Agosto 7, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Coral Princess ha attraccato a Sydney; Casi di nuovo coronavirus in aumento nel NSW e nel Victoria; Stato di Origine 2022 in corso; Le proteste in Sri Lanka continuano; Rivelate le immagini del telescopio James Webb della NASA; Anthony Albanese si reca alle Figi

Benvenuti in un riepilogo di due minuti della giornata di negoziazione e di come l’hanno vista gli esperti.

Numeri: L’ASX 200 ha chiuso con un leggero guadagno dello 0,23 percento, o 15,3 punti, a 6621,6, dopo una giornata piatta nel mercato azionario australiano.

Sette degli 11 settori hanno chiuso in rialzo, ma un calo dell’1,8% nell’energia e una perdita dell’1,6% nei servizi pubblici sono scivolati nel mercato. Woodside è stato il rallentamento del mercato, in calo del 2,8% a $ 30,14. Le azioni BHP sono scese dell’1,4% e le azioni Santos dell’1,3%.

Tutte le principali banche hanno guadagnato dallo 0,3 all’1,1 percento ad eccezione di ANZ, che ha chiuso in ribasso dell’1,2 percento con il suo rialzo Acquista MYOBcon il venditore KKR che chiede una valutazione di oltre $ 4 miliardi per la società di software di contabilità.

Tutti gli occhi sono puntati sull’inflazione: gli operatori sul pavimento della Borsa di New York.a lui attribuito:Bloomberg

Dopo le notizie di ieri su Zip e Sezzle disintegrazioneLe azioni Zip sono aumentate dell’1% e le azioni Sezzle sono scese del 22% a un minimo di chiusura di tutti i tempi di $ 0,20.

Sollevatori: Megaport – 7,3%, Pilbara – 5,8%, Pointsbet – 5%

ritardato: Viva Energy -2,8% Woodside -2,8% Tyro Payments -2,3%

Dentro l’informazione: Mercoledì i settori della tecnologia, dei consumi e dell’industria sono aumentati di poco meno dell’1%, ma il mercato azionario australiano è stato trascinato al ribasso dal calo dei prezzi del petrolio.

I prezzi globali del petrolio, i future sul greggio Brent, sono scesi del 7,1% al minimo di tre mesi di $ 99,49 al barile a causa dei timori di una recrudescenza del COVID-19 in Cina, il più grande importatore.

READ  Le forze russe catturarono Lysychansk

Il petrolio ha rinunciato alla maggior parte dei guadagni ottenuti dopo l’invasione russa dell’Ucraina, che a marzo ha spinto i prezzi sopra i 130 dollari al barile.

Leggi di più qui.