Dicembre 7, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Cop26: Fine di trilioni di dollari in sussidi all’industria dei combustibili fossili, afferma il segretario generale delle Nazioni Unite – Day 11 Live | ambiente


I minatori sono visti come i minatori di carbone protestano contro la chiusura delle miniere a Varsavia, in Polonia, a novembre. Foto: Maciej Łuczniewski / NurPhoto / REX / Shutterstock

La Polonia ha confermato che prevede di Il carbone brucia da più di un quarto di secolo, in una dichiarazione destinata a deludere chi cerca una rapida uscita dai combustibili più inquinanti.

Il paese dell’Europa centrale è stato uno dei principali firmatari di A Un regolatore britannico si è impegnato a eliminare gradualmente il carbone la scorsa settimana, una dichiarazione firmata anche da Canada, Corea del Sud e Ucraina, e salutata dal governo del Regno Unito come “rappresentante il momento decisivo della COP26 nella trasformazione globale dell’energia pulita”.

La Polonia ha ora confermato che eliminerà gradualmente il carbone entro il 2049, in linea con la sua politica attuale.

Il ministero polacco del clima e dell’ambiente ha dichiarato in una nota:Nessun governo responsabile eviterà le sue fonti di energia da un giorno all’altro, poiché ciò porterebbe a una situazione in cui non possiamo garantire la sicurezza energetica e non ci sarà un approvvigionamento energetico stabile.

Ha aggiunto che si aspettava che il carbone genererà l’11-28% della fornitura di energia elettrica della Polonia nel 2040. La Polonia ottiene il 70% della sua energia dal carbone e ha affermato che la transizione richiederà dai venti ai trent’anni.

In base al Manifesto per la transizione all’energia pulita, le principali economie hanno deciso di eliminare gradualmente il carbone nel 2030 e il resto del mondo negli anni ’40.

Polonia, considerata paese ad alto reddito Secondo la Banca Mondiale, non si considera una grande economia.

Il governo polacco, l’ultimo a firmare l’impegno dell’Unione europea a zero emissioni nette entro il 2050, ha dichiarato di essere impegnato a raggiungere l’obiettivo di metà secolo. “Siamo a bordo per raggiungere l’obiettivo dell’UE”, ha affermato Adam Giborg Chitortinsky, ministro junior per il clima e l’ambiente.

Avere carbone nel mix energetico della Polonia fino al 2048 richiederà agli altri Stati membri dell’UE di fare di più per raggiungere l’obiettivo zero netto per il 2050. I funzionari polacchi sostengono che questo è giusto, poiché altri paesi europei prendono l’iniziativa in Polonia, che è più dipendente dal carbone.

Il principale inviato per il clima dell’Unione europea, Frans Timmermans, ha affermato che è aumentata l’urgenza di eliminare gradualmente il carbone in tutta l’UE. Parlando giovedì a Glasgow, ha detto.

“Anche alcuni Stati membri solo due anni fa dicevano che il carbone è per sempre. Ora ogni Stato membro dell’UE sa che non c’è futuro per il carbone. È successo in due anni. Quindi penso che il senso di urgenza sia aumentato”.

I delegati a Glasgow stanno discutendo sulla questione Progetto di Convenzione COP26, Che per la prima volta include un linguaggio sull’eliminazione graduale del carbone. Timmermans ha detto che rimuovere questo riferimento dal testo sarebbe un pessimo segnale.

“Se lo rimuovi dal testo che messaggio invia lì? Perché l’unico modo in cui l’umanità può imparare a vivere entro i confini dei pianeti è liberarsi dalla dipendenza dai giacimenti fossili che rendono impossibile la nostra sopravvivenza”.

READ  Il cuore si ferma Il momento di Simone Biles sconvolge i fan