Ottobre 18, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Covid-19: il primo coagulo nel braccio

Per i medici, questa condizione migliora la comprensione di come l’infiammazione causata da COVID-19 può portare a coaguli di sangue ricorrenti negli arti superiori, ma anche il miglior protocollo da seguire per trattarla. Infine, questo caso di studio fa parte di un più ampio programma di ricerca che coinvolge 1.000 pazienti ricoverati con COVID-19 nel New Jersey, che potrebbe fornire anche nuove conoscenze su altre conseguenze associate a forme gravi di malattia.

Nella misura in cui è stato documentato il rischio di sviluppare una trombosi venosa profonda associata a forme gravi, non è insignificante. Un recente studio pubblicato sul Journal of Research and Practice in Thrombosis and Haemostasis ha stimato un’incidenza del 14% nei pazienti COVID-19 ospedalizzati. Tuttavia, finora la TVP è stata segnalata agli arti inferiori: quindi, la maggior parte delle TVP si verifica nelle gambe e solo il 10% circa dei coaguli di sangue si verifica nelle braccia, quindi il 9%. Quasi tutti questi casi sono frequenti.

La trombosi venosa profonda degli arti superiori è una complicanza preoccupante Perché provoca molte complicazioni, tra cui gonfiore persistente, dolore e affaticamento alle braccia che possono impedire il normale funzionamento quotidiano, e nel 30% dei casi il coagulo di sangue viaggia ai polmoni e il blocco può essere fatale.

Pertanto, questo è il primo studio in cui l’emergente corona virus (Covid-19) provoca una ricorrenza dell’infezione nella parte superiore del braccio di un uomo a cui sono stati precedentemente diagnosticati coaguli di sangue negli arti superiori.

Paziente È stato presentato al suo medico di famiglia a causa di un gonfiore al braccio sinistro ed è stato inviato in ospedale per un trattamento dove gli è stato diagnosticato un coagulo di sangue nel braccio, legato a un’infezione asintomatica da COVID-19. L’autore principale, il dottor Payal Barik, che ha seguito il paziente, ha stabilito che il suo livello di ossigeno non è diminuito durante il trattamento.

READ  "Il numero di posti può solo aumentare", afferma Vidal.

Quali sono gli effetti? I medici suggeriscono qui:

Esame della trombosi venosa profonda

  • Nei pazienti che lamentano gonfiore inspiegabile di un arto, poiché in definitiva è una complicanza frequente e ricorrente di COVID-19;
  • In pazienti con bassi livelli di ossigeno che soffrono di mancanza di respiro;
  • In pazienti con anamnesi di trombosi venosa profonda o ad alto rischio o predisposizione a coaguli di sangue;

Infine, pianificare il monitoraggio per almeno un anno in questi pazienti, a causa del potenziale di recidiva o di altre complicazioni vascolari.