuove restrizioni di viaggio.

Includono i requisiti per le persone che arrivano dopo le 04:00 GMT della scorsa domenica mattina dai paesi nella lista rossa, incluso il Sudafrica, per trascorrere 10 giorni in quarantena in hotel.

Scarletts è arrivata a Dublino con un volo charter alle 02:15 GMT di lunedì, ma Jones ha negato di aver viaggiato nella Repubblica d’Irlanda perché era il posto più vicino al Galles dove potevano atterrare.

READ  Liverpool entusiasta del Dundee United Wonderkid Kerr Smith - Paper Talk | notizie di calcio

“No, al contrario”, disse a Dros Frecwast. “Il piano era che le quattro squadre (Scarletts, Cardiff, Monster e Zepre) tornassero in Europa.

“Il governo irlandese è stato felice che l’aereo sia atterrato lì, quindi è stato più facile atterrare lì. Poi ci preoccupiamo di come riportare il nostro equipaggio in Galles. Non ce l’abbiamo fatta, ovviamente.

“Dovevamo andare a Belfast perché era quasi l’unico posto che il governo poteva offrire ai nostri giocatori e al nostro staff in quel momento.

“Essere in un hotel ovunque tu debba stare nella tua stanza per 10 giorni non è attraente, quindi dobbiamo lavorare ora per portarli fuori di lì in un posto che si adatta meglio a loro.”

Mentre gli Scarlets sono a Belfast, sono soggetti alle regole di quarantena imposte dai dirigenti dell’Irlanda del Nord.

Jones ha affermato che il governo gallese dovrebbe prendere accordi per consentire alla squadra di Scarlett di tornare a casa e continuare i preparativi per la Coppa dei Campioni del prossimo mese.

“Gli Scarlett rappresentano il Galles ai massimi livelli nel rugby e spetta al governo gallese aiutare a portare la squadra a casa in Galles in modo da poter continuare con i nostri allenamenti, ecc”, ha detto.

“Se la regione del Munster Rugby è in grado di tornare dal Sudafrica, il governo irlandese ha già dato loro il permesso di recarsi a Limerick in modo che possano continuare i preparativi per le prossime partite.

“Non credo che siamo illogici nel chiedere aiuto al nostro governo in modo che possiamo anche tornare in Galles e continuare con i nostri preparativi”.

Da allora il ministro dello sport irlandese Jack Chambers ha detto che Monster Le autorità sudafricane hanno accettato di tornare a casa.

READ  Caso matematico sull'esame italiano Cham Suarez sullo scaffale - English

Morgan considerò il commento “Over Breakfast to Jones”.

“Non ci sono hotel in Galles che possono offrire alloggi, e questo non è qualcosa di facile da risolvere”, ha detto.

“Se l’hotel è d’accordo, dovrà essere classificato come un hotel che accetta viaggiatori provenienti da paesi classificati in rosso [and] Per fare questo devono essere approvate nuove leggi.

“L’Irlanda ha un aeroporto che accetta voli da tutto il mondo, cosa che non avviene qui in Galles. È importante che rispettiamo la legge per garantire la sicurezza del popolo del Galles”.

Gli Scarletts andranno sabato 11 dicembre contro gli inglesi di Bristol nella Heineken Champions Cup, ma Jones afferma che la situazione attuale sta sollevando dubbi sulla prima serie di partite del girone nel principale torneo europeo.

“Penso che la competizione abbia comunque problemi perché non c’è modo che Munster e Cardiff possano giocare le loro partite”, ha aggiunto.

“Secondo noi, se riusciamo a riportare il nostro equipaggio in Galles, utilizzando il tipo di esenzione che il governo del Regno Unito ha concesso in passato alle squadre sportive d’élite, possiamo tenerli in una bolla in quarantena e anche fornire loro risorse dove possono può allenarsi e prepararsi.

“In assenza di ciò, penso che sarà difficile convincere la squadra a giocare una partita ai massimi livelli, dove la fatica e lo stress avranno un impatto sui giocatori sia fisicamente che mentalmente”.

Parlando alla BBC Radio Wales, il capo di Scarlett, Simon Modrac, ha convenuto che potevano mettere in dubbio la loro capacità di fare la partita di Bristol.

“Il tempo stringe, la verità è che non giochiamo come squadra da un po’ di tempo”, ha detto.

READ  Euro 2020: è diventato virale il video dell'attaccante italiano in visita all'infortunio durante la partita contro il Belgio; Reazione Twitterati - GUARDA | notizie di calcio

“La nostra ultima partita è stata a fine ottobre, ora siamo a fine dicembre, e ogni giorno i ragazzi sono in quarantena, perdono la loro.

“Quindi stiamo iniziando ad arrivare a un punto, se non arriviamo davvero a un punto in cui ci sono, ad essere sinceri, alcuni problemi di salute e sicurezza personali in cui hai un gruppo di ragazzi che non hanno giocato a rugby sei settimane, potrebbero stare in un hotel per 10 giorni, e stanno avendo un gruppo Atleti finemente sintonizzati che non saltano mai un colpo in termini di tempo di gioco, preparazione, alimentazione, accesso alla luce solare e capacità di trascorrere del tempo decomprimendo a casa con le loro famiglie.

“Ci sono una serie di sfide che non possiamo ignorare, ma che devono essere affrontate oggi e per il resto della settimana”.