Giugno 14, 2021

NbaRevolution

Covid crisi politica in Italia

Contro la variante indiana, i vaccini a mRNA sembrano essere efficaci

L’Agenzia europea per i medicinali ha dichiarato mercoledì che i vaccini Covid che utilizzano la tecnologia dell’RNA messaggero, come quelli di BioNtech / Pfizer e Moderna, sembrano essere efficaci contro la variabile che causa l’epidemia in India.

Le donazioni valutate dalla regolamentazione europea riguardano l’efficacia dei vaccini ARNm contro il rilascio della variante B.

L’italiano era anche ottimista sulla capacità dei vaccini che agiscono sulla base di un adenovirus, nello specifico quelli di AstraZeneca / Oxford e Johnson & Jonhson, di proteggere contro questa variante. Ha detto che è in attesa di ulteriori dati dall’India, dove viene fornita una copia del vaccino AstraZeneca.

Ha detto: “Finora, in generale, siamo molto fiduciosi che i vaccini saranno efficaci contro questa alternativa”. Quattro vaccini sono autorizzati all’interno dell’Unione Europea: i vaccini Pfizer / BioNTech e Moderna, che utilizzano la tecnologia mRNA, e i vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson, che utilizzano la tecnologia “viral vector” che supporta un tipo molto comune di virus chiamato adenovirus.

La variante B.1.617, apparsa per la prima volta in India a ottobre, è stata rilevata in 44 paesi, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che questa settimana l’ha classificata come “preoccupante”.

È entrato a far parte della lista delle altre tre specie, quelle apparse per la prima volta nel Regno Unito, Brasile e Sud Africa, che sono considerate più pericolose della versione originale del Coronavirus, perché più contagiose, mortali o resistenti a alcuni vaccini.

Le donazioni valutate dalla regolamentazione europea riguardano l’efficacia dei vaccini ARNm contro il rilascio della variante B. L’italiano era anche ottimista sulla capacità dei vaccini che agiscono sulla base di un adenovirus, nello specifico quelli di AstraZeneca / Oxford e Johnson & Jonhson, di proteggere contro questa variante. Ha detto che è in attesa di ulteriori dati dall’India, dove viene fornita una copia del vaccino AstraZeneca. Ha detto: “Finora, in generale, siamo molto fiduciosi che i vaccini saranno efficaci contro questa alternativa”. Quattro vaccini sono autorizzati all’interno dell’Unione Europea: i vaccini Pfizer / BioNTech e Moderna, che utilizzano la tecnologia mRNA, e i vaccini AstraZeneca e Johnson & Johnson, che utilizzano la tecnologia “viral vector” che supporta un tipo molto comune di virus chiamato adenovirus. La variante B.1.617, apparsa per la prima volta in India a ottobre, è stata rilevata in 44 paesi, secondo l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) che questa settimana l’ha classificata come “preoccupante”. È entrato a far parte della lista delle altre tre specie, quelle apparse per la prima volta nel Regno Unito, Brasile e Sud Africa, che sono considerate più pericolose della versione originale del Coronavirus, perché più contagiose, mortali o resistenti a alcuni vaccini.

READ  In IMMAGINI - Drôme: Il centro sanitario di Saint-Rambert-d'Albon ha appena accolto i suoi primi pazienti