Maggio 23, 2022

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Coppia di stelle per apparizioni traguardi – Punti parlanti Galles v Italia

Don Bicker e Alun-Vin Jones

Il Galles ha concluso la sua campagna nel Guinness Six Nations quando sabato affronterà l’Italia al Cardiff Principles Stadium.

Le ultime due sconfitte contro Inghilterra e Scozia – nonostante un totale di otto punti – sconfitte in tre partite – si sono rivelate una stagione deludente per i campioni della scorsa stagione, mentre l’Italia si è nuovamente dimessa dall’ultimo posto in campionato.

Qui, l’agenzia di stampa PA valuta alcuni dei punti chiave di discussione che entrano nel gioco.

Il Galles, che ha perso 29-7 contro l’Irlanda nella giornata di apertura del torneo a Dublino, potrebbe passare ai primi tre se battesse l’Italia con un punto bonus. Se le decisioni che coinvolgono Inghilterra e Scozia andranno a buon fine, il Galles completerà la tappa dietro Francia e Irlanda nella corsa al titolo. Molte figure chiave come George North, Lee Hoffney, Ken Owens e Justin Dieburick non hanno preso parte al torneo a causa di infortuni pre-partita, il che rappresenta una decisione equa per l’allenatore Wayne Pivak. La banca dopo la vittoria al titolo del Sei Nazioni la scorsa stagione.

Don Bigger (a sinistra) e Alun Vin Jones (a destra)
Don Picker (a sinistra) e Alun Vin Jones (a destra) hanno stabilito pietre miliari significative (David Davis / PA)

La finale del Sei Nazioni del Galles sarà una giornata in rosso per due dei più grandi giocatori nella storia del rugby gallese, Don Bicker e Alon Vin Jones. Il selezionatore del mediano d’apertura è diventato il settimo gallese a vincere 100 presenze, mentre Jones entra in una nuova frontiera per il gioco mondiale quando chiede la sua 150esima presenza in Galles. Quando più di 60.000 persone porranno i loro omaggi, è giusto che le loro pietre miliari vengano raggiunte a Cardiff. Picker aveva programmato di prendere un caffè con il suo compagno di squadra questa settimana per decidere chi avrebbe battuto il Galles, ma non è stata una sorpresa vederli battere insieme.

READ  Gli storici dell'arte italiani contraddicono la "Monna Lisa" di Roma

Il punteggio di punizione del Galles è stato eccellente durante il Sei Nazioni della scorsa stagione, ha effettuato 20 tentativi ed è stato in cima alla lista. Questa volta, tuttavia, si è rivelata una storia diversa con cinque touchdown in quattro partite – e tre di loro sono arrivate durante il secondo tempo contro l’Inghilterra a Twickenham. L’allenatore offensivo del Galles Stephen Jones ha dichiarato: “Onestamente penso che abbiamo giocato nei lotti. Voglio esagerare a questo punto della campagna? Sì, la risposta è sì, ma abbiamo lavorato duramente per assicurarci la nostra offensiva il gioco è forte.

Louis Reese-Jamid
Galles Wing Louis Rees-Zammit ha corso in un tentativo contro l’Italia la scorsa stagione (Marco Iacobucci / PA)

L’ala del Gloucester Rees-Zammit è entrata nella scena delle sei nazioni segnando quattro mete in cinque partite in passato, e il suo magnifico touchdown da solista contro le Fiji a novembre è stato il momento clou della campagna autunnale del Galles. Ma sono stati mesi difficili per il 21enne, che in allenamento ha avuto un problema alla caviglia e ha giocato contro l’Irlanda, il cui appuntamento gallese con l’Inghilterra è stato scongiurato e poi si è dovuto accontentare di un posto. Panchina quando la Francia a caccia del Grande Slam è andata a Cardiff. In un giorno in cui ci si può aspettare una corsa nello sforzo del Galles, non dovrebbe sorprendere che Reese-Sammit sarà in testa.

Difficilmente si spegne il dibattito sulla promozione e l’espulsione dei sei Paesi, mentre l’Italia perde e colleziona cucchiai di legno. Si sono dimessi per alzare la classifica per la settima stagione consecutiva, sette anni dopo la vittoria delle ultime sei nazioni – 22-19 contro la Scozia a Murrayfield. Il numero delle sconfitte è attualmente di 36, e quando la luce brilla su una promettente Under 20 italiana – questa volta ha battuto Inghilterra e Scozia – e l’attuale mediano d’apertura di Azouri, Paulo Carpis, 21 anni, continua a annegarli nei risultati. Una grave sconfitta a Cardiff non fa nulla per placare i critici.

READ  'Può essere in Italia' - Antonio Conte risponde al gol di Harry Kane - Spurs Web