Settembre 17, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

crema. Gli operatori sanitari denunciano le etichette antivaccini

Nella mattinata di giovedì 22 luglio sono stati scoperti adesivi antivaccino sulla facciata del laboratorio medico e della biblioteca comunale di Crémio. In questo martedì 27 luglio, gli operatori sanitari della città hanno deciso di non lasciare e sostenere il laboratorio.

Questo contenuto è stato bloccato perché non hai accettato i bot.

clic “Approvato”, i congiurati verranno depositati e potrai visionarne il contenuto .

clic “Accetto tutti i traccianti”Autorizzi il deposito di tracker per memorizzare i tuoi dati sui nostri siti Web e app ai fini della personalizzazione e del targeting pubblicitario.

Hai la possibilità di revocare il tuo consenso in qualsiasi momento.
Gestisci le mie scelte


Medici, farmacisti, infermieri, fisioterapisti, dentisti, osteopati e dietologi sono in totale diciassette per “condannare con forza i segnali offensivi” e per ricordare che il laboratorio cremonese “è impegnato da più di un anno e mezzo, senza sosta, nella lotta contro il Covid».

Patrick Joffe, farmacista e firmatario del comunicato stampa, spiega: “Quando attacchiamo i professionisti della salute, non possiamo rimanere non reattivi. Non dire nulla significa che non è una cosa seria”.

READ  Marypoix. Viva la scienza! Riprende le sue lezioni