Giugno 14, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Covid-19 | Di chiarezza e speranza

Le ultime settimane sono state dure. L’annuncio del bel tempo, la campagna di vaccinazione e le quasi 700 nuove infezioni quotidiane che abbiamo raggiunto ci hanno dato la speranza di riprendere una vita leggermente più normale. Possiamo ragionevolmente aspettarci di trovare familiari e amici nei parchi e nei vicoli. I miei figli hanno esaurito la pazienza per trovare la squadra di calcio per riprendere l’allenamento all’aperto.


Jocelyn McClureJocelyn McClure
Professore di Filosofia all’Università di Laval e Presidente della Commissione del Quebec sull’etica nella scienza e nella tecnologia

Come molti, sono rimasto sorpreso dal ritmo di ripresa delle attività annunciato dal governo alla fine di marzo. Dopotutto, non avevamo accesso a meno di una media di 700 casi giornalieri e tutti erano consapevoli che le nuove varianti erano più contagiose e pericolose. Perché la riapertura simultanea di più strutture consente riunioni al chiuso? Perché riporti a scuola gli studenti delle superiori ogni giorno? La rotazione tra la frequenza in aula e l’istruzione online non è l’ideale, ma è infinitamente migliore per studenti e genitori rispetto all’istruzione domiciliare a tempo pieno che è stata ristabilita in alcune parti dello stato.

Scienza, etica e politica

Ho riflettuto abbastanza a lungo sulle complesse relazioni tra scienza, etica e processo decisionale politico per capire quanto sia difficile il compito dei responsabili delle decisioni nel contesto di una pandemia. Come ho già scritto qui, i decisori devono fare scelte cosiddette “tragiche”, cioè tutte le opzioni disponibili hanno un enorme costo morale. Quindi dobbiamo cercare di mitigare le conseguenze negative delle decisioni e in qualche modo bilanciare interessi legittimi che non tutti possiamo soddisfare pienamente. Sebbene sia essenziale per i responsabili delle decisioni fare affidamento sulla scienza, la nostra conoscenza è spesso incompleta e, in ogni caso, le prove non ci dicono come arbitrare i conflitti di valori. Ad ogni modo, una delle cose che sono sicuro che avrei sbagliato prima o poi è stata se fossi stato in una posizione esecutiva.

READ  Covid-19: la nuova peste nera?

Inoltre, non dimentichiamo che le pressioni di lancio della zavorra erano molteplici. I detentori di identità che non hanno dimostrato la loro saggezza durante la crisi hanno condannato alcune misure di sanità pubblica collegandole a un eccessivo rigore sanitario, anche con una nuova ideologia “assediante”! Come se alcuni vedessero la distanza fisica e l’isolamento come un perfetto esempio di convivenza. Altri, a sinistra, sono giunti alle stesse conclusioni, vedendo misure come il mantenimento dello stato di emergenza e il coprifuoco come numerosi segnali di allarme della deriva autoritaria degli Stati pseudo-democratici. Scommetto che queste situazioni non invecchiano bene.

Sì, il coprifuoco è una misura maleducata che viola i diritti degli individui. È scortese perché non è in grado di distinguere tra un camminatore notturno rispettoso delle regole e un camminatore spericolato o egoista che entra in un incontro privato molto pericoloso.

Ma un critico del coprifuoco, ignaro del problema con le riunioni al chiuso a dicembre e gennaio, interpreta uno struzzo. Il coprifuoco ha probabilmente ridotto il numero di incontri privati.

La salute pubblica riunisce un’ampia gamma di competenze scientifiche; Dalla modellizzazione matematica delle epidemie alla virologia, comprese le scienze comportamentali e l’etica applicata. Non solo i responsabili delle decisioni devono determinare quali misure hanno maggiori probabilità di ridurre la trasmissione, ma anche non violare troppo i diritti fondamentali e anticipare il comportamento dei cittadini. Se compaiono stanchezza epidemica o disagio psicologico, alcuni non avranno più il coraggio di obbedire alle regole ed evitare comportamenti rischiosi. Inoltre, nel nostro ambiente cognitivo digitale, le persone ribelli, scettiche ed esauste possono sempre trovare lettere che mettono in dubbio la validità della grammatica. In parte, questo è il motivo per cui considero i critici delle decisioni delle autorità pubbliche più che mai dovere di sfumature e modestia durante questa crisi.

READ  Podcast - Octopus è saggio come sostiene Netflix? - rts.ch

Un senso di priorità

Sfortunatamente, la SARS-CoV-2 è mutata molto rapidamente e le varianti hanno iniziato a diffondersi prima che i benefici della vaccinazione fossero raccolti su scala più ampia. Dopo aver esaurito un anno di restrizioni, dobbiamo nuovamente accettare sacrifici per evitare che i ricoveri risalgano nuovamente e la ripresa dello spargimento dei carichi. I responsabili politici devono attuare misure efficaci e di sostegno, con attenzione alla salute mentale dei cittadini e alla ripresa economica.

I più giovani finiscono in terapia intensiva. I bambini ancora minorenni perderanno uno dei genitori a causa del virus. Gli operatori sanitari sono alla fine della loro corda. C’è bisogno di una chiara tabella di marcia e di un forte senso delle priorità da parte dei decisori.

Tra queste priorità, l’apertura delle scuole primarie e secondarie, almeno ogni due giorni, dovrebbe essere in cima alla lista, tenendo conto dell’importanza della frequenza scolastica per gli studenti e per i loro genitori.

Poiché la speranza ha un potere motivazionale così forte, a mio parere, ai quebecchesi dovrebbe essere detto che potranno incontrarsi fuori il più rapidamente possibile, pur mantenendo alcuni gesti di barriera. Con l’arrivo del bel tempo, devono essere fiduciosi che il coprifuoco verrà rapidamente posticipato alle 21:30, quindi annullato. Le forze dell’ordine possono svolgere un ruolo facilitativo piuttosto che coercitivo, con la capacità di intervenire quando il contesto lo richiede.

È anche essenziale consentire l’attrattiva moderata degli sport di eventi all’aperto, dando potere alle federazioni sportive, ai club e ai partecipanti. Essendo stato responsabile delle misure sanitarie per la squadra di calcio di mia figlia la scorsa estate, so che gli attori coinvolti sono in grado di accettare questa sfida.

READ  Bursa, Icade Santé: una società immobiliare in premio

Sono d’accordo che una delle attuali più grandi incertezze scientifiche ha a che fare con la trasportabilità delle varianti all’aperto. Se i dati mostrano che le varianti, a differenza del ceppo originale, si trasmettono facilmente verso l’esterno, allora la modifica dovrà essere nuovamente modificata, ma il rapporto tra i benefici delle interazioni e delle attività all’aperto e il rischio di trasmissione può rimanere almeno positivo fino a prova contraria. In ogni caso, ai cittadini deve essere presentata una visione chiara, trasparente e psicologicamente realistica.