Luglio 2, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Corte Suprema italiana: l’ex zar del petrolio venezuelano non può essere estradato | Affare

Il suo avvocato italiano ha affermato che la più alta corte italiana ha confermato venerdì che l’ex ministro del petrolio venezuelano non può essere estradato per essere accusato di corruzione in patria a causa della situazione dei diritti umani del suo paese.

L’avvocato Roberto de Vita ha affermato in una nota che la Corte di Cassazione ha confermato a settembre una sentenza del tribunale di grado inferiore che riconosceva Rafael Ramirez con protezione internazionale come rifugiato.

Ramirez, il capo di lunga data della compagnia petrolifera statale venezuelana PDVSA, è fuggito in Italia dopo una lite con il presidente Nicolas Maduro e le sue dimissioni da ambasciatore del Venezuela presso le Nazioni Unite nel 2017. Poco dopo, il procuratore generale del Venezuela ha ordinato il suo arresto con l’accusa di fallimento della principale fonte del paese. Entrate.

Ramirez ha descritto l’indagine venezuelana come una vendetta per la sua decisione di separarsi da Maduro, che lo ha accusato di dirigere sul campo l’industria petrolifera venezuelana un tempo fiorente e di aver abbandonato gli ideali socialisti del defunto leader Hugo Chavez.

Ramirez, cittadino venezuelano, ha ottenuto lo status di rifugiato in Italia e i suoi avvocati hanno affermato che se fosse tornato sarebbe stato perseguitato politicamente.

Copyright 2022 Associated Press. Tutti i diritti riservati. Questo materiale non può essere pubblicato, trasmesso, riscritto o ridistribuito senza autorizzazione.

READ  Green Universe prevede di lanciare la sua nuova iniziativa di connettività verde per gli Emirati Arabi Uniti | Porta della pace